Utente 218XXX
Salve dottori, vorrei porvi un quesito. Ho avuto circa 50 giorni fa un rapporto orale passivo con eiaculazione con una collega di lavoro. (in teoria soggetto non ad alto rischio). Lei mi ha garantito di essere sana, visti anche i controlli medici a cui siamo sottoposti. Ho chiamato il numero verde dell'ISS e mi hanno subito tranquillizzato sul rapporto orale. Ho chiesto anche un consulto ad altri medici del reparto infettivo con la stessa risposta dell'ISS. Dopo il rapporto non ho visto nè sangue sul glande, nè tagli o escoriazioni. Ma ho avuto delle piccole bolle come una micosi sulle gambe, (secondo loro non riconducibile al rapporto). Volevo solo avere qualche altro consiglio da voi. Poi, infine volevo chiedervi, sono un donatore di sangue (periodico ogni 3 mesi). Devo comunicare l'accaduto alla prossima donazione del sangue o non c'è bisogno? Perchè il protocollo dice solo se si hanno avuti rapporti promiscui. E questo in teoria non lo è. Comunque, ditemi, posso stare tranquillo? Posso riprendere a vivere tranquillamente e finire questa paranoia ed ipocondria per ogni ragazza con cui esco? Ho sempre avuto rapporti insertivi protetti. (ma ho la paura che ogni ragazza con cui esco possa attaccarmi qualche mallattia + o - pericolosa). Scusate le mie domande e paranoie. Volevo solo l'ultimo consulto. Vi porgo i miei più cordiali saluti e vi ringrazio vivamente per il servizio da voi svolto.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente

essendo il rapporto orale non protetto un rapporto a rischio non posso da qui tranquillizzarla.

Stabilire la percentuale di rischio da qui è impossibile. Stia sereno per i test pre-donazione: sono sicuri e non necessitano di avvertimenti.

saluti
[#2] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi dott. Laiano, ma mi hanno detto che il rapporto orale è a rischio, ma solo se attivo. (rischia chi mette la bocca in pratica). Quello passivo non lo è, a patto che non ci siano copiose perdite di sangue in bocca e lacerazioni sul glande. Mi dica se ho capito male o mi sbaglio? Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
ma che baggianata è questa?

Se una sua amica ha un sifiloma in bocca o una gonorrea tonsillare od un herpes attivo o un condiloma del cavo orale le potrà trasmettere tutto!

Ma dove ha reperito queste errate informazioni mi scusi?
[#4] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Mi perdoni dottore, ma intendevo solo trasmissione x l'HIV. Sono stato poco preciso. Mi scuso. Le mie paure sono fondate solo sull'HIV.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
[#6] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Quindi lei sostiene che sia il rapporto orale passivo che il rapporto orale attivo hanno il medesimo rischio di contagio x l'hiv?! Perchè ciò non è quello che sostengono altri medici e ricercatori! Alla fine allora c'è sempre una discordanza di opinioni tra voi medici. E c'è sempre più confusione tra noi utenti. Le porgo i miei saluti.
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Soprattutto di quelli che non si fidano dei medici!