Utente 219XXX
Salve, allora tutto è iniziato due mesi fa, due giorni prima della prima prova degli esami di stato. La mattina mi sono svegliata piena ei pomfi dai gomiti in giu.
Inizialmente essa è stata erroneamente attribuita allo stress per gli esami di stato ma dopo vari giorni di utilizzo di kestine il problema non è passato; così il mio medico generico mi consiglia una terapia di cortisone (bentelan 1mg) e antistaminico ( kestine) per una 10 di giorni, ma iuna volta interrotto il trattamento ( scalato in maniera pessima) il problema ritorna peggio di prima con una manifestazione su tutto il corpo. Così mia madre decid di portarmi da un dermatologo a pagamento che mi prescrive una terapia di 20 giorni con medrol 16 mg e pafinur. Una volta terminata il problema sembra essere passato, infatti non ho avuto manifestazioni per una ventina di giorni , ma qualche giorno fa riecco la sorpresa , dopo due/tre giorni di bollicine sparse l' altra mattina mi torna l orticaria sulla schiena, e per ora quando vedo che iniziano a uscire prendo una pastiglia di pafinur e i pomfi si attenuano.. Ho chiamato il mio dottore che come unica soluzione mi ha detto di ripetere dinuovo la stessa terapia che mi aveva prescritto dicendomi che non c è altro da fare. Ma ora mica posso ripetere questa terapia all' infinito? Come posso fare ? Ho effettuato diversi esami:
- esame delle feci è risultato negativo
- esame per l helicobacter pylori negativo
- urine negativo
- esami del sangue solo i globuli Bianchi sono risultati più alti del normale , ma il dottore ha risposto che questo può essere stato causato dall assunzione di cortisone e dagli ormoni che stavo prendendo ( che oltretutto ho sospeso per paura che fosse questa la causa)

Ora devo effettuare il brick e il rast test ma come faccio , mi hanno detto che se prendo l antistaminico non posso farlo, ma se non lo prendo mi riempio di bolle e non posso farlo lo stesso perché i test uscirebbero falsati.
I pomfi iniziano a uscirmi di sera per poi esplodere durante la notte.
Perfavore aiutatemi sono disperata.

Non so se possano servire queste informazioni, comunque io soffro da diversi anni di una forma leggera di orticaria da freddo , soffro di asma allergica e circa 5 anni fa sono risultata allergica al lattice, graminacee e al pelo del cane.
In casa ho due gatti e un coniglio da circa 3 anni.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Innanzitutto deve completare tutti gli esami del caso che per le orticarie sono tantissimi. Scoprire la causa di una orticaria non è cosa semplice e purtroppo a volte può anche capitare che tutti gli esami siano negativi ma che l'orticaria permanga. L'anamnesi è spesso fondamentale per capire la causa all'origine del problema. Ad ogni modo il mio consiglio è quello di continuare ad affidarsi con fiducia al suo dermatologo e completare tutti gli esami del caso. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Mi pare lei sia ben inquadrata dal punto di vista diagnostico: sappia che le orticarie necessitano di queste indagini e nell'ambito di quelle croniche, la diagnosi spesso può rimanere addirittura sconosciuta (idiopatiche)

Non perda comunque le speranze di raggiungere un quadro chiaro di una situazione che già propende verso diatesi allergiche, sebbene l'orticaria non per forza debba esserlo.

Saluti cari
[#3] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per avermi risposto, io voglio continuare le analisi anche perché sono un soggetto allergico e penso che potrebbe essere tranquillamente un' allergia, ma il problema è che se prendo l' antistaminico non posso fare il test e se non lo prendo non posso nemmeno farlo perché ho il corpo pieno di pomfi. Come posso fare?

Secondo voi potrebbe una intolleranza alimentare? In cosa consiste l' esame per ricercarla?
[#4] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la medicina tradizionale non riconosce l'esistenza delle "intolleranze alimentari" ed inoltre i dermatologi ben sanno come molto spesso dell'orticaria non si trovi la causa.
Pertanto le sconsiglio di iniziare il solito calvario girando di medico in medico, spaziando dalla medicina generale all'omeopatia all'erboristeria, spendendo inutili denari in mille prove che non servono a nulla. Segua un dermatologo di fiducia e si affidi alle sue prescrizioni. Se non le piace quel dermatologo, perchè non le trasmette sufficiente sicurezza, al massimo ne cerchi un altro ma poi si fermi.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Per quanto riguarda i test su sangue, non è necessario sospendere l'antistaminico, per i prick test invece va sospeso qualche giorno prima. Deve parlare col suo medico per valutare il modo ed il tempo più idoneo ad effettuare i tests. Non ritengo che l'intolleranza possa essere la causa dei disturbi da lei riferiti. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio tantissimo, allora proverò a cambiare solo un altro dermatologo per avere un punto di vista diverso e per ora provvederò a effettuare almeno il rast test dato che posso. Un' ultima cosa per quanto tempo posso assumere l' antistiminico? Se preso per lungo tempo può creare poblemi? Perché sinceramente preferisco prendere una compressa di antistaminico a sera che ringraziando il cielo riesce a placarmi i pomfi e non riempirmi di tutto quel cortisone che alla fine mi fa male e non risolve nemmeno il problema.
[#7] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Uno degli errori più comuni che viene fatto nel trattamento dell'orticaria è quello di utilizzare l'antistaminico per periodo troppo breve. Il farmaco è generalmente ben tollerato, tanto da essere diventato in taluni casi un farmaco da banco senza necessità di ricetta medica. Va assunto anche per mesi se necessario. E se funziona da solo ringraziamo il cielo e non assumiamo null'altro... Ovviamente il dermatologo è indispensabile per coordinare il tutto.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Bene allora per ora continuo così in attesa di poter effettuare altri esami, un' altra cosa ho letto che in alcuni casi l' orticaria può essere causata non da un' allergia vera e propria ma da alimenti che liberano istamina, secondo voi è il caso di tentare una dieta che non comprenda questi alimenti!? O è una prova inutile?
[#9] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Secondo molti è inutile, fino all'altro giorno abbiamo sempre prescritto diete povere di alimenti istaminoliberatori. Diciamo che comunque è un aspetto secondario e deve essere individualizzato dallo specialista (il fai da te non va mai bene, lo ripetiamo sempre).
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Va bene vi ringrazio tantissimo per i consigli che mi avete dato
speriamo che questo problema si risolva presto , anche se i presupposti non sono dei più rosei.
[#11] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Non sia così pessimista, ci sono anche forme di orticaria che spariscono spontaneamente e così come sono venute e mi auguro sia il suo caso
saluti
[#12] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio tantissimo per il supporto
[#13] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Ci tenga pure aggiornati ma non pensi alle intolleranze alimentari, cosi' come le dicevo!
[#14] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
E come fortunatamente ed unanimemente diciamo tutti !
[#15] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Eccomi di nuovo qui, nel frattempo sono successe un po di cose, ho cambiato medico e ora il mio dottore è il capo reparto di dermatologia che mi segue costantemente infatti dopo un episodio di edema al labbro decide di ricoverarmi.
Sono stata una settimana in ospedale dove mi hanno fatto tutti gli esami possibili ma non è risultao nulla tranne le'allergia che che gia sapevo di avere alle graminacee.

Mi ha dimesso dall' ospedale con una terapia per scalare il cortisone, ho preso metà e poi 1/4 di medrol, e stavo bene, ( e gia avevo iniziato ad illudermi) ma poi quando ho interrotto definitivamente mi sono riempita di ponfi e ho ripreso il cortisone.
Che sconforto... ora prendo due pillole di formistin e 1 di cinazyn e sto discretamente, almeno per ora,( non prendo cortisone solo da 2 giorni) i
il problema è che io non riesco proprio ad accettare questa cosa , anche se per esempio non mi prude tanto io non non sto tranquilla, non dormo, penso che da un momento all' altro questa cosa estranea che campeggia sul mio corpo potrebbe farmi del male , sto vivendo un incubo!.

Secondo voi non esistono altre terapie più efficaci almeno per poter vivere tranquillamente la mia vita senza questa costante angoscia??? sono disposta a prendere medicine anche a vita, fosse per me prenderei sempre cortisone ma purtroppo non posso ...
[#16] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
dal momento che è stata ricoverata probabilmente si sarà sottoposta ad un esame denominato "serum skin test". Nell'eventualità non l'avesse fatto, potrebbe proporlo al capo reparto di dermatologia come test aggiuntivo agli esami già fatti. L'eventuale positività del test, che si effettua sul braccio come un prick test, potrebbe configurare il quadro della "orticaria cronica idiopatica autoimmune". Nel caso specifico, o se comunque l'orticaria dovesse durare molti mesi, potrebbe prendere in considerazione il trattamento con la ciclosporina, farmaco impegnativo ma alternativo al cortisone e spesso più efficacie nel lungo periodo.
Di più a distanza è impossibile suggerirle se non di continuare a frequentare gli specialisti che l'hanno in cura.
Cordiali saluti
[#17] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Allora rieccomi qui, ho cambiato nuovamente dottore e questa volta mi sono rivolta a un allergologo che mi ha introdotto una dieta senza glutine e senza lattosio e vari esami. Per ora sto aspettando la celiachia e sono risultata intollerante al lattosio.
Sono due settimane che non prendo cortisone e 9 giorni che non prendo alcun tipo di medicina e sto benissimo ! niente, nessuna bolla, quindi penso che sia proprio celiachia. Ora mi chiedo come è possibile che un dottore che mi ha tenuto in cura così tanto tempo non abbia minimamente ipotizzato l' esistenza di una celiachia? o almeno di una momentanea intolleranza al glutine?