Utente 711XXX
Salve, avrei bisogno di un chiarimento sulle analisi delle urine.

Innanzitutto il motivo per cui faccio le analisi delle urine (a cadenza trimestrale) è quello di tene re sotto controllo una situazione persistente di microalbuminuria e proteinuria.
Attualmente i valori sono in discesa e si sono attestati su un valore di 0,18 g/24h di proteinuria, 5,4 mg/dl di albuminuria estemporanea, mentre nel campione estemporaneo albumina è 0.
Tutte le altre analisi dell afunzionalita renale sono nella norma, mentre con la citofluorometria urinaria si riscontrano 26 eritrociti, 18 batteri, 6 leucociti.
Il nefrologo si è messo in una posizione di stand-by nel senso di controllare ogni 3 mesi la proteinuria e le urine.
Inoltre negli esami il laboratorio dell'ospedale mi ha inserito due nuove voci che non comprendo e non capisco e per la precisione
GFR (MDRD) 105,01 ml/min/1,73m

ACR 90,00 mg/g creatinina LIvello decisionale per nefropatia diabetica

Cosa stanno ad indicare questi due parametri?
Sono nella norma o sono il segnale di qualcosa che non va tanto bene?

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Va tutto talmente bene che non capisco perché lei faccia esami con questa cadenza e questa ansia!

Dott Bruno Gianoglio
[#2] dopo  
Utente 711XXX

Iscritto dal 2008
La cedenza trimestrale non lìho decisa io ma il nefrologo che mi segue.
Gli esami da fare sono esame urine e proteinuria delle 24 h.
Il perchè è dovuto al fatto che ho una proteinuria persistente da circa 3 - 4 anni in leggero rialzio finoa qualche mese ( sono partito da 0,20 g/die per arrivare a gennaio 2011 a 0,65 g/die).
Questo rialzo ci ha fatto decidere di optare per la biopsia renale per indagare definitivamente l'origine di questa proteinuria.
Ma dagli esami pre-ricovero la proteinuria è risultata in discesa cosi come l'albumina nel campione estermporaneo è sparita.
Allora vista la situazine attuale si è deciso di fare controlli ravvicinati per vedere il livello di proteinuria e se continuava a scendere, come è stato, e per poi decideree di rimandare la biopsia solo se i valori tornassero a superare i 0,50 g/die.
Quindi alla luce di cio fare dei controlli cadenzati solo di urine e proteinuria, con un controllo annuale della funzionalita renale.
Il tutto deciso e concordato con il nefrologo.
Che la situazione sia migliorata sono contento e mi fa stare più tranquillo.
Ho 40 anni e sapere che "potrei" avere una glomerulo-nefrite anche se allo stadio iniziale non mi faceva stare tranquillo.
Volevo solo avere delucidazioni su quei nuovi (per me) parametri che fin'ora non avevo mai letto sui miei esami e cioe GFR e ACR, cosa sono di preciso, cosa stanno ad indicare e a questo punto se i miei sono in linea con la norma considerato l'età.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
ACR: rapporto albuminuria/creatininuria; GFR: filtrato glomerulare. Cioè sono gli stessi parametri che sta tenendo sotto controllo da tempo con il vantaggio di non dover fare la raccolta delle orine delle 24 ore che è molto disagevole.
Sia però ben chiaro che dal punto di vista clinico queste piccole variazione che lei segnala (proteinuria da 0.20 a 0.65) non sono significative: cioè si tratta di valori che pur discotandosi dalla norma non arrivano a porre indicazione alla biopsia renale, almeno per il momento.

[#4] dopo  
Utente 711XXX

Iscritto dal 2008
Infatti il nefrologo a visita mi spiego che la biopsia in questi casi dipendeva molto da me e dal mio carattere nel senso che se io riuscivo a convivere con questa probabile glomerulo-nefrite di lieve entità e che quando facevo gli esami di controllo non davo troppo peso ai valori di questa entità, potevo anche non fare la biopsia e mettermi su una posizine attendista.
Ma siccome io non riuscivo ogni volta che facevo gli esami a ignorare i rialzi di proteinuria e quindi mi preoccupavo e volevo sapere che cosa avessi e perchè, il medico mi disse che l'unica soluzione che ppoteva darmi delle risposte era la biopsia, e lascio decidere me.
All'inizio l'ho sempre rimandata ma dopo 3 rialzi continui di proteinuria mi decisi a farla.
Ora, visti i nuovi valori ho deciso di rimandarla o meglio di non farla più e continuare solo dei controlli con intervallo di tempo maggiore.

Ma scusi.. so che il GFR varia a seconda dell'eta, ma ci sono dei valori di riferimento o soglia al di sotto della quale bisogna approfondire?

Il mio GFR di 105 è nella norma?
[#5] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Per la sua età valori di riferimento sono tra 80 e 120. 105 è perfetta. Mi permetta di dirle una cosa però: in medicina i numeri sono sempre da interpretare - da una persona competente - e in qualche modo non hanno lo stesso "significato" che avrebbero per un ingegnere, un bancario, un matematico...