Utente 303XXX
Gentili Dottori;
sono un uomo di 29 anni e ho fatto ciclismo a livello agonistico e altri sport x quasi 20 anni.
Qualche mese fa, visti i numerosi fastidi all'apparato genitale e problemi d'erezione mi sono fatto visitare da uno specialista che, dopo un eco doppler ai testicoli, uno penineo dinamico, esame del sangue e spermiocoltura non ha riscontrato nessuna anormalità tranne un batterio chiamato E.coli. La cura è stata terapia antibiotica più antinfiammatori per 15 gg e dei consigli molto utili quali evitare cibi piccanti, evitare il ciclismo per qualche mese ed evitare di trattanere l'eiaculazione.Dopo queste cure il tutto è notevolmente migliorato ma, appena ripresa la stagione ciclistica seppur in maniera amatoriale anzichè agonistica col batterio che non è passato, mi sono tornati gli stessi sintomi e ritornato dallo stesso specialista che, volendo io evitare altre cure antinfiammatorie e antibiotiche a lungo termine, mi ha consigliato Viagra, dose 25mg al bisogno un'ora prima del rapporto che ho evitato di prendere visto il suo costo eccessivo. Volevo chiederVi se il problema di disfunzione erettile puo' essere provocato da questo batterio E.coli che fa una fatica a guarire oppure dai fastidi alla prostata (prostatiti??) provocate dal ciclismo? Visto che il Viagra vorrei evitare di prenderlo,che non ho intenzione di smettere di correre in bicicletta visto che sono ancora giovane e che non potrò prendere antibiotici ed antiinfiammatori sempre, avete qualche altra soluzione per risolvere il mio problema?
In attesa di una Vs risposta Vi ringrazio anticipatamente e vi porgo i miei piu' cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se la carica batteriologica e' significativa per un'infezione,con una sintomatologia positiva,la terapia va seguita,così come le precauzioni consigliate,sia alimentari,che sportive che contraccettive.La prostatite,comunque,si cura.Cordialita'