Utente 221XXX
Buongiorno, a causa di un varicocele che mi porto avanti dall'età di 10 anni l'anno scorso all'età di 28 anni mi sono recato da un urologo per la sua rimozione. Il medico mi ha fatto eseguire diversi esami per vedere se era il caso di operare o meno primo fra tutti spermiogramma, ed in seguito altri. Lo spermiogramma non è migliorato da prima dell'operazione a dopo, pubblico l'ultimo effettuato.

volume 3.3 ml
colore avorio
aspetto opalescente
viscosità assenza di filamento completa
ph 8.4
concentrazione spermatozoi <0.1 milioni/ml
cellule rotonde numerose
leucociti 1.0 milioni/ml
emazie assenti
osservazioni rari nemaspermi mobili, valutazione morfofunzionale non possibile a causa dell'esiguo numero

Mi ha fatto eseguire anche degli esami ormonali
S-TSH 3.71
S-LH 3.9
S-FSH 2.8
S-Prl 11.1
S-Testosterone 6.55

MICRODELEIZIONE DEL CROMOSOMA Y non ha evidenziato delezionio nelle regioni analizzate

Al momento dell'operazione per il varicocele (eseguita in laparoscopia con clampaggio della vena) mi era stato proposto di eseguire anche la biopsia del testicolo, ma per delle incomprensioni con la segretaria che ha fissato l'appuntamento per l'operazione questa non è stata eseguita.

Ora il mio medico mi dice che il prossimo passo è effettuare la biopsia del testicolo per sapere come mai i miei spermatozoi non maturano. Volevo sapere se ci sono controindicazioni alla biopsia e se davvero è necessario effettuarla o c'è la possibilità di effettuare altre analisi per arrivare ad una soluzione del problema.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente la biopsia serve per recupare degli spermatozoi per poi poterli usare per una eventuale gravidanza, lgli inconvenienti possono essere di tipo infiammatorio - infettivo.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come già indicato dal collega Quarto, la biopsia testicolare non deve servire solo per una diagnosi ma per recuperare eventualmente spermatozoi da crioconservare e da utilizzare per una successiva tecnica di fertilizzazione assistita.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.

[#3] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
In realtà il mio medico mi ha detto che serve a vedere se il problema sta nei testicoli oppure nei vari dotti che lo sperma attraversa per la formazione degli spermatozoi. A me è stato detto che da questo test si vede se ci sono problematiche risolvibili o irrisolvibili. Se si può intervenire e come.

Non abbiamo mai parlato di crioconservazione per una futura gravidanza, ma solo di un esame per vedere la terapia da effettuare.
[#4] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Il mio problema è che se possibile non vorrei effetture questo intervento. Siccome mi è stato detto che con alcune cure ormonali il problema potrebbe risolversi vorrei sapere se la biopsia è necessaria oppure se si può provare una cura senza effettuare la biopsia.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione non possiamo darle indicazioni terapeutiche specifiche, comunque i dosaggi ormonali inviati sembrano normali ed una eventuale strategia diagnostica invasiva, come quella a lei indicata, deve sempre essere fatta in un ambiente dedicato e pronto all'occorrenza a recuperare e a crioconservare eventuali spermatozoi trovati.

Ne ridiscuta con il suo andrologo che spero abbia chiare e precise competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile collega,

concordo con i colleghi che hanno anticipato un concetto: la biopsia diagnostica (utile cioè a capire come funziona il tessuto testicolare) non può che essere anche terapeutica-se fatta in mani esperte (cioè servirà anche per congelare spermatozoi da utilizzare per un percorso di fecondazione in vitro).
Ecco perchè le viene consigliato di effettuarla in mani esperte, cioè in un centro che crio-conservi gli spermatozoi......per non intervenire un'altra volta.


cordialità
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ora, risentito l'andrologo, poi ci aggiorni, se lo desidera
[#8] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le risposte. Mi informerò con il mio medico per effettuare la conservazione degli spermatozoi se deciderò di seguire i suoi consigli.

Grazie.
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


la sua storia dovrebbe essere precisata meglio,
Se esistevano dubbi circa la possibilità di una patologia ostruttiva, questa doveva essere definita prima di operare un varicocele !! non dopo !
In chirurgia non dovrebbero esserci "gli errori della segretaria!!!!!" esiste una responsabilità diretta personale.
Con questi dati non vedo alcuna utilità di una biopsia diagnostica
pensi di rivolgersi ad un centro PMA e procedere con una ICSI utilizzando qualche spermatozoo eiaculato
lasci operdere altri interventi ed, immagino, spese di soldi e speranze
cari saluti
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ora comunque risenta il suo andrologo e, se ci sono dubbi sull'indicazione che riceverà, è pure indicato sentire una terza campana.

Ancora un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
scusi se mi ci metto pure io, ma sarebbe il caso di valutare lo spermiogramma a distanza di 6-7 mesi da varicocelectomi, personalmente in presenza di spermatozi eiaculati, con ormoni regolari non vedo la necessità di biopsia. Personalmente congelerei spermatoi eiaculati, che quando sono così pochi si può finire a zero in men che non si dica.