Utente 220XXX
Salve, ho una domanda da porre.
Ieri sera ho avuto un rapporto sessuale PROTETTO con una prostituta, ma il profilattico si è rotto durante il rapporto.
Me ne sono accorto dopo 2 minuti circa dall'inizio, quindi penso di aver avuto il glande libero dal preservativo per non più di un minuto.
Ho chiesto, ripetutamente, alla ragazza se avesse malattie sessualmente trasmissibili ed avesse fatto controlli: lei mi ha risposto di essere sana e di essere seguita da un dottore, ma come si potrà ben comprendere io sono pervaso da un'ansia incredibile.

Le mie domande sono:

-ammesso e non concesso che la ragazza fosse HIV positiva (pur avendomi detto il contrario), quante possibilità ci sono che abbia contratto il virus? (dettaglio non proprio elegante, ma credo di utilità ai fini della risposta: la ragazza era abbastanza "arida", non ho avvertito sinceramente l'umido del liquido vaginale)

-ho letto da più parti che la terapia PPE viene somministrata solo in caso di rapporto con un sieropositivo accertato, dunque è inutile che lo chieda. Quali sono gli esami che devo fare per verificare se ho contratto il virus? Devo effettuare i due esami dopo 3 e 6 mesi, oppure ve ne sono alcuni da effettuare prima?

Ringrazio infinitamente in anticipo per le eventuali risposte.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il rapporto può dirsi ad alto rischio purtroppo.

E' utile farsi seguire dal medico di fiducia che potrà dirsporle le analisi: meglio se dermatologi venereologo per la valutazione di eventuali forme infettive muco cutanee.

Attenda almeno un mese dall'episodio salvo nuove comparse di qualsiasi genere a livello dei genitali.

Saluti