Utente 219XXX
Il problema è il seguente:
da 4 o 5 anni, unicamente con l'avvento dell'estate, registro un certo gonfiore ai piedi e poi mi vengono delle vesciche sulle dita dei piedi.
In principio si sono manifestate vesciche sugli alluci (su uno o talvolta su entrambi) e questo per tre o quattro anni.
Quest'anno anziché sugli alluci sono apparse prima sul 2° e 3° dito (sul 3° a tutto campo, ossia su tutto il dito) del piede sn e poi (cioè ora) sul 3° dito del piede ds (una gossa vescica che tende anche ad estendersi verso la base del 2° dito), insomma una grossa bolla molto antipatica e piuttosto brutta. Una vescica molto piccola è apparsa anche sull'alluce ds e un'altra analoga sulla caviglia ns.
A questo punto, il mio medico mi ha mandato al pronto soccorso dermatologico.
Qui non sono stati in grado di fare una diagnosi e mi hanno chiesto una serie di esami:
ecg, ecodoppler arti inf. (peraltro fatto 2 anni fa per altre ragioni e risultato negativo), porfirine urinarie, test allergologici. Nella conversazione è stato fatto riferimento a possibile ritenzione urinaria e a problemi di circolazione periferica. In conclusione a mia richiesta mi è stato detto che non si tratta di una cosa grave ma di una cosa fastidiosa. Su quest'ultima cosa non ho ovviamente alcun dubbio.
D'inverno e nelle altre stagioni dell'anno non ho problemi.
Chiederei il Vs aiuto per capire se sulla base della vs. esperienza potete in qualche modo rassicurarmi, farmi capire di che si tratta e magari aiutarmi.
Con viva gratitudine e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signore,
è difficile poterla aiutare più di quanto possa aver fatto lo specialista dopo la visione diretta delle lesioni. Certamente il consiglio è quello di ripetere la visita quando gli elementi sono attivi. Noi possiamo fare solo ipotesi, ad esempio quella di disidrosi che compare prevalentemente durante le stagioni più calde, ma senza alcun valore in assenza della conferma da parte di un medico che la visiti direttamente.
In attesa di risentirla eventualmente dopo la visita, cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Non so perché, ma ho fatto fatica a trovare il modo di rispondere a Medicitalia e in particolare al dott. Brunelli che si è compiaciuto di raccogliere il mio appello e di dirmi la sua opinione con una lodevolissima sollecitudine.Mi sembra molto giusto quello che dice.E lo ringrazio immensamente per l'ipotesi che ha voluto formulare sulla base di quanto ho scritto, ma senza poter vedere le lesioni..incriminate.
Con rinnovate grazie, invio cordiali saluti.