Utente 219XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 20 anni. Da piú di un anno soffro di dolori al petto e al braccio sinistro. La qualità della mia vita è davvero peggiorata poichè all'avvertire questi sintomi, pressochè sempre, subentra la paura di avere un infarto o un angina pectoris. Il tutto è incominciato da quando la mia dietista, dalla quale andai per il forte calo di peso dopo una dieta molto ferrea(20 kg), mi disse che il calo di peso aveva portato disfunzioni al cuore sicure(detto senza essere cardiologo e senza aver nessun esame)... Dallo spavento andai immediatamente dal cardiologo, il quale mi disse che dopo avermi fatto eseguire ECG e visista cardiologica, il cuore era sano(I dolori che ho ora li avevo anche durante la visita). Da allora però i sintomi continuano con dolori al petto,al braccio sinistro,dolori retrosternali e pesantezza agli occhi durante il giorno. Ho effettuato anche gli esame del sangue di routine in cui era tutto nella norma. Per 25 giorni sono stato a Londra dove ho camminato per ore e ore, quasi 10 km al giorno non avvertendo nessun dolore. Secondo lei cosa dovrei fare?? A riposo ho 80 battiti al minuto con pressione arteriosa di 120/66. Me ne vergogno ma ho smesso la mia attività fisica(nuoto 3 volte a settimana) per evitare di far sforzare il cuore....
Non fumo e.non bevo e non ho mai assunto droga
La ringrazio davvero molto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I disturbi che lei descrive non destano aalcuna preoccupaIone e penso che ci sia alla base una evidente quota ansiosa.
Ciò che le ha detto la dietologa è privo di senso.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta dottor Cecchini. Oggi ho effettuato la visita anuale per lo sport agonistico(atletica leggera)...

Non mi hanno rilasciato il certificato perchè anche se la pressione arteriosa era ottimale vi era una tachicardia sinusale presente. Mi è stato effettuato l'ECG sia a riposo che sotto sforzo presentado soltando una tachicardia sinusale. Il medico dello sport mi ha detto di eseguire un ecocolordoppler e esami al sangue di routine e per la tiroide...

Ovviamente questo medico mi ha lasciato con molta paura...
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi, la tachicardia sinusale è la normale risposta del cuore all ansia . Quindi non si stia a preoccupare. Faccia pure gli esami per la tiroide, ma non si preoccupi di alcunché .
Arrivederci
Cecchini