Utente 127XXX
Salve a tutti,
sono un ragazzo di 20 anni. Ho sempre avuto capelli molto sottili ma molto folti, anche se da un annetto-due ho un accenno di stempiatura che però non mi ha preoccupato particolarmente, ritenendola fisiologica. Purtroppo nell'ultimo mese sto invece notando una eccessiva quantità di capelli caduti, in particolar modo perchè rotti o fragili. Inoltre noto un discreto diradamento, principalemente nell'estremità centrale della zona frontale, dove una piccola sezione di capelli è diventata "pelo vello". Noto anche una cattiva qualità del capello, molto più crespo. Non ho mai avuto problemi legati alla forfora. Sto attraversando un periodo particolarmente stressante che dura da 2-3 mesi (ho anche perso 6-7 kg, passando da 86-87 a 80 kg per 188 cm). Mio padre aveva una calvizie evidente, mentre entrambi i miei nonni presentano/avano solo stempiatura e diradamento. La pelle è abbastanza grassa e ho sofferto di una lieve forma di acne. Il mio medico di base non ha riscontrato tracce di "anomalie" sul cuoio capelleto e mi ha rassicurato, parlando di un normale diradamento dovuto al passare degli anni, anche se mi ha consigliato di andare da un dermatologo per un controllo completo.

Volevo chiedervi se esistevano degli esami specifici che potessero determinate se il diradamento e la rottura siano determinati da condizioni psico-fisiche oppure si tratta di una condizione patologica? In entrambi i casi quali dovrebbero essere le linee guida terapeutiche?

Premesso che in questi giorni dovrei sostenere una visita dal mio dermatologo, per stare più tranquillo, vorrei solo conoscere meglio l'approccio terapeutico e/o i sintomi che possano distinguere una patologia da una condizione fisiologica, per evitare di andare incontro a trattamenti farmacologici eccessivi (non è sfiducia nel mio dermatologo, ma essendo laureando in medicina mi accorgo purtroppo della superficialità di alcuni (spero) futuri colleghi). Grazie mille per la disponibilità!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Con la visita dermatologica ed esami dermoscopici del capello potrà essere sicuro della diagnosi e delle eventuale terapia: il tutto in sede dermatologica!
saluti a lei.
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della risposta.
Ho sostenuto la visita dermatologica e mi è stata diagnosticata una leggera dermatite seborroica. Mi è stata prescritta una cura che si divide in:
-vitamine in compressa da prendere quotidianamente (Dermocomplex)
-lozione per il cuoio capelluto da applicare la mattina (Bio Thymus)
-mousse da applicare la sera e lasciar aggire per 1 ora prima dello shampoo (Flogan Mousse)
Ed infine mi ha consigliato di utilizzare uno shampoo specifico (Biophase), meno aggressivo ed indicato per i soggetti affetti da dermatite seborroica (senza nichel).

Mi ha dunque rassicurato dicendomi che la terapia non è in alcun modo invasiva e di ripassare tra 2 mesi.

Volevo chiedervi un parere sulla cura e sapere magari qualcosa in più su i risultati e le tempestiche. Se la cura dovesse funzionare, indicativamente, quanto ci vorrà per vedere i primi risultati? I risultati dovrebbero essere inspessimento dei capelli? ricrescita? Una minore caduta? Una maggiore qualità?

Grazie mille!