Utente 385XXX
Salve,
ho 29 anni e circa 15 giorni fa, per la prima volta in vita mia, un paio di ore dopo una masturbazione mi si è parecchio gonfiata la pelle del pene, del prepuzio in particolare, senza altri problemi particolari.
Ho associato immediatamente il fatto alla mastrubazione poco prima effettuata, ho intuito che si fosse trattato di un edema ed infatti il gonfiore è rientrato nel giro di 24-48h.

Premettendo che non sono circoinciso, nè soffro di fimosi od altro, la pelle di tutto il pene mi sembra tutt'ora, a 2-3 settimane di distanza, lievemente più gonfia e "gommosa" di come fosse prima dell'episodio di cui sopra. Potrebbe trattarsi di una mia fissazione, per carità, però soprattutto per quanto riguarda il prepuzio ho questa sensazione.

Potrebbe trattarsi di una conseguenza dell'episodio riportato (es. liquidi linfatici non ancora completamente riassorbiti) o devo preoccuparmi?

Grazie mille della disponibilità
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Il gonfiore del prepuzio può essere certamente conseguenza di una qualche attività sessuale, verosimilmente comportante un discreto stress "meccanico" locale (altrimenti non avverrebbe). Penso che visto che Lei non riferisce una evidente fimosi, la cosa migliore sia una attenta visita presso un andro-urologo, in grado di aiutarLa al meglio. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi permetto di suggerire aggiungendo a quantpo detto il collega conti di tenere il pene in alto, magari fissato alla pancia con cerotto. Aiuta a sgonfiare Ovvio il consiglio di farsi vedere
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,


corretto provvedere a tenere il pene in posizione anti-declive, cioè addossato alla pancia, come già anticipato dal collega.

solitamente il riassoribimento di liquidi può essere lento ma meglio escluderlo con una visita specialistica.


cordialità
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno,
purtroppo in questo periodo mi è impossibile avere in consulto medico per motivi di lavoro (se voglio tenermelo, e ne ho bisogno, non posso assentarmi... è assurdo ma il periodo è così).

Attualmente ho la sensazione che il pene si sia sgonfiato (dopo quasi un mese, ma non sono neanche sicuro che lo sia davvero, va a momenti)...
però ora la pelle dell'asta (non del prepuzio), specie quando "scappellato" mi sembra come se fosse rimasta allungata (come se si fosse dilatata per l'edema, poi, riassorbiti i liquidi fosse rimasta vuota)...
a riposo la pelle dell'asta sembra come quella delle mani degli anziani, con poca elasticitià, dove la tiro stà, e pare abbondante rispetto a prima (ripeto, proprio sull'asta, anzi, sembra quasi che la pelle si accumuli verso la base del pene)...
delle cose due, o mi si è ritirato il pene o mi si è allungata la pelle...
posso farci qualcosa?
In erezione nessun problema.

Grazie dell'aiuto
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dal suo racconto non si evince alcunchè di patologico. Si faccia vedere per sicurezza.
[#6] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2007
Niente, il gonfiore è passato, ma la pelle dell'asta (non quella del prepuzio) mi è rimasta "lasca".... è aumentata, la posso prendere tra le dita e si allunga parecchio, quando scopro il glande mi si arriccia alla base del pene... ed è vuota e molle...
riprenderà la sua elasticità naturale o me la devo tenere così?

Non mi crea problemi, se non estetici...
Grazie
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

difficile consigliare a distanza qualsiasi terapia.

valuti a distanza di qualche giorno la sua situazione.

cordialità
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non credo nulla di che. Vediamo che succede.
[#9] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2007
mi sono inoltre accorto che quando il pene è a riposo, l'asta è di almeno 1-2 cm più corto del solito, con la conseguenza che la pelle devve arrotolarsi di più su sè stessa gonfiandosi.

Dopo un pò che il pene (sempre a riposo) viene lasciato libero o lo smuovo un minimo si distende tornando a com'era abitualmente fino ad un mesetto fa...

insomma, a riposo è tutto "raggrinzito", molto più di quello che è sempre stata la norma e la pelle, che è sempre uguale, deve avvolgersi di più creando spessore...
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Alla sua età non posdsono esistere malattie organiche che accorciano il pene. Alla mia sì. tenga presente che il pene si accorcia in relazione a stimoli ansiogeni, scatenati anche dalla attenta ispezione dell' organo.