Utente 216XXX
buongiorno ai gentilissimi dottori, inanzitutto volevo complimentarmi con voi ,del preziosissimo servizio che offrite tutti igiorni. la mia domanda è : soffro di eiaculazione precoce, almeno la penetrazione intravaginale dura non più di qualche minuto, volevo sapere se gli spry a base di lidocaina,venduti anche in comunissimi sexi shop sono affidabili ,o possono nuocere sia alla cute che del pene,e della vagina e possono nuocere ad altri organi, insomma sono pericolosi?? se è si, ci sono prodotti che non sono pericolosi che si possono usare tranquillamente?? attendo con ansia vs riscontro grazie cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Noi non possiamo dare indicazioni esplicite di farmaci:Può chiedere in farmacia qualche crema anestetica comunemente adoperata per piccoli trattamenti superficiali.La lidocaina (soprattutto i suoi derivati)vengono adoperati per infiltrazioni anestetiche nella piccola chirurgia ma non è scevra se assorbita di effetti collaterali anche pericolosi.E' preferibile adoperare le creme vendute in farmacia a scopo anestetico e quindi idonee all'uso analgesico.
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
dottore grazie per la sua risposta, quindi dovrei andare in farmacia?? ma esistono creme o prodotti in grado di ritardare l eiaculazione ?? cordialità
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,
certo che esistono creme anestetiche per ridurre la sensibilità.

è però opportuno, per una semplice linearità metodologica, partire dalla diagnosi di eiaculazione precoce formulata dal medico, per poi passare alla terapia.

le consiglio una visita andrologica.


cordialità
[#4] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
L'eiaculazione precoce non è solo un problema di sensibilità locale ma anche e soprattutto di eccitazione;tant'è che la terapia attuale si basa su farmaci attivi sul sistema nervoso centrale per ridurne l'eccitabilità e la risposta agli stimoli.Certamente una desensibilizzazione locale può contribuire a ritardare l'orgasmo.I prodotti ad uso locale sono quelli cui facevo riferimento prima e sono acquistabili in farmacia.Naturalmente se il fenomeno dovesse essere particolarmente fastidioso per una armoniosa vita sessuale le consiglio di ricorrere alla consulenza di un andrologo e/o all'eventuale supporto psicosessuologico.A presto.
[#5] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
ringrazio vivamente i signori dottori per la prontezza e professionalità nel rispondermi,ricorrerò a visita andrologica per risolvere il problema,approfitto per ricomplimentarvi per il lavoro prezioso che svolgete . cordialità
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo al coleghi nella risposta.
La prima tappa è un'accurata visita andrologica che possa sia confermare la diagnosi di e-p ,che comprendere l'etiologia della sua disfunzione, al fine di evitare facili e vane medicalizzazioni e fai da te non proficui alla risoluzione delle sue difficoltà sessuali.
Per quanto riguarda le cause, in ambito sessuologico, si parla di multifattorialità ,vi sono diverse cause,a vari livelli (organici, infiammatori, personali,di coppia,iatrogeni, da cattivo apprendimento sessuale,generali,psicologici,intrapsichici),che interagendo tra di loro,producono e mantengono il disturbo clinico
L'e.p, necessita di un approccio olistico e poliedrico, proprio per l'alto impatto che ha sulla qualità di vita, sulla coppia, talamo ed autostima, spesso preparando il terreno a possibili future vulnerabilità erettive.
Le creme, così come gli spray, non sono risolutivi, ma eventualemente sintomatici, cioè funzionano fini a quando lei li adopererà, con il rischio di anestetizzare anche la sua partner.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione
Legga il mio blog, troverà molti articoli sull'e.p.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
dottoressa la ringrazio infinitamente, domanda. ma quante visite debbo fare per questa e.p lei sta parlando almeno da quanto a scritto, di psicologia,psichiatria,andrologia, approccio olistico e poliedrico, multifattorialità. scusi dottoressa ,ma lei può immagginare la mia perplessità!







cordialità
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
La visita è una ed una sola ed è andrologica, di psichiatrica io non ho mai parlato.
L'approccio terapeutico indicato all'e.p, potrebbe essere:
-counseling psicologico, con una particolare attenzione alla sfera della sessualità
-psicoterapia,
-terapia di coppia ad orientamento sessuologico,
-trattamento integrato( farmacoterapia e terapia mansionale),
-farmaco on de mand( cioè al bisogno, somministrato sempre e soltanto dall'andrologo).
Lo spray e simili, non sono curativi, l'e.p., correla con tantissimi altri fattori, che vanno oltre la questione sensibilità.
Cordialità.
[#9] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
dottoressa molto probabilmente ho letto male io,(intrapsichici) pensavo si riferisse a eventuale visita psichiatrica, le chiedo umilmente scusa,la ringrazio infinitamente per avermi risposto ricorrerò presto a visita andrologica. cordialità
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

in attesa di fare la valutazione andrologica, oltre alle indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
egregio dott beretta, la ringrazio ancora. ho appena letto l articolo pubblicato sul vs sito relativo all e . p . ho letto di questa dapoxetina , bè sembra ,come dire una manna dal cielo, come posso fare per averla? ci vuole la ricetta? debbo sottopormi comunque a visita andrologica? ossequi
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non so cosa lei abbia letto precisamente, comunque le consiglio anche questo blog sul farmaco da lei indicato:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/165/Eiaculazione-precoce-inibitori-della-Ricaptazione-della-Serotonina-Dapoxetina .

Detto questo poi le confermo comunque che questo farmaco può essere prescritto da andrologo solo dopo una attenta e completa valutazione della sua reale situazione clinica.

Un cordiale saluto.
[#13] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
grazie a tutti i gentilissimi dottori, nell attesa della visita che eseguirò per il 10 ottobre , avreste qualche suggerimento per un rimedio "on de mond" visto che tra qualche giorno incontrerò la mia compagna? grazie infinite!
[#14] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

può già rendere più omogenea la frequenza delle eiaculazioni, cioè ridurre l'intervallo tra un eiaculazione e l'altra, dal momento che più breve è l'intervallo maggior può essere il tempo precedente l'eiaculazione.

cordialità
[#15] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per la suaprontezza nel rispondermi, metterò in atto questa tecnica ! cordialità