Utente 222XXX
Egregio Dottore,

leggendo sul web ho appreso nozioni che mi hanno molto confusa. Io vivo in campagna con la mia famiglia, e non ho mai fatto caso a diverse cose.
Sono pertanto a chiederle alcuni chiarimenti:

- Nell'intestino degli animali, uccelli e pesci si possono formare tossine dannose per l'uomo? Se queste vengono eliminate con le feci, c'è rischio ovunque di venire a contatto con la tossina? (io vivo in campagna, tra mucche e caprette :-)), o addirittura anche pulendo un pesce? O venendo a contatto con gli escrementi degli uccelli (facile per chi vive in campagna) e non sempre stiamo a lavarci le mani.

- Ho letto che alcune tossine, tipo botulino, si forma anche nelle larve e nei vermi...ma in qualsiasi tipo? Per esempio quelli presenti nel terreno, nelle verdure, nella frutta, le lumachine...

I miei figli giocano sempre all'aria aperta, tra l'erba dove pascolano i ruminanti, mettono le mani in bocca dopo aver giocato con la terra, non hanno problemi a giocare con un vermetto, saltano nelle pozzanghere... anche se la mamma gli urla dietro... E la mia abitudine è fargli lavare le mani prima del pranzo, e doccia prima di andare a letto.

La mia paura verso tali tossine derivano dal fatto che leggo ne esistano di letali anche in piccole quantità.

La prego, mi può dire a questo punto, a quali rischi siamo esposti?

Grazie, buon lavoro.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

il contatto con le feci di un animale (contatto oro-fecale, per esempio tramite mani contaminate di feci che si toccano la bocca) espone al rischio di zoonosi, se l'animale fosse infetto.
Ma tale rischio non è esclusivo solo dei bambini di campagna; anche in città i prati cittadini abbondano di residui fecali di cani.

Le zoonosi più importanti sono la brucellosi, la salmonellosi, l'echinococcosi; consideri anche l'Escherichia Coli, di cui recentemente si è parlato riguardo alla epidemia in Germania.

Sul botulino, nessun problema; la tossina viene prodotta dal clostridium solo se questo viene confinato in un ambiente privo di ossigeno, come accade a volte nelle conserve alimentari.

Tuttavia, non bisogna nemmeno allarmarsi eccessivamente; è sufficiente che i suoi figli rispettino quelle giuste abitudini che lei ha insegnato loro: non mettersi mai le mani alla bocca quando giocano sui prati, lavarsi spesso le mani e non solo prima di mangiare ma ogni volta che si entra in casa.
L'alternativa sarebbe quella di "blindarli" in casa? sarebbe un'assurda alternativa; nel momento in cui si viene al mondo si sa che qualche rischio di ammalarsi di malattie infettive lo si corre; basta seguire le comuni regole di igiene e pulizia.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio Dottore, è stato veramente chiarissimo... Internet confonde così tanto, che mi era venuto il panico, anche solo a pensare ad un vermetto che si trova nella frutta!!! In un testo si parlava di spore che nell'intestino degli invertebrati o altri animali possono generare tossine letali!!!
Quindi di letale per strada o tra i campi, non c'è nulla, vero? Io ho sempre evitato ovviamente siringhe, vetri..ma nulla di più, non ho mai pensato che tossine alimentari o simili, cmq letali potessero trovarsi per strada..., in eventuali tracce di cibo o negli animali...
Non sono una maniaca dell'igiene, ma rispetto le norme base che integrerò con i suoi preziosi consigli, ma se mio figlio gioca fuori che sia tra i campi o per strada non mi creo il problema, crede io sia troppo superficiale? A volte si perde un pò il senso della realtà con la maternità, Lei si sente di darmi qualche consiglio? Ad ogni modo, La ringrazio. Distinti saluti.
[#3] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dottore, spero risponderà al mio quesito. Cosa può succedere se si viene a contatto con insetti (compresi ragni, scarafaggi, mosche, larve, etc...) morti? Come già le spiegavo, vivendo in campagna, capita, come oggi tra l'altra, che i miei figli, giochino nelle grotte che sono piene, e ho il terrore che possono rimaneresu qualche loro vestito. Per quanto possa essere assurdo, se incidentalmente si ingoia, si rischia la morte? La prego dottore, nn consideri nulla questa mia richiesta, in realtà è un pò collegata a quella di cui sopra di cui non ho ricevuto risposta.
La ringrazio vivamente.
[#4] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
come le ho detto sopra,
il contatto con il mondo esterno rappresenta un rischio, ma per fortuna il nostro organismo ha un sistema immunitario che sa difendersi quasi sempre dai pericoli esterni