Utente 188XXX
Gentile staff,

da qualche mese soffro di un problema abbastanza comune relativo alla barba: dopo ogni rasatura la pelle del viso e della parte sotto mento e collo si irrita in modo piuttosto vistoso dando origine talvolta a fenomeni di follicolite e formazione di foruncoli. Ho una situazione di pelle morbida, delicata e particolarmente sensibile, abbinata però ad una barba molto dura e che cresce rapidamente in direzioni diverse e ciò mi costringe a rasature quotidiane e ad effettuare molte passate in mille direzioni diverse. La durezza della barba inoltre mi obbliga anche ad aumentare la pressione del rasoio, se non lo faccio il rasoio si "incaglia" provocando taglietti qua e la. ho provato in diversi modi: applicare il gel da barba diversi minuti prima per ammorbidirla, utilizzo il miglior rasoio manuale in commercio, effetto un leggero scrub mezz'ora prima della rasatura, utilizzo un dopobarba delicato abbinato alla pomata Bactroban su consiglio della mia farmacista di fiducia. Tutti questi accorgimenti hanno migliorato notevolmente la situazione, ma comunque nella zona dei baffi permane una situazione di irritazione ed infiammazione perenne dei follicoli, facendo apparire tale zona scura e appena dopo la rasatura rigonfia. Ho anche provato a lasciarla crescere per qualche giorno ma è stato assai peggio: desquamazione della pelle, foruncoli di notevoli dimensioni, senza contare che alla rasatura i peli più lunghi erano difficilissimi da tagliare.

Ciò che mi chiedevo è: al di là di tutte le terapie per combattere la follicolite e ridurre le irritazioni e le piccole infezioni, sarebbe altresì utile sfoltire ed indobolire i peli della barba attraverso una seduta di laser o luce pulsata? Non voglio liberarmene completamente, perchè in quanto uomo giustamente fa parte dei miei tratti somatici, ma è veramente dura e ispida, se riuscissi a ridurne quantità e resistenza nei confronti delle lame del rasoio sono convinto che la situazione migliorerebbe notevolmente.

Attendo quindi un vostro parere, grazie dell'attenzione!
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
il laser ideale per migliorare il suo problema è il Neodimio Yag 1064 nm ad impulso lungo. Vi sono numerose pubblicazioni al riguardo che riportano la tecnica come consigliabile, oltre alla mia personale esperienza.
Mi raccomando si rivolga ad un dermatologo: prima infatti bisogna confermare la diagnosi di pseudofollicoliti della barba, poi vanno capite bene le modalità di trattamento. Se infine decide si sottoporsi a questo tipo di terapia si faccia rilasciare i parametri utilizzati (marca e modello, fluenza, spot, tempo di esposizione) che possono essere utili in un secondo momento.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore, per curiosità il metodo e l'apparecchiatura che consiglia mirano ad una riduzione di numero e diametro dei peli oppure a risolvere solo lo stato congestizio ed infiammatorio del follicolo?
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Dipende come calibra il lanciafiamme :-) Se utilizza certi parametri e con una certa frequenza otterrà una depilazione per così dire permanente, se usa parametri meno invasivi otterrà solo l'effetto sui follicoli. Va da sé che il rischio di un diradamento della barba è alto e deve essere messo in conto, ma di questo ne può parlare solo con il professionista.
Le volevo poi sottolineare come la mia fosse stata una risposta basata su una ipotesi diagnostica: la parola definitiva spetta come sempre a chi l'avrà in cura.
Di nuovo cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora, prenderò appuntamento con il mio dermatologo e chiederò un parere a proposito della soluzione che mi ha indicato.

Saluti!