Utente 220XXX
Salve a tutti i dottori qui presenti. Avrei una forte preocupazione riguardante dei sintomi del mio pene.
Ho 37 anni e non ho particolari problemi di salute. Ultimamente la mia ragazza ha avuto un problema sulla sua vagina, che sicuramente me lo ha trasmesso ma che io non riesco a guarire contrariamente a lei. Comunque i miei sintomi che ho un forte bruciore la parte alta del pene e spesso, anzi quasi sempre da 6 giorni, del liquido che mi fuori esce dal pene e mi macchia le mutande di un liquido simile cremoso. Durante la notte quando mi trovo ad avere la max erezione sento un fortissimo dolore e volendo andare al bagno mi brucia. Mi devo preoccupare e' qualcosa di grave?.

Grazie ancora per la Vostra attenzione e per la Vostra consultazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Lei deve immediatamente rivolgersi ad un andrologo per eseguire una serie di indagini diagnostiche per la ricerca di malattie sessualmente trasmesse.E' molto probabile si tratti di una uretrite gonococcica o da altri patogeni.Dovrebbe inoltre dirci quale infezione ha contratto la sua partner in quanto è un utile orientamento per la sua diagnosi.Ci faccia sapere.A presto.
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

le verosimile infezione sessualmente trasmessa deve essere subito diagnosticata , ma di certo si ricordi di estendere la cura anche alla compagna al fine di effettuare una terapia di coppia, vista la "dimensione duale" della sessualità e-ahimè- della attuale infezione.

cordialità
[#3] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
La mia donna ha avuto una cistite che lo ha curato con degli antibiotici e che ha portato a buoni benefici. Io li sto prendendo da qualche giorno ma gli unici risultati sono quelli di un lieve miglioramento del bruciore, specie quando bevo tanta acqua.adesso purtroppo o per fortuna, non mi trovo in italia per lavoro. Ma torno lunedì, pensate che sia cosi' grave.
[#4] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Come da Voi consigliato mi sono fatto fare un'esame sulla coltura secr. uetrale con antibiogramma. Con esito negativo di batteri. Ma la cosa che mi preoucupa e' che ancora ho perdite durante il giorno di un liquido cremoso e nonstante prendo dei antibiotici , ancora mi brucia quando vado in bagno. Cosa dovrei fare ora? a quale specialista dovrei rivolgermi. Grazie ancora per la Vostra Att.ne.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se sta prendendo degli antibiotici, le valutazioni colturali da lei fatte possono essere non significative.

Termini la terapia indicatale, aspetti almeno 15 giorni dalla fine dell'antibioticoterapia e poi ripeta , sempre sentendo per un parere finale il suo andrologo, le indagini colturali, soprattutto se i sintomi ed i disturbi da lei lamentati sono ancora presenti.

Nel frattempo le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,


la asenza di germi non significa che lei non possa avere in atto una infiammazione non batterica capace di crearle fastidi e sintomi anche importanti
si faccia seguire da uno specialista urologo od andrologo,
a roma non le sarà difficile trovarli nel pubblico e nel privato
cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la valutazione andrologica poi ci aggiorni, se lo desidera.
[#8] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Avendo preso tutti i consigli da Voi dati, sono andato da un urologo e mi ha diagnosticato un Ortica.
Che cos'e' un ortica? E' grave? Mi devono operare o e' una terapia antibiotica?.
Grazie ancora per la Vostra consulenza.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ortica no, orchite forse. Controlli meglio.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se è un orchite, come dovrebbe essere, in fase acuta la terapia è quasi sempre farmacologica (antibiotici, antinfiammatori, ecc.) .

Un cordiale saluto.