Utente 207XXX
Cari dottori Buon giorno!
Vi scrivo perchè ormai in preda ad un problema un po particolare. Premetto, delle volte mi pone delle impedenze tali da essere sconfortanti in quanto, volendomi preparare per il test "UNI-MED" per l'anno prossimo, quando si arriva a livelli alti del problema devo anche bloccarmi con gli studi. Dunque, tutto è iniziato 1 anno fa, mi è stata diagnosticata la tachicardia e la pressione "ballerina" che passa da alta a bassa e viceversa senza preavviso. Non essendo un problema grave, abbiamo preferito attendere con il medico curante onde capire se trattavasi di qualcosa di transitorio. Ed in effetti così è stato, per 1 anno nulla, poi ecco 2 attacchi nel giro di 2 mesi di panico, al secondo mi somministrano valium 15 gocce e mi rispediscono a casa dicendo di dover consultare il medico e prendere 10 gocce di xanax all'occorrenza. Passa 1 settimana e i sintomi spariscono, sto di nuovo bene ma faccio notare, dopo aver preso un attimo coraggio, che è da 2 anni che ho una scarsa quantità di liquido seminale, talvolta anche assente. Il medico, tenendo presente che l'ansia è durata pochissimo e considerando l'ipoposia. Dunque il medico riconduce tutto ad un problema di testosterone, pericolosamente basso perchè, tra le tante cose, ho notato che ho sempre meno voglie sessuali (che sia masturbazione o sesso) e che i sintomi anziosi sono totalmente spariti alla mia interruzione di ogni pratica sessuale (Cosa che aumenta il testosterone). Inoltre, aggiungo : ho un dolore forte ai testicoli, soprattutto dx, non sempre ma spesso quando sono eccitato e si propaga fin dove di solito corrisponde l'appendice. Ho sempre, ripeto, SEMPRE dolori in direzione della prostata e con il medico ancora non capiamo di cosa trattasi. Voi cosa ne pensate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
io penso che abbia bisogno di un consulto con uno specialista onde mettere ordine nelle varie interpretazioni del malessere e sopratutto dei dolori testicolari.
dove ha letto che l'astinenza aumenta il testosterone?
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente come detto dal collega va messo un pò di ordine, in particolare i dolori testicolari potrebbero essere legati ad un infiammazione, mentre per il testosterone le cause possono essere diverse
[#3] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Gentili dottori, ho eseguito uno spermiogramma a seguito e vi posto i valori :
volume : 1,8 ml
aspetto : avorio opalescente
viscosità : lievemente aumentata
fluidificazione : completa a 30 minuti
VALUTAZIONE MICROSCOPICA
Numero nemaspermi 34 milioni/ml
Numero totale : 61 Milioni/eiaculato
motilità dopo 60 minuti : 50%
TIPO DI MOTILITA' :
30% Lineare veloce
10% Lineare lenta
10% Discenetica o non lineare
50% Immobile

MORFOLOGIA
90% Normale
2-3% acrosoma ingrossato
2-3% colli ingrossati e code attorcigliate
2-4% forme doppie

OSSERVAZIONI MICROSCOPICHE A FRESCO
Il campione ha inoltre evidenziato la presenza di rare cellule di sfaldamento epiteliale, alcune emazie, alcuni leucociti e rari ammassi di nemasperma.



Ho 19 anni, il campione è stato portato dopo circa 15 minuti dal raccoglimento presso in laboratorio.

ASTINENZA : 3 giorni
PH : 8

Come lo trovate? E' disastroso? O va bene?








Per quanto riguarda il fatto che il testosterone aumenti con l'astinenza, volevo soltanto intendere di aver letto che quando è basso e ci si masturba questi tenda a calare ulteriormente e che con del riposo può aumentare tornando negli standard o meno ma non che se ne produca di più. Purtroppo, mi sono espresso male e su internet si trova tanta immondizia e tante notizie false, per questo vi ho scritto e continuo a scrivervi in quanto il forum è eccellente come ECCEZIONALE siete voi medici, tutti, che collaborate aderendovi. Spero di poter aver presto vostre idee sull'esito del mio spermiogramma, in attesa di poterlo mostrare al mio medico il prossimo Lunedì.