Utente 186XXX
Buongiorno, Sono un ragazzo di 24 anni, 1.75 altezza, 75kg di peso. Da 5 anni eseguo regolari controlli di routine esami del sangue e dell urine. Sempre tutto ok. Nel 2009 ho eseguito tutta la trafila di esami necessaria per rilascio certificazione medica sportiva agonistica per boxe. Tutto ok. Mi alleno da circa 8 anni, con i pesi e di pugilato alternando i 2 tipi di attività. Sabato sera ho svolto un allenamento piuttosto intenso, indossando una tuta sauna (quelle tipo domopak per sudorazione). Dopo ca un'ora e mezza dalla fine dell'allenamento ho accusato un dolore alla parte bassa dello sterno. Preoccupato mi sono recato in PS, dove mi sono stati fatti: 2 elettrocardiogrammi a distanza di 8 ore Esami del sangue RX Torace I risultati dei vari esami sono stati: Glicemia sopra la norma (avevo appena cenato) Potassio sotto la norma Probabile soffio al cuore di 2/6 e cuore grosso (ipotesi entrambe da verificare con esami specifici gia prenotati) Gli esami delle trombine per verificare se il cuore ha subito lesioni invece erano tutti ok. Sono stato quindi dimesso Domenica mattina. Ho gia eseguito esami del sangue oggi e i valori sono rientrati tutti nei range. Il mio medico di base però sostiene che possa molto piu probabilmente trattarsi di un problema muscolo-scheletrico perchè il dolore cambia a seconda della posizione (intenso se sono seduto, sopportabile da sdraiato, quasi nullo in posizione eretta). In effetti questo peso allo sterno, è una sensazione gia provata dopo alcuni allenamenti per i pettorali, o per gli addominali alti. Però non riesco a collegare il dolore allo sterno a nessun "Muscolo" Qual'è la vostra opinione in merito? E con quali esami posso approfondire la probabile causa? Vi ringrazio infintamente per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esegua una prova da sforzo al cicloergometro, anche se la sintomatologia che lei riferisce non fa minimamente pensare a problemi cardiologici. E dato lo sport che fa sarebbe opportuno che lo ripetesse ogni anno.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore per la risposta;
La aggiorno
Ho eseguito visitica specialistica cardiologica + ulteriore elettrocardiogramma + ecocardiocolordoppler in cardiologia medicina dello sport.
Il cuore è a posto, non c'è ipertrofia ne il soffio.
Ho eseguito poi ecografia allo sterno/torace e mi è stata riscontrata una distrazione al pettorale destro di 7*3mm nella parte interna in basso che si attacca allo sterno.
Per una settimana dopo l'ecografia il senso di peso/oppressione allo sterno è sparito.
Mi è tornato mercoledi, dopo aver pranzato e non se ne va più.
Sono sempre a riposo da attività fisica e da sforzi.
Nel frattempo mi sono venuti, (o meglio dire tornati dopo 3 anni di tranquillità) attacchi di panico, esaurimento e depressione per via di un periodo difficile (lavoro, mutuo. acquisto casa ecc.) e per la mia ipcondria che
Anni fa mi fu diagnosticata una gastrite dopo una radiografia con il sofato di bario.
Ho paura che questo senso di oppressione possa essere dato da qualcosa di piu serio, in quanto leggo su internet che il dolore allo sterno puo essere sintomo di tumori all'esofago o allo stomaco.
Il mio medico di base, sostiene sempre che si tratti di un dolore muscolo scheletrico, che ci può mettere anche mesi a passare.
Qual'è la vostra opinione in merito?
Grazie infinite.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' eco osteomuscolare mostra un problema muscolare, il dolore che lei riferisce e' tipicamente osteo-muscolare...perche' mai deve pensare ai tumori?
Le sconsiglio di andare su internet a cercare diagnosi astruse.
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore,

Ma quanto può impiegare a riposo totale un problema del genere a scomparire?
Sono fermo da quasi un mese.
Nel frattempo ho rintracciato la pschiatra dalla quale andai 3 anni fa, per cercare di contenere attraverso qualche seduta la parte "ansiosa" del problema.