Utente 210XXX
Gentili dottori buongiorno,

vorrei sottoporre la mia situazione alla vostra attenzione ed avere spiegazioni in merito.

Agli inizi di luglio ho fatto dei prelievi di sangua al fine di stabilire la prsenza di anticorpi anti citomegalovirus.

Il referto ritirato il 04 luglio scorso indicava:

- CMV IgG: 0,2 ua/ml (valori di riferimento: 0,0 - 0,4);
- CMV IgM: POSITIVE.

Su consiglio del mio medico ho ripetuto il prelievo in quanto, a suo dire, spesso ci si trova difronte a falsi positivi.

Il referto ritirato oggi 02 settebre indica:

- CMV IgG: 0,2 ua/ml (valori di riferimento: 0,0 - 0,4);
- CMV IgM: POSITIVE.

Sono molto preoccupato in quanto ho letto tante cose non buone circa la positività a questo virus.

Quali sono le cause di questa infezione?
Cosa significa essere "malati" di citomegalovirus?
Quali sintomi dovrei avere o aver avuto?
Ci sono cure per debellare il virus?

Grazie per la pazienza.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
l'infezione da Citomegalovirus può durare molti mesi ma è una malattia assolutamente benigna nei soggetti sani.
In questi casi l'infezione si acquisisce con la saliva o con colpi di tosse come tutte le infezioni respiratorie.
Solo raramente può dare complicanze ( epatiti, polmoniti) che però guariscono spontaneamente.
Solo in caso di immunodeficenza ( tapiantati, AIDS, neoplasie) è necessaria una terapia.
Nel suo caso non deve fare asssolutamente nulla.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Grazie.