Utente 219XXX
Gentili dottori sono una ragazza di 22 anni. In seguito a due rapporti a rischio e una candida vaginale che nonostante le visite ginecologiche e i trattamenti con azoli non sembra passare mi sono sottoposta a vari test per l'HIV. L'ultimo è stato effettuato a 99 giorni dall'evento a rischio, con esito NEGATIVO. Sul referto non è presente nessuna indicazione, di nessun genere, semplicemente "HIV: NEGATIVO". Ho telefonato al laboratorio per chiarimenti e informazioni sull'attendibilità del test e mi è stato detto che si trattava di un test di nuova generazione e di alta sensibilità, senza specificare ne il metodo, ne la generazione. Inoltre aggiungo che il test presso questa struttura ha un costo di soli 10 euro (prezzi asl dicono loro).
Chiedo cortesemente il parere di voi Dottori e la valutazione di questa situazione. Vorrei capire se devo ripetere il test, e se un laboratorio privato secondo la vostra esperienza è valido quanto una struttura pubblica. Sono davvero preoccupatissima. Ho paura che la vaginite micotica che mi è stata diagnosticata e che nonostante le cure non sembra passare sia dovuta a un deficit immunitario.
Ringrazio anticipatamente e attendo con ansia un vostro responso.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
a fronte di varie situazioni in cui ci sono delle eccellenze anche nei laboratori privati (in genere quelli più grossi e convenzionati) direi che, indubbiamente, l'ideale sarebbe ripetere l'esame presso una struttura pubblica, che dà tutta una serie di garnazie (non ultima quella della chiarezza rigurdo a questo esame)

In bocca al lupo