Utente 186XXX
Salve , a causa di problemi di disfunzione erettile l'urologo mi ha consigliato di fare un ecodoppler penieno, prima pero' devo prendere per un mese cialis 5 per 4 gg. a settimana. Coma mai mi devo sottoporre prima a questa cura con il cialis?se facessi l'eco senza prendere niente i risultati sarebbero falsati?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

particolare e non comune l'indicazione clinica terapeutica e poi diagnostica ricevuta.

La procedura classica che si segue generalmente è prima fare le valutazioni diagnostiche, per capire la causa del problema, e poi impostare la terapia mirata a risolvere il problema.

Comunque ora ridiscuta il tutto con il suo andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
L'assunzione del Cialis non modifica i risultati dell'esame doppler richiesto dallo specialista;peraltro non ha neppure il valore di una cura in quanto,una volta terminata la sua assunzione,lei si ritroverà ad avere gli stessi problemi di prima.Pertanto sotto la guida di un esperto faccia gli esami opportuni (sicuramente utile il doppler penieno) e la terapia indicata nel suo caso specifico.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il tadalafil (cialis) è un vasodilatatore ed ha una azione terapeutica, migliorativa delle funzioni erettili, tutte le volte in cui il sistema arterioso sia
"pigro", alterato, ristretto, sclerotico..........
Per tali motivi , dovendo fare una valutazione ecodoppler delle arterie peniene si dovrebbe informare il paziente di non utilizzare tali prodotti nei 3-4 giorni antecedenti l'esame proprio per consentire una valutazione "concreta" dello stato circolatorio del paziente.
La modalità dell'ecodoppler dopo terapia con Cialis avrebbe un senso per verificare se (??) una terapia continuativa con tadalafil possa aver migliorato (rispetto ad un dato di base !) il sistema vascolare.
E' chiaro che noi non possiamo sapere quali dati volesse valutare il suo medico curante che, solo, avendola conosciuta direttamente e valutata, dovrebbe essere in grado di prescrivere le indagini diagnostiche opportune e corrette
qualche informazione in più su www.andrologiaroma.net
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Comunque ora, come già consigliatole, ridiscuta il tutto con il suo andrologo e poi ci aggiorni, se lo desidera.
[#5] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
salve ,grazie per la risposta, a me ,da profano ,è sembrato strano che un ecodoppler penieno dovesse essere effettuato dopo una cura. ho pensato che magari il cialis poteva servire dopo aver effettuato l'eco.La domanda che faccio è la seguente: posso sottopormi all'ecodoppler senza aver fatto prima la cura prescritta?
Grazie per l'attenzione.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo a meno che non ci siano particolari e specifiche ragioni cliniche che però solo il suo andrologo conosce.

Generalmente in questo modo è possibile valutare una situazione clinica all'origine.