Utente 221XXX
Salve vi espongo la mia situazione,

ho fatto pochi giorni fà il test del dosaggio delle ige totali ed è risultato di 110.
dovendo fare un concorso pubblico mi viene richiesto che questo valore sia inferiore a 100,anche se sarebbe più opportuno che si attesti intorno agli 80 o se possibile ancora più inferiore(onde l'eventuale somministrazione di eventuali prick test che risulterebbero posititvi).
Dato che dai prick test recentementi fatti sono risultato allergico a molti tipi di piante come graminacce,betulla,nocciala ecc, che tra l'altro mi causano solo una leggera rinite e un leggero arrosamento degli occhi niente di più grave(ma solo nel periodo che va da giugno a settembre), mi chiedevo se rifacendo le ige totali in un periodo come febbraio, quindi lontano dalla fioritura di queste piante, le troverei più basse di quanto sono ora dato che le ho fatte proprio nel periodo più "critico".

Altrimenti c'è qualche metodo per riuscire a ridurre le ige, anche solo per qualche giorno, tramite l'aiut di corticosteroidi o altro?

La ringrazio per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Le Sue domande hanno anche un risvolto di carattere etico per cui le rispondo solo parzialmente senza commentare oltre.
E' possibile trovare valori più bassi di IgE nel periodo in cui l'esposizione è minore.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio innanzitutto per la risposta e l'attenzione. Spero propio che dovendo fare le visite in inverno quei 10 punti di valore in pìù si abbassino...
Anche perchè non trovo il nesso per cui qualcuno debba essere escluso da una certa professione per una lievissima allergia quando al giorno d'oggi esistono farmaci capaci di risolvere la situazione.

E per quanto riguarda un eventuale vaccino? La terapia durerebbe 5 anni? é fattibile poi essendo io allergico a piu di una pianta?

Saluti
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
In genere i soggetti polisensibilizzati non sono i migliori candidati al vaccino antiallergico, ma ogni caso è storia a sé e quindi dovrebbe essere valutato.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Mi permetta un'ultima domanda

La durata del vaccino so che si attesta introno ai 5 anni è corretto?
ne esistono di più brevi?
Se la risposta alla seconda domanda è no come presumo, iniziando subito il vaccino nel giro di un anno è possibile che i valori delle ige totali si riducano?


Nel ringraziarla la saluto
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
1. il vaccino si fa per almeno 3 anni;
2. non è detto.
Saluti,
[#6] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la pazienza innanzitutto,
se posso vorrei chiedere un'ultima cosa

Cominciando il ciclo di vaccini il prima possibili indicativamente dopo quanto tempo si verificherebbe una riduzione dei valori delle ige totali?
Saluti
[#7] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Le ripeto che non si può prevedere se (aggiungo: e quando) le IgE totali possano ridursi.
Cordialmente,
[#8] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per l'infinita pazienza e disponibilità
I suoi consigli mi sono stai utili

Saluti