Utente 674XXX
Gentili dottori
Mio padre, 84 anni, soffre da tempo di insufficienza renale. Recentemente il nefrologo curante lo ha avviato alla cosiddetta fase di pre-dialisi ( al monento la dialisi non e ritenuta urgente ma la situazione e sottoposta a monitoraggio attraverso esami frequenti)
Gli ultimi esiti degli esami sono i seguenti:
Emoglobina 12,4
Urea 133
Creatinina 4,72
Gfr 12
Proteinuria 65
Glicemia 101
Sodio 140
Potassio 4
Fosforo 5,3
Albumina 58,6
Globuli bianchi 10,5 
Globuli rossi 3,8

Allo stato mio padre assume i seguenti farmaci, tenuto conto che soffre di ipertensione ed in passato ha sofferto di una crisi depressiva (indico i principi attivi):
Furosemide (250mg a gg alterni), lansoprazolo (30mg/gg), atorvastatina (20 mg/gg), allopurinolo (alternati 300 mg/gg per 20 gg e 10gg di sospensione), calcitriolo (0,25 mg/gg), amlodipina (5mg/gg), ramipril (5mg/gg), alzaprolam (0,50mg/gg) , sodio polistirene sulfonato (1 misurino/gg). Da dicembre 2010 a giugno inoltre e stato sottoposto a cura da base di cortisone (5 mg/gg) per gestire i valori della proteinuria. 
Considerata eta e le patologie le condizioni generali della vita corrente sarebbero soddisfacenti (la comparsa di tumefazioni alle gambe e stata sostanzialmente ridotta) se non fosse per il disturbo di "bocca impastata", perdita del senso del gusto, forte senso di nausea e inappetenza che rendono problematica l'assunzione del cibo. 
Gli era stato accennato che i problemi renali avrebbero potuto causare disturbi del genere. Il dottore curante ritiene che gli attuali livelli di azotemia non dovrebbero pero generare sintomi di portata cosi accentuata. Il medico di base da alcuni gg ha suggerito di provare con domperidone (10mg prima dei pasti), allo stato senza evidenti riflessi positivi. Gradirei avere un parere, con particolare riferimento a questi disturbi del gusto e nausea.Ringrazio anticipatamente per un vostro cortese riscontro.        
[#1] dopo  
Dr. Piero Mignosi
24% attività
4% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gent.Utente,
con riferimento al caso clinico che interessa Suo padre e da Lei evidenziato, e' da rilevarsi che i sintomi da Lei riferiti (nausea,alterazioni del gusto,inappetenza,etc) sono riconducibili allo stato di severa IRC (uremia).
Al momento, per i valori da Lei riferiti non c'e' indicazione al trattamento emodialitico sostitutivo ma e' indubbio che trattasi di IRC in fase pre-dialitica.
La proposta terapia con domperidone trova indicazione per la sintomatologia riferita, anche se andrebbe pure attenzionato il regime dietetico praticato sia in termini proteici che calorici, pur tenendo conto dell'eta' del pz.stesso.
Altresi, sarebbe utile controllare sideremia e ferritina nell'ipotesi di uno stato di carenza di ferro.
Distinti saluti