Utente 839XXX
Gent.Dottori, sono una ragazza di 28 e un'acne insorta di recente (3 anni circa), dopo diverse cure tra cui il Roaccutan, è al momento rimasta in forma lieve ma insistente e resistente persino ai peeling con acido salicilico fatti dal dermatologo (pelle secchissima dopo 3 gg e subito ricompaiono brufoletti dolorosi non appena desquamata). Premetto che ho eseguito dosaggi ormonali in più periodi diversi del mese e nel tempo non si sono rilevati problemi endocrini d'alcun tipo, nè tantomeno epatici, surrenalici, intestinali ecc. ecc. è necessario un altro ciclo di roaccutan per guarire definitivamente? considerando poi che dopo il primo ciclo di 2 anni fa la mia acne era del tutto migliorata..In genere il secondo ciclo, in un caso lieve, dovrebbe fare miracoli no?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentilissima Utente,
personalmente consiglio il raggiungimento di una dose cumulativa totale di isotretinoina di almeno 130 mg per kg di peso corporeo, ma in casi gravi propongo tranquillamente i 150 mg. Vuol dire che un soggetto, ad esempio di 50 kg di peso, dovrà assumere 150x50= 7500 mg totali. Solo dopo aver raggiunto questo dosaggio possiamo parlare di parziale insuccesso, che è statisticamente previsto anche con l'isotretinoina. Per le donne può essere consigliato proseguire il trattamento con una pillola estroprogestinica (il cui progestinico sia dotato di debole attività antiandrogena) in base ad una serie di fattori che solo con la visita dermatologica potrà focalizzare.
Le consiglio pertanto di ritornare dal suo specialista per proseguire il trattamento: quello che le ho scritto è solo un riferimento grossolano che naturalmente va applicato al suo specifico caso che, dalla sede telematica, non è possibile inquadrare.
Cordiali saluti