Utente 220XXX
salve,
sono una ragazza di 22 anni, non fumo, non bevo, ho avuto qualche problema di ansia anni fa. Ultimamente da 4 mesi mi succede di avvertire fastidi al petto, a volte dolori sia a destra che al centro, tipo fitte, a volte sento il battito come se fosse lento, una debolezza al petto con o senza oppressione che mi spinge a respirare profondamente con la bocca per sentirlo meno. Ciò che mi spaventa è che ultimamente sento difficolta a camminare, sento affanno, come se non ce la facessi. Il mio medico, quando ancora quest'ultima difficoltà non c'era ha provato a darmi due compresse di valeriana al giorno, sospettando ansia. E da otto giorni la sto provando ma la difficoltà a muovermi e i fastidi al petto continuano. Devo preoccuparmi? devo fare una visita al ps?non verifico il mio stato cardiologico da due anni.
Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I sintomi che riferisce sono abbastanza vaghi e non specifici per patologie cardiache. In ogni caso, prima di eseguire una visita cardiologica Le consiglio di praticare gli esami del sangue per evidenziare (ad esempio) un eventuale stato anemico/carenziale, oppure uno squilibrio ormonale o elettrolitico, che possano essere responsabili della Sua sintomatologia. Ne parli al Suo medico di famiglia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Grazie infinite per la risposta. Cercherò di seguire i suoi consigli. Potrebbe essere una semplice manifestazione ansiosa, visto che lo sono?Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In effetti anche l'ansia potrebbe manifestarsi con sintomi come quelli da Lei riferiti. Comunque, non trascurerei l'esecuzione di un prelievo di sangue come consigliato nella precedente replica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio,
scusi ancora..il fatto che non si presentino la notte potrebbe escludere patologie organiche e favorire la tesi dell'ansia?
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Certamente sì!
Saluti
[#6] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Scusi, dottor Fedi,
approfitto della sua disponibilità per un altro dubbio.
Nel pomeriggio sono andata a correre. A parte un po di affanno, sono riuscita nel mio intento non sentendo nulla di preoccupante. Finita la corsa, però, sento un dolore al centro del petto di moderata intensità. Ha rilevanza? Potrebbe supportare la tesi di qualcosa di più?La ringrazio anticipatamente
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' estremamente improbabile che il disturbo da Lei lamentato possa essere ricondotto ad un problema cardiaco, considerato che Lei è una giovane donna, di costituzione fisica esile e senza riferiti fattori di rischio cardiovascolare.
In ogni caso, vista la spiccata preoccupazione circa la salute del Suo cuore, forse una visita specialistica cardiologica completa di test da sforzo potrebbe servire a fugare definitivamente ogni Suo dubbio.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio,
forse le mie preoccupazioni sono legate al fatto che poco tempo fa
a mio padre è successo uno scompenso cardiaco e ne sono influenzata. In ogni caso, cercherò di seguire il suo consiglio, anche perchè il dolore rimane.
Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se il sintomo (dolore al centro del petto) permane per molte ore, potrebbe trattarsi di reflusso gastroesofageo, esacerbato dall'ansia o dall'attività fisica. Ne parli al medico curante.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Ancora grazie
[#11] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Il mio medico sospetta anemia quindi dpvro fare le analisi del sangue.attendo i risuktati grazie
[#12] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se vuole, ci tenga aggiornati.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Posso quindi stare tranquilla sul cuore?
[#14] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Con i limiti di un consulto a distanza, direi proprio che può stare tranquilla.
Esegua gli esami consigliati, e poi se vuole ci faccia sapere.
[#15] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Certo, in ogni caso analisi e visita di misurazione pressione e percezione dei battiti con lo stetoscopio sono molto rilevanti?
[#16] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non sono certo di aver compreso il senso della Sua domanda.
Comunque, se il Suo medico nel corso della visita avesse avuto dei dubbi sulla Sua situzione cardiaca, glielo avrebbe detto ed avrebbe senz'altro richiesto un approfondimento specialistico. Se invece si è orientato verso la richiesta di esami del sangue, come peraltro le avevo consigliato anch'io nella prima replica, vuol dire che non ha avuto dubbi sullo stato di buona salute del Suo cuore.
Cordiali saluti
[#17] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
si si volevo sapere proprio questo, cioè se da una semplice visita con macchinetta della pressione e quando si sentono i battiti con lo stetoscopio il medico percepisce un problema cardiaco
[#18] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Confermo quanto Le ho risposto nella precedente replica.
[#19] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
risultati delle analisi:
emoglobina ok, tutto ok, superiori alla norma di poco solo un alfa beta nel protidogramma e per le urine abbondante flora microbica
Mi sento tranquillizzata ma allo stesso tempo un po allarmata perchè il problema persiste. Posso chiederle un consiglio?
[#20] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se il problema che persiste è il dolore al torace, come Le ho già detto potrebbe trattarsi di reflusso gastroesofageo. Se invece si tratta della percezione di irregolarità del ritmo cardiaco, come Le ho già detto potrebbe essere indicata una visita specialistica cardiologica con eventuale test da sforzo.
In entrambi i casi sarà il medico curante a decidere cosa fare, sempre tenendo presente che l'ipotesi più probabile (con i limiti di un consulto a distanza) è quella della somatizzazione dell'ansia.
Cordiali saluti
[#21] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio, il sintomo piu avvertito è il blocco nella respirazione e l'affanno da sforzo. La tengo aggiornata sulla decisione del curante. Saluti
[#22] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Approfitto anzi della sua disponibilità per segnalarle un'altra cosa: a volte sento una tensione sotto il mento prima della gola per intenderci e anche un fastidio alla gola. Sento anche una specie di battiti in gola. Mi scuso se le chiedo di qualcosa che forse non è il suo campo ma pensa debba controllare la tiroide?
[#23] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Anche questo è un sintomo che può essere correlato con ogni probabilità ad uno stato ansioso, lascerei stare la tiroide.
Cordiali saluti
[#24] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Grazie, un elemento di supporto in più...
[#25] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Anche se io ho sofferto di qualcs di simile di ansioso..tipo nodo alla gola..stavolta m sembrava diverso tipo proprio un battito..ma la causa sarà la stessa...
[#26] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Un ultimo chiarimento: secondo lei può essere qualcosa ai polmoni o un reflusso gastroesofageo senza dolori allo stomaco...?
[#27] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' inutile,anzi lo considero controproducente, continuare a fare ipotesi diagnostiche a distanza: lasci decidere al Suo medico, che ha la possibilità di visitarLa "dal vivo", cosa è più indicato nel Suo caso.
Cordiali saluti
[#28] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio