Utente 220XXX
Salve,sono giuseppe ed ho 40 anni,non ho copertura antitetanica e ho fatto solo 2 cicli nel 1973.
Prima di porvi il mio quesito premetto di essere una persona molto ansiosa,infatti dal momento dell'accaduto che ora descriverò non faccio altro che pensare al tetano,un chiodo fisso che non mi permette di pensare ad altro, cercando di documentarmi continuamente.
Il 4 agosto (passati 29 gg) il mio cagnolino mi ha graffiato ad una gamba(ero in pantoloncini),più precisamente all'inizio non si vedeva niente ma circa mezzora dopo è comparsa una striscetta rossa con qauche puntino rosso, presumo che si trattasse di una semplice abrasione che non avesse oltrepassato la cute, in ogni caso ho provveduto a disinfettare con lisofor,ferita questa che è scomparsa il giorno dopo, premetto inoltre che il cane spesso va in campagna dove ovviamente ci sono altri animali ovini e bovini, da qui la mia paura per il tetano.
Ho interpellato il mio medico, il quale senza indugio mi disse non è niente il tetano è quasi scomparso.
Da oltre dieci/quindici giorni averto qualche sintomo, febbricola di tanto in tanto 37,-37,2 solo di momerigio , qualche dolorino all'altezza della cervicale quando giro il collo fino all'estremità (sintomo questo che non desterebbe preoccupazione se non fosse per l'accaduto), ed una certa fitta agli arti inferiori, con la sensazione a volte di un loro irrigidimento.
Per questo Vi chido gentilmenti di darmi qualche risposta, aqnche perchè ho fatto un ulteriore visita da un internista il quale l'unica cosa che ha fatto è un'ecografia alla gamba, dicendomi infine che il tetano ha un periodo di incubazione non superiore alle 48 ore.
1-l'abrasione descritta può essere potenzialmente pericolosa
2-eventualmente quanti gg devono passare da quando si manifestano i primi sintomi detti aspecifici fino alla comparsa dei sintomi clinici (trisma).
3- che devo fare
4- il tetano è ancora causa di decesso?
Grazie anticipatamente si accetono volentieri consigli .






[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La lesione che descrive non è da considerare a rischio.
E la sintomatologia che descrive nulla a che vedere con i sintomi del tetano.
Per il resto ha fatto tutto quello (e forse di più) occorre fare in questi casi, disinfezione, visita ecografia......
e quindi resta da convincere...>>premetto di essere una persona molto ansiosa>> che non occorre fare più nulla se non affidarsi al suo curante in caso di ulteriori dubbi.
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Anche se con ritardo"non riuscivo a capire come fare "
Volevo ringraziarLa per la disponibilità dimostrata.
Sono passti 39 gg, credo che se ci fosse stato il tetano ormai sarei stato all'ospedale.Speriamo bene e grazie di nuovo.