Utente 519XXX
Buongiorno, Vi scrivo per chiedere un aiuto dato che da alcuni mesi sto vivendo una situazione a me veramente spiacevole.
Intorno alla fine di settembre mi son accorta che sugli avambracci avevo una sorta di "puntura di zanzara". Eran diversi lungo entrambi gli avambracci. Essendoci ancora caldo ho pensato che fossero morsi di zanzara e non gli ho dato peso anche perchè nel giro di poche ore sparivano.
Dopo pochi giorni ho iniziato ad avvertire sintomi influenzali quali dolore alle ossa e tosse secca, ma essendo allergica a codeina, aspirina,ketaprofene e antinfiammatori,non ho preso nulla anche perchè la febbre non superava i 37.5 e non mi è durata più di 2giorni.
I pomfi pruriginosi han iniziato ad estendersi e una mattina essendomi svegliata con bolle su occhi e pomfi pruriginosi ovunque, son andata al pronto soccorso.
Mi han fatto due punture:una di cortisone ed una di antistaminico, dicendomi che era un'orticaria causata dal cibo messicano mangiato il giorno prima anche se io avevo specificato che i pomfi eran presenti già da prima..
Mi han fatto proseguire la terapia per 6giorni a base di compresse di medrol ed aerius.
Finiti i sei giorni di terapia, l'orticaria è ricomparsa su braccia e pancia. Son andata dal medico di base che mi ha rifatto fare la stessa cura datami al pronto soccorso.
Scaduti i 6 giorni ecco che ricompaiono questi pomfi su braccia e gambe. Vado da una dermatologa che mi prescrive kestine liofilizzato due compresse al giorno per 20giorni. Inizialmente sembrava stessi meglio, anche se giorno e notte mi accompagnava una tosse secca persistente data da prurito alla gola, ma appena sospeso, oltre alla ricomparsa dell'orticaria su braccia e gambe, mi è venuto un angioedema al labbro.
Il 4 di novembre, son andata cosi di nuovo al pronto soccorso perchè non riuscivo a parlare e li, di nuovo, puntura di cortisone ed antistaminico.
Il giorno dopo son andata da un altro dermatologo che mi ha fatto ricominciare cura a base di medrol in pastiglie e kestine lio.
Il labbro nel giro di 3 giorni si è sgonfiato, ma l'orticaria, nonostante mi sia imposta da sola una dieta evitando cibi a rischio quali frutta secca,pomodoro,carne di maiale,formaggi fermentati ecc mi è sempre rimasta su braccia e pancia.
Son stata da diversi allergologi ma nessuno mi ha potuto far test allergologici perchè sotto antistaminico e perchè, tutte le volte che ho provato a smetterlo, l'orticaria è tornata amplificata, ma alla stessa maniera nessuno ha voluto aiutarmi dandomi indicazioni su come magari come comportarmi da li a pochi giorni per poter far questi benedetti test. Questo ha aumentato la mia ansia e paura. Sono una ragazza ansiosa e questo non aiuta di certo la mia situazione.
Il dermatologo mi sta facendo prender da 1 mese e mezzo 2pastiglie di kestine lio al giorno, senza risultato.
Ultima volta(10ottobre), essendomi lamentata perchè i pomfi si eran estesi, mi ha cambiato l'antistaminico dandomi il mizollen, ma appena preso ho iniziato ad avvertire bruciore alla gola, sonnolenza ed il giorno dopo mi son svegliata con una guancia gonfia ed addormentata, come se mi avessero fatto un'anestesia!Ho ripreso, cosi, il kestine lio 2 al giorno.
Ora son in cura da un medico che mi sta aiutando inserendo insieme al kestine, delle medicine omeopatiche(histaminium,ignatia amara e urtica urens al bisogno) cercando di diminuire cosi l'antistaminico medico e poter far test allergologici.
Non so se son attinenti all'orticaria, comunque nello stesso frangente mi è venuto un fungo bianco a macchie sulla schiena(ed io non ne ho mai avuti in tutta la mia vita);l'unghia del mignolo del piede sinistro nera, come se fosse stata schiacciata ma son sicura che non mi è caduto nulla sul piede e la scarpa era comoda ed in più mi si son gonfiate le papille gustative nel fondo della lingua diventando bianche in rilievo;inizialmente mi causavan difficoltà nella respirazione e dormivo seduta. Di notte, poi, avverto un sapore amaro in bocca, quasi un liquido dal sapore di medicinale che mi fa dormire male e che nessuno ha mai motivato.
Son davvero demoralizzata. Giro con cortisone in borsa per ogni evenienza e quando son fuori da sola o la notte ho sempre paura.
E' uno stato d'ansia perenne ora.
Nel frattemo ho fatto le analisi del sangue e gli unici valori leggermente sballati sono:formula leucocitaria i basofili a 0%(dovrebero esser tra 0,00 e1,50)e i basofili0x1000/mmc(dovrebbero essere 0,00-0,15);nelle urine: leucociti24/miCl(dovrebbero esser tra 0e 15) e le cellule epiteliali21/micL(tra 0 e 20);gli ATG anticorpi antitireoglobulina102uatg/ml(tra 30 e 100dovrebbero essere)
Gli esami per helicobacter anche su feci son negative. Il resto delle analisi è a posto e per il complesso mi han detto che vanno bene e non c'è nulla a cui pensare.
Questi pomfi però, non vanno via. Durante il ciclo, poi, mi aumentano.
Son rosa, con l'interno bianco che man mano perdono la forma tonda diventando quasi macchia con il passare delle ore. Alcuni si uniscono e altri, invece, non fanno prurito ma son come delle cisti, in rilievo che se li schiaccio non fanno prurito, ma dolore.
Non so cosa fare. Chiedo gentilmente un aiuto perchè son spaventata e penso sempre al peggio. Spero in una vostra risposta, un consiglio, un pensiero, un'idea su cosa possa essere e sul da farsi perchè l'ultimo consiglio datomi era di andar al centro allergologico a Firenze.
Ho uno stile di vita pressochè simile ogni giorno: studio all'università, faccio la segretaria in piscina, lavoro in un negozio di borse e faccio danza(ho notato che anche danzando i pomfi aumentano leggermente)
Aspettando Vostra risposta Vi ringrazio per l'attenzione e la cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile Utente
essendo l'orticaria cronica, un argomento molto complesso, caratterizzato da svariate cause, sino ad arrivare all'orticaria idiopatica(la cui causa non c'è), il mio consiglio è quello di effettuare un day hospital presso la Clinica Dermatologica per poter eseguire tutti gli esami necessari.
Ci tenga informati se lo desidera.
Cordiali saluti
Dr.Alessandro Benini
[#2] dopo  
Utente 519XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dott.Benini, La ringrazio per la risposta!
Le chiedo un ulteriore informazione: nel caso in cui decidessi di far questo day hospital, è necessario che io arrivi senza prender antistaminico da qualche giorno?Perchè io ora ne assumo 2compresse al giorno; inoltre sa indicarmi dove andare?Qui a Reggio non credo ci sian cliniche specializzate e, comunque, sarei disposta anche a spostarmi se conviene.
Crede, comunque, possa esser qualcosa di risolvibile o "grave"?
Son un po' preoccupata.
La ringrazio per l'ulteriore interessamento.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile Utente
come giustamente da lei intuito sarebbe meglio presentarsi agli accertamenti dopo sospensione della terapia antiistaminica per almeno 5-7 giorni.Io penso che presso la Clinica Dermatologica dell'Arcispedale S.Maria Nuova di Reggio Emilia ci sia la possibilità di effettuare un day hospital,in caso contrario potrebbe anche contattare la Clinica Dermatologica Universitaria dell'Ospedale di Parma.Non penso che sia qualcosa di grave o non risolvibile,certamente la complessità che caratterizza l'orticaria rende necessari accertamenti a 360 gradi
Di nuovo saluti e se vuole mi tenga informato
Dr.Alessandro Benini
[#4] dopo  
Utente 519XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dott.Benini son stata di recente ad una visita allergologica sperando mi facessero i famosi prick test e, proprio per questo, avevo sospeso l'antistaminico.
Il dottore, però, non mi ha fatto i prick test nemmeno stavolta ma mi ha ipotizzato(non mi ha fatto nessun test a parte pizzicarmi la pelle con le mani), un'orticaria cronica da neuropatia periferica..
Che ne pensa?Dovrei assumere del Gabapentin, ma non ho ancora iniziato.
Aspetto Sue.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Non ho ben chiara la dicitura di neuropatia periferica,è una diagnosi fatta in precedenza?Poichè non viena fatta solo pizzicando una persona.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 519XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per l'attenzione Dottore Benini.
No...assolutamente. Son entrata nello studio e, dopo aver spiegato la mia situazione come nella prima mail da me inviataLe, mi ha detto che la mia orticaria non ha nulla a che fare con un'allergia e che non ha mai avuto senso prender l'antistaminico perchè se fosse stato qualcosa di allergico me ne sarei accorta e per questo la sua diagnosi è stata: orticaria cronica da neuropatia periferica.
Mi ha detto che, a suo parere, ho un'infiammazione al sistema nervoso periferico che causandomi una sorta di costrizione dei vasi sanguigni, mi determina questa orticaria da settembre.
Mi ha pizzicata la pelle e diceva che nei punti in cui io sentivo più dolore era il nervo infiammato e mi ha dato da prender il gabapentin aumentando la dose di settimana in settimana finchè io pizzicandomi la pelle da sola non sento più "fastidio"(il fastidio da pizzicotto a cui io nn trovo nessuna differenza con un altro dolore sinceramente...).
La cosa mi ha preoccupato perchè non mi ha fatto nessun test, perhè non mi ha invitato a farne e perchè io non ne avevo fatto nessuno in precedenza.
Mi son spaventata molto per questa diagnosi anche perchè appena sveglia al mattino mi formicolano mani e piedi ma non avevo mai dato peso alla cosa perchè per me era sempre stato o un modo sbagliato di dormire o la circolazione...nulla di più ed io, di questo, non gliene avevo nemmeno menzionato.
Che ne pensa?
Possibile questa spiegazione basata da soli esami del sangue normali, rx torace negativo e visita otorino-laringoiatra senza cose particolari??
La ringrazio
[#7] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Ecco i requisiti minimi per l’uso del termine di neuropatia periferica.
La diagnosi si basa solitamente su reperti clinici, completati da un esame elettrofisiologico(EMG ed ENG). Dovrebbe essere presente almeno una delle seguenti manifestazioni:

1)Debolezza muscolare con ipotonia o paralisi flaccida (riflessi tendinei diminuiti);
2)Disturbi sensoriali, compreso il dolore;
3)Danno delle funzioni autonomiche.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 519XXX

Iscritto dal 2007
Bene Dottor Benini grazie per la risposta celere ed esaustiva!
A suo parere, credo, io non debba assumere questo Gabapentin, vero?
L'associazione da me, casualmente fatta dopo questa diagnosi, tra i formicolii e l'orticaria è illogico crede?
Ho sempre pensato che la diagnosi fosse illogica, ma non essendo medico, non mi son mai messa nella presunzione di asserirlo.
A suo parere come mi devo muovere ora?Che esami?
L'antistaminico l'ho sospeso anche se i ponfi non son ancora passati e son sempre sparsi un po' in tutto il corpo. Alcuni giorni la presenza è sopportabile, altri, come all'avvicinarsi del ciclo incontrollabile dato che si gonfia il labbro e un po' gli occhi.
Ringrazio ancora per la gentile collaborazione e importanti suggerimenti nelle Sue risposte. Saluti
[#9] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
A questo punto utile day hospital in clinica dermatologica, magari presso la Clinica Dermatologica Universitaria di Parma