Utente 220XXX
Salve ho 29 anni e ad inizio agosto radendomi ho notato la presenza di 5 piccoli pallini che mi davano prurito.
Ho consultato immediatamente un venereologo che mi ha detto si trattavano di molluschi contaggiosi, e ha provveduto a bruciarli.
La terapia che mi è stata data era di applicare un unguento, non ricordo a base di cosa, per una 10ina di giorni 2 volte al di.
Andato qualche giorno fa a visita di controllo scopro essersi formati altri 7 molluschi anche questi prontamente bruciati.
Adesso sto ripentendo la terapia, ma proprio stamane ho notato la presenza di un pallino (similbrufolo) particolarmente rosso alla base del pene che, a differenza dei molluschi, fa male al tatto. Cosa potrebbe essere? Perchè sto impiegando tutto questo tempo a guarire... solitamente sono un soggetto con una veloce ripresa.
La visita di controllo è fissata per il 15 corrente mese, ma inizio a preoccuparmi.
E' il caso sottopormi a esai particolari per l'individuazione di una qualche malattia venerea grave o meno?
Vorrei un indicazione per sapere che tipo di analisi richiedere... ad esempio analisi del sangue e specificarne il perchè?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
il similbrufolo potrebbe essere un brufolo.
da qua possiamo solo consigliarle di continuare il percorso iniziato col collega che è l'unico nella priviliegiata posizione di poter fare una diagnosi.
dalla diagnosi del tipodi lesione si procede alle eventuali analisi per dimostrare o smentire l'ipotesi in ballo.
fare tutte le analisi senza un indirizzo ha poco senso.
cordialmente
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile collega,

concordo col collega, dal momento che solo visitando si può capire quanto questa ultima lesione sia diversa dalle precedenti.

cordialità