Utente 220XXX
Salve,o meglio buona sera visto che è l'1.23 di notte,volevo presentare il mio problema ma con una premessa,sono maggiorenne e non voglio parlarne con i miei genitori poichè ho problemi di grossa identità con l'oro,comunque sia questa notte ho misurato il mio pene in erezione e misura più o meno (mm più,mm meno) 14Cm il che è veramente strano visto che circa 2 anni fà era di ben 17 Cm e mezzo (Netti) e non sò propio che fare,non sò come muovermi vicino a casa mia c'è un centro che si occupa anche dell'andrologia ma suppongo si paghi molto e io non lavoro e per questo vorrei chiedere un consulto a voi che mettete la vostra conoscenza a disposizione degli altri in modo totalmente gratuito,non sò propio che fare sono in paranoia più totale!(All'inizio pensavo che fosse un problema di misurazione magari avevo sbagliato ma non è così ,difatti ho provato a misurarlo in tutte le maniera ma è sempre 14Cm,che posso fare?Può essere dipeso dalla masturbazione?Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
le visite le fanno anche alla ASL e non costa nulla.
le occorre una valutazione specialistica per mettere ordine e obiettività alla situazione.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un pene di 14 cm di lunghezza è un pene ASSOLUTAMENTE NORMALE e che le può consentire di avere rapporti validi e soddisfacenti con tutte le ragazze, donne che vorranno avere rapporti con lei.
salvo casi particolari e poco probabili in gioventu', il pene non può diminuire le sue dimensioni.
Le ribadisco la opportunità, se si sente a disagio, di andare a farsi vedere con una richiesta del SSN ds uno specialista andrologo o urologo di un ambulatorio convenzionato.
Non esistono terapie mediche o modalità fisioterapiche che possano modificare le dimensioni del pene
cari saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile lettore,


è opportuno visitarla e valutare l'elasticità del tessuto del pene.

Aggiungo e sottolineo che le misurazioni effettuate da lei e non da un esperto sono assolutamente normali.

cordialità
[#4] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro Utente, concordo sul fatto che una visita specialistica presso un bravo uro-andrologo servirà a chiarire il problema. A volte le cose sono più semplici di quel che sembra. E' sufficiente misurare il pene con criteri differenti e la dimensione inevitabilmente varierà: la misurazione standard si effettua a partire dalla cute antistante l'arco osseo del pube, ma se Lei effettua la misurazione a partire dalla base peniena ventrale, la misurazione sarà maggiore di qualche cm. Visto che Lei è piuttosto giovane per avere una retrazione patologica del pene, è possibile che Lei abbia effettuato due misurazioni con criteri differenti a distanza di un anno? Ci pensi e naturalmente, cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Grazie a tutti delle diagnosi e possibili cure,avevo dimenticato di dire una cosa molto importante, sempre circa 2 anni fà,avendo fatto dei controlli mi era risultato che l'ormone somatotropo era basso e quindi dovevo procedere con una cura ma poi mia madre ha lasciato perdere tutto,può significare qualcosa?Inoltre sono stato 3 mesi ingessato alla gamba,questo potrebbe aver compromesso la mia elasticità dei tessuti?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per quale motivo era stato fatto un dosaggio dell'ormone somatotropo?

Lasci perdere poi la gamba ingessata e, senza fare strane correlazioni cliniche basate solo su sue misurazioni magari non precise, cerchi di consultare un esperto andrologo; nella sua città non ne mancano anche utilizzando il SSN.

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Il dosagio lo ho fatto perchè essendo nato col piccolo male ho preso un farmaco di nome depachin che mi provocò un rallentamento della produzione di questo ormone che era presente in dosi minime,riguardo al ssn come faccio a rivolgermi ad esso?
[#8] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Per una visita con il Servizio Sanitario Nazionale, è sufficiente una richiesta (impegantiva) del Suo Medico curante, da presentare presso un ospedale dove esiste un ambulatorio di andrologia. Cordialità