Utente 167XXX
salve a tutti
ho notato una fuoriuscita di pus dal palato duro. Ho eseguito una risonanza magnetica con contrasto e senza ed è risultato:
FORMAZIONE SIMILFISTOLOSA POSTERIORMENTE INCISIVI CENTRALI CON SEDE PARASAGGITALE DESTRA CON IMPREGNAZIONE PERIFERICA DI CIRCA 1,2 CM.
Il mio dentista mi ha detto di non essere esperto in questo campo e di rivolgermi ad uno specialista maxillo facciale.
Volevo sapere (visto che la persona in questione è in ferie) se si tratta di qualcosa di facilmente risolvibile e cosa mi aspetta...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
anche se il Suo dentista ha dichiarato "...di non essere esperto in questo campo...". si tratta molto probabilmente di una forma flogistica su base odontogena (a causa dei denti).
E' opportuno seguire il consiglio di rivolgersi ad un chirurgo maxillo-facciale che, anche in collaborazione con l'odontoiatra, potrà porre le necessarie indicazioni chirurgiche valutando anche le possibilità di conservare gli elementi dentari qualora recuperabili.
E' impossibile rispondere al Suo quesito in assenza di ulteriori informazioni, ottenibili solo con una visita specialistica.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Il mio dentista mi ha detto di non essere esperto in questo campo e di rivolgermi ad uno specialista maxillo facciale."

Il campo di cui il dentista "non è esperto" è l'endodonzia, non la chirurgia maxillo-facciale.

Se il dente responsabile della fistola può essere efficacemente recuperato portando alla guarigione lo si fa, in caso contrario lo si toglie e lo sostituisce.

E' sufficiente un dentista (laureato) generico per questo.
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Parlerò con il mio dentista e aggiornerò la situazione. Penso che il dente sia recuperabile perchè il dentista non ha parlato di nessun dente da togliere
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
La situazione è questa:
Mi ha visto un'altro dentista e anche lui mi ha consigliato una visita maxillo facciale perchè non è sicuro che il dente sia responsabile della fistola perchè può dipendere dalla zona nasale. E' possibile che da una tac mascellare,una risonanza magnetica con e senza contrasto non si può individuare con sicurezza la posizione della fistola?
[#5] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Confermo quanto già espresso:
"...E' opportuno seguire il consiglio di rivolgersi ad un chirurgo maxillo-facciale che, anche in collaborazione con l'odontoiatra, potrà porre le necessarie indicazioni chirurgiche valutando anche le possibilità di conservare gli elementi dentari qualora recuperabili....".
Cordialità
[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore. In questi giorni prenoto la visita e aggiorno la situazione appena possibile
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
DOPO che un dentista competente avrà escluso l'origine dentaria del problema, endodontica o paradontale, il chirurgo maxillo-facciale diventa lo specialista di riferimento.

Come fare per escludere l'origine dentaria del problema?

1)
Radiografia endorale

2)
Radiografia endorale con cono di guttaperca inserito nel tragitto fistoloso, in modo da delimitarne il decorso.

3)
Panoramica

4)
Dentalscan o radiografia tridimensionale volumetrica "Cone Beam".

Come vede, gli strumenti radiologici a disposizione sono diversi, da usarsi nell'ordine esatto in cui li ho scritti.
Come vede, NON FIGURA la Risonanza Magnetica, che per questo tipo di diagnosi non serve a nulla.

E' stato eseguito almeno un paio di questi accertamenti?
Se, ad esempio, manca la radiografia citata al n.2), facilmente eseguibile in tutti gli stidi odontoiatrici degni di questo nome, la diagnosi (attendibile) di esclusione non è ancora stata fatta.

[#8] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Si sono stati eseguiti i primi 3 nello studio del dentista e ho eseguito la dentascan presso una struttura privata. La risonanza magnetica mi è stata consigliata per vedere il "rapporto con i tessuti molli". Non sono esperto quindi non saprei spiegare altro. In uno degli accertamenti penso il secondo si è visto il percorso che il pus effettua. In pratica parte da dietro per uscire avanti
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ci aggiorni dopo la visita chirurgica maxillo-facciale che, a questo punto, penso sia inevitabile.
[#10] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Per adesso ringrazio e aggiornerò la situazione il prima possibile
[#11] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
oggi mi sono recato presso una struttura pubblica per una visita maxillo facciale. Dopo aver fatto tutta la fila vengo chiamato. SORPRESA!!!Mi visita un odontoiatra.... Non hanno il ghiaccio per farmi un test che non ricordo il nome,vede solo la risonanza magnetica e mi dice che devo fare un ciclo di antibiotici,dopo di che lui aprirà il palato per dare una pulita e se serve devitalizzerà l'incisivo. Sono alquanto perprlesso perchè
i due dentisti mi hanno detto:
-- non prendere antibiotici perchè risolvi solo temporaneamente il problema e poi ritorna. Inoltre non rende visibile il problema al maxillo facciale consigliandomi una visita
-- mi hanno fatto fare tutti questi esami e non sanno bene come si evolve la situazione (uno dei 2 mi ha detto,guardando la risonanza di un ispessimento dei turbinati nasali cosa che poi effettivamente c'era e quindi era sorto il dubbio della derivazione nasale)
INVECE QUESTO:
In due nanosecondi mi ha detto tutto senza nemmeno chiedere più di tanto sul problema. Mi ha martellato i denti e ha già le chiavi della soluzione.
La domanda è questa:
L'utimo medico è un genio e gli altri 2 mi hanno fatto perdere solo tempo?oppure sta sottovalutando il problema?
La spiegazione che mi sono data è che forse avrà visto tanti casi simili che non ha bisogno di fare test oppure va ad esclusione e procede con la cosa più probabile.
[#12] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Penso che lei debba ancora trovare un DENTISTA SERIO E COMPETENTE.
Potrebbe anche essere quello dell'ospedale.

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/546/Scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/255/La-diga-di-gomma


La fretta che lei ha descritto è quella tipica (con poche lodevoli eccezzioni) dei reparti odontoiatrici ospedalieri: ci sono tante persone, e occorre vedere tutti.

La "sorpresa" non mi sorptende affatto: il suo caso è verosimilmente odontoiatrico, NON chirurgico maxillo-facciale.
La strada che le è stata proposta, ovvero quella del taglio esplorativo, è frutto di una visione diretta, che a noi, on-line, manca, e può essere una strada corretta.
[#13] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Aggiornamento
Oggi mi sono recato da un professore maxillo facciale. Risultato della visita:
Il dottore ha rilevato una cisti paranasale grande come un'unghia del pollice dietro agli incisivi. I denti a sua idea non centrano e gli incisivi sono pienamente recuperabili. Mi ha infilato un ago nel palato e mi ha fatto una radiografia. Poi mi ha fatto un test di vitalità con dello spray ghiacciato. Sentivo il freddo su tutti i denti che mi ha testato

Di chi fidarmi? Vorrei farmi vedere almeno da 1 altro maxillo facciale per confrontare le diagnosi.
[#14] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il test che le ha fatto il chirurgo maxillo.facciale esclude la lesione di natura endodontica, non quella di natura paradontale.

Questo semplicissimo test è, DI NORMA, eseguito dal dentista in fase di diagnosi.

La lesione di natura paradontale viene esclusa, sempre in fase di visita, dal sondaggio delle tasche gengivali, fatto con una sonda millimetrata.
Se il sondaggio è stato fatto, può essere esclusa la lesione paradontale, se non è stato fatto, no.

Inutile andare da un altro chirurgo maxillo-facciale, a mio parere.
Piuttosto, se vuole essere certo di una diagnosi paradontale, consulti un BRAVO DENTISTA.
Non posso credere che in provincia di Agrigento ce ne sia uno solo!
Eventualmente mi contatti in privato.
[#15] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
anche se risulta la registrazione ad agrigento io adesso mi trovo a benevento.
Il maxillo facciale che ho contattato per ultimo è anche laureato in odontoiatria.