Utente 507XXX
Egregio dottore,

da circa un mese ho notato che i piedi e le caviglie sono gonfi, cosa mai successa prima. Ho 61 anni, e alcuni giorni fa per altri motivi ho fatto un emocromo ed un esame delle urine. Questi i risultati:


esame urine risulta aspetto limpido
colore giallo chiaro
reazione acida
densita' 1004
Il resto e' tutto assente con 6-8 leucociti.

Emocromo:
globuli rossi 3780000
emoglobina 11.7
ematocrito 34.5
mcv 91.0
mch 30.9
mchc 33.9
piastrine 258000
globuli bianchi 4100
neutrofili 45.2
linfociti 44.8
monociti 5.80
eusinofili 3.80
basofili 0.40

sideremia 79
ferritina 32

Mi chiedo se la bassa intensita' urinaria, globuli rossi un po' bassi ed ematocrito un po' bassi con il sintomo del gonfiore possono gia' essere indicativi di un problema
renale. Tenga presente anche che ho, per problemi gastrointestinali, alimentazione molto ridotta. Sono un po' preoccupata. La ringrazio in attesa di un'eventuale risposta












































































Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Piero Mignosi
24% attività
16% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gent.Utente,
in riferimento al caso clinico da Lei evidenziato,preso atto del basso valore del peso specifico urinario (1004) e del lieve stato anemico (Hb.11,7) e' da ritenersi utile uno studio completo della funzionalita' renale.
Altresi' sarebbe opportuno eseguire albuminemia+proteinemia totale nell'ipotesi che i riferiti edemi declivi (piedi gonfi) possano riconoscere uno stato disprotidemico da ridotto introito proteico dovuto ad incongrua alimentazione.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dottore,
intanto La ringrazio per la risposta e Le assicuro che faro' i controlli che mi ha consigliato. Avrei pero' ancora una delucidazione da chiederLe.
Nella mia precedente non ho dettagliato che in questo momento e da circa qualche mese la mia alimentazione e' composta esclusivamente da alcuni omogeneizzati (due o tre) al giorno, un po' di pane o pasta e un po' di formaggio. Quindi mi rendo conto che e' veramente esigua e mentre cerco di risolvere il problema dell'alimentazione magari con integratori o altro( potrebbe andar bene un nutrizionista?) sorgono dubbi.
Detto cio' la mia domanda e':
e' un caso che i miei sintomi siano comuni a due patologie (stato disprotidemico o insufficienza renale) oppure e' la scarsa alimentazione che ha provocato un eventuale problema renale? Insomma vorrei essere tranquillizzata sul fatto che magari riequilibrando l'alimentazione possa risolversi anche l'altro problema. Oppure sono due problemi completamente diversi? La ringrazio ancora