Utente 524XXX
Egregi Dottori,
vorrei chiedere il vostro parere in merito ad una situazione che sto affrontando negli ultimi 2 o 3 mesi circa. Innanzitutto vi riassumo il quadro iniziale: quest'anno ho effettuato per tre volte un intervento al pene. La prima volta a febbraio per frenulo corto; tuttavia non ho risolto il problema, e pochi mesi dopo ho effettuato un intervento di circoncisione. Il tessuto si rimargina dopo breve tempo, e vi faccio notare che ho applicato gentalyn beta sui punti. Ciò nonostante avevo un punto del pene, in particolare, dove premendoci avvertivo dolore. L'andrologo mi fa una ignezione (non ricordo di cosa, ma il bruciore era molto intenso) senza risolvere il problema. A questo punto, con il terzo intervento ha operato in quella zona che mi faceva male e da questo momento in poi ho risolto non ho più avvertito alcun dolore (probabilmente sarà stato un punto che non si è assorbito). Quindi, più volte tra interventi e visite ho depilato la zona intima ma non ho mai avuto problemi di peli incarniti o brufoli. Tuttavia negli ultimi 2/3 mesi (dallo scorso intervento) capita spesse volte il sorgere di brufoli (come i classici brufoli presenti in viso) nonostante magari non sia stato neanche la conseguenza dovuta ad un pelo incarnito. Escludendo l'ipotesi "igiene intima" perchè per fortuna non manca mai, cosa potrebbe provocarli secondo voi ? Inoltre, purtroppo, non ho potuto fare a meno di notare la comparsa di peli nella zona posteriore del pene ( dov'è la linea del frenulo ) e più precisamente in "alto" dov'è, se così chiamarlo, il prepuzio, non mi pare normale... cosa mi consigliate? In particolar modo di interessa la questione "brufoli", devo usare un prodotto in particolare ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Credo opportuno Gentile utente, completare il lungo iter chirurgico che ha purtroppo dovuro affrontare con una visita specialistica venereologica (con l'esperto di cute e mucose genitali) al fine di prestabilire con esattezza di cosa si sta parlando : molteplici sono le situazioni genitali (anche infettive) che possono assomigliare ai cosiddetti descritti "brufoli" ed in ogni caso, è necessario stabilire la diagnosi corretta, impossibile in questa sede.

la peluria sull'asta è un reperto del tutto normale, ma rilancio quello che ritengo il miglior consiglio, che ogni uomo dovrebbe praticare almeno una volta nella vita e soprattutto in caso di dubbi sulle proprie situazioni cutenee e mucosali genitali.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo e Venereologo,
Malattie Sessualmente Trasmissibili, ROMA

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente concordo in pieno con il collega Laino poichè quelli che lei chiama brufoli potrebbero essere tutt'altra cosa una volta effettuata la visita dermatologica venereologica.Fino ad allora non applichi prodotti alla cieca che potrebbero risultare più dannosi che utili.
Cordiali Saluti
Dr.Alessandro Benini