Utente 520XXX
premetto che ho 46 anni, ho sempre avuto mani e piedi freddi anche in estate,faccio presente di non aver avuto mai nessun problema di salute faccio attivita fisica e essendo donatore di sangue sono sempre al corrente dei miei esami clinici principali.
vorrei sapere se c'e' qualcosa da fare o essendo una cosa congenita mi devo rassegnare? so che la domanda e un po'particolare non avendo in mano nessun esame ma la mia domanda prima di fare qualsiasi esame se poi c'e' una cura per questo problema? grazie e auguri di buon natale.
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'aumentata percezione di freddo alle estremità associata talvolta a modesta ipotermia e a lieve colorazione cianotica della cute prende il nome di acrorigosi e rappresenta un sintomo di natura vasospastica assolutamente benigno. Tale manifestazione tende a presentarsi in soggetti adolescenti e a regredire nell'età adulta. In caso di persistenza si consiglia di evitare le perfrigerazioni improvvise, il fumo e tutte le situazioni che favoriscono la vasocostrizione. Utilizzi quindi guanti ben imbottiti nei mesi invernali e per il resto continui a svolgere tranquillamente tutte le sue attività. E comunque ricordi sempre che... mani fredde, cuore caldo! Un caro augurio di Buon Natale. MG