Utente 221XXX
in seguito a un forte trauma alla base della spina dorsale, mi si è formato un grosso ematoma. non si è potuto procedere ad eliminare il sangue nei primi giorni tramite l'aspirazione con la siringa, e adesso il chirurgo consulato mi ha detto che è in fase di calcificazione. dopo più di un mese dalla visita, il gluteo molto duro al tatto e sulle lastre si vede l'ematoma calcificato, che mi provoca dolori sia alla schiena, sia al gluteo che alla gamba fino al ginocchio sx. il mio medico che mi ha visto ieri, adesso parlava di "togliere" chirurgicamente il nocciolo duro dell'ematoma che invece di ridursi, sta aumentando. faccio presente che ho anche una iperlordosi lombare e angolatura anteriore del coccice... mi è stata consigliata visita fisiatrica.
ho difficoltà a star seduta, a camminare - specialmente in discesa - e a guidare l'auto!
ringraziando invio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
In fase di calcificazione? E' sicura di aver capito bene? Ad ogni modo prima di procedere chirurgicamente le consiglierei di far studiare meglio la lesione: con l'ecografia, con la TC o con la RMN, a seconda di cio' che sembrera' piu' utile al Collega che la sta seguendo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Lo studio accurato della lesione,è il consiglio più saggio! Infatti i punti controversi sono:
l'incremento di volume alquanto strano per un'ematoma "calcificato"- l'irradiazione della sintomatologia dolorosa se non determinata dalla "calcificazione"in prossimità dell'emergenza del nervo sciatico,potrebbe dipendendere dai problemi della colonna.
Segua il suggerimento del Collega Spina.
Saluti