Utente 112XXX
Salve, sono una ragazza di 29 anni e ho sempre soffrito di otiti da quando sono piccola.
Due anni fa, dopo un brutto raffreddore, ho cominciato a sentire le orecchie tappate.
Nonostante cercassi di sbadigliare per "aprirle" sono rimaste tappate. Con sensazione di ovattamento. Mi sembra di avere del liquido all'interno, costantemente.
Un anno e mezzo fa mi sono svegliata rigirandomi malamente nel letto. Appena alzata ho sentito una forte nausea e ho avuto un episodio di nistagmo. La nausea è passata, ma da quel giorno ho quotidiani episodi di vertigini e nausee.
Senza mai dare di stomaco, ma molto fastidiosi.
Inoltre ho sempre avuto problemi alla mandibola. Ho passato recentemente una visita dallo gnatologo perchè avevo continui dolori all'altezza delle tempie, tensione al collo, fotosensibilità, dolore alla masticazione.
Mi ha detto che la mia mandibola è messa parecchio male, mi ha dato un bite e da quando lo porto (tre settimane) i dolori erano scomparsi. Anche la nausea/vertigine.
Due giorni fa mi sveglio con una forte nausea. Pensavo di non aver digerito. Davo di stomaco appena mi sdraiavo e mi alzavo. Alla fine è passato dopo qualche ora, stando immobile a letto.
Ma da quel giorno ho di nuovo fastidio alle orecchie, ovattamento, nausea lieve ma appunto costante.
So che i disturbi all'ATM sono legati alla sindrome di Meniere.
Queste lievi nausee a cosa sono dovute? E' possibile che la mandibola influisca così tanto sulle orecchie? Oppure è solo un problema di orecchie?
Ringrazio in anticipo chiunque mi risponderà
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività +44
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
probabile che nel suo caso l'occlusione abbia un ruolo molto importante e la regolazione della placca è importante e potrebbe essere necessario anche la collaborazioni di altri professionisti
osteopati o fisiatri per esempio
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Dottore la ringrazio e mi scusi se Le rispondo solo ora! Grazie di nuovo!