Utente 222XXX
Buona sera, se vi scrivo e' perche' ad oggi malgrado visite presso specialisti continua a presentarsi il problema che ho inserito in oggetto.
In pratico ho un ciclo di arrossamento del glande che arriva ad un suo culmine con a volte dei leggeri non so come dire spellamenti della pellicina ma un po piu al di sotto del glande per poi giungere ad una situazione di stasi cioe' di apparente guarigione.
Ho consultato prima un prof. dermatologo il quale dopo svariati esami di cui mi sono preoccupato e non e' uscito nulla ma lui gia' lo prevedeva, ad esempio sifilide, mi ha detto che avevo una banale balanite e mi ha prescritto delle pomate.
Risultato non ho risolto il mio problema che mi tiene giu di morale.
Nel frattempo sono ritornato dal prof dermatologo, ma purtroppo il vs collega non e' riuscito ad aiutarmi o ad indirizzarmi e devo pure dire che mi sono rivolto ad uno dei piu rinomati, ma con cio' non voglio fare alcuna allusione, mi e' solo sembrato non che si sia tanto interessato al problema.
Nel frattempo lo scorso inverno ho avuto dei dolori bassi e mi sono rivolto ad un andrologo il quale mi ha diagnosticato una infiammazione alla prostata, mi ha prescritto tante volte esame di urine e di liquido seminale, solo la prima volta delle tante che sono andato da lui mi e' uscito escheriacoli nel liquido seminale, mi ha dato una curetta antibiotica e il problema si e' risolto, pensate che poi in svariati periodi ho ripetuto esame urine e liquido seminale senza avere piu alcun problema e in piu mi ha detto di prendere periodicamente pasticche naturali per la prostata PROSTIL D7, mi ha fatto pure ecografia della prostata e testicolare ma non e' uscito nulla di preoccupante.Io facevo pure presente di avere sempre periodicamente il problema dell'arrossamento del glande ma lui mi diceva che erano fasi transitorie che sarebbero passate con altre pomate che mi ha prescritto e lavaggi.
Vi scrivo perche oltre ad avere il mio medico curante che e' una donna che e' brava alla quale ho accennato qualcosa del mio problema ma non vi e' stato un approfondimento.Insomma non so cosa fare e vedo che anche usando dei saponi intimi buoni il problema si ripresenta.Pensate che quando stavo male e avevo il dolore basso ho pure fatto tutti gli esami al fegato perche pensavo cose brutte, ma nulla di che tutto a posto.
ho pure fatto in svariati periodi il test hiv ed e' uscito negativo, ( l'ho provato in diverse strutture), l'ultimo medico analista con il quale siamo diventati amici mi ha detto di non ripetere piu nulla.Io non mi sento di essere ipocondriaco, ma il mio problema e' quello.Non se se c'e' alcuna attinenza ma da qualche tempo soffro a volte di dolori muscolari e a periodi e poi per finire fin da piccolo ho sempre sofferto di faringite e tonsillite tante' che le tonsille le ho dovute levare da grandetto e ogni volta che mi viene una faringite mi si ripresentano i dolori e con semplici antinfiammatori non riesco a risolvere il problema.
Vi chiedo aiuto su

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non credo che sara' il web a risolvere il problema.L'unica osservazione che posso fare e' di non collegare sintomatologie diverse ad un'unica fenomenologia clinica(balanite).Ha notato la coincidenza con l'assunzione di farmaci antiinfiammatori e/o antibiotici?Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Conviene che lei si rivolga ad un dermatologo meno rinomato e meno professore,ma più attento ai problemi deli pazienti.Probabilamente si tratta di una alterata reattività tissutale da correggere con opportuni trattamenti.Buona fortuna.Ci tenga informati.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua la saggia indicazione datale dal collega Izzo e si ricordi che in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta precisa, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare, sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico .

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta il suo medico di fiducia e, su sua indicazione, poi scegliere lo specialista di riferimento corretto

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
sicuramente mi faro' consigliare dal mio medico curante, e vi informero' sui risvolti.
Vi ringrazio per la vs utile vicinanza alle persone
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, qua siamo ed aspettiamo sue nuove.