Utente 186XXX
salve, ho 27 anni e da un anno più o meno combatto con la prostatite. il tutto cominciò con una colite spastica e col tempo la situazione non è migliorata. gli esami colturali, gli ultimi che ho fatto, sono stati negativi, e lo spermiogramma presentava valori tutti nella norma... ma continuo ad avere problemi. al momento dell'eccitazione, di fronte a fenomeni banali come il vedere semplicemente una bella ragazza, sento un fastidio nella zona rettale e spesso e volentieri ho un forte indolenzimento testicolare...dopo un anno mi sento alquanto deluso dai vari specialisti e alquanto sconfortato pure..
per giunta negli ultimi tempi dopo il rapporto avverto un insopprimibile bisogno di urinare..
la mia prostatite è da considerarsi cronica?
quali esami posso fare per capirci qualcosa oltre ai soliti spermiogramma, spermiocoltura?
vorrei tanto risolvere questa cosa e tornare ad una vita sessuale senza problemi.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Innanzitutto bisognerebbe sapere se le indagini batteriologiche sono state complete per tutti i possibili patogeni delle vie genito.urinarie,e quali sono stati,se ce ne sono stati,i patogeni responsabili.Dopodicchè si potrà capire se la persistenza dei disturbi dipende da una mancata eradicazione di una infezione,da un residuo processo infiammatorio successivo all'infezione o da una possibile aggiuntiva somatizzazione degli iniziali disturbi.La prostatite è sicuramente la "bestia nera" per tutti gli specialisti del settore ma con molta pazienza e disponibilità si riesce prima o poi ad ottenere qualche successo terapeutico.A presto.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
per sapere, come dice lei, "se le indagini batteriologiche sono state complete per tutti i possibili patogeni delle vie genito.urinarie,e quali sono stati,se ce ne sono stati,i patogeni responsabili", quali esami occorre fare?
Grazie
[#3] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
cioè: quali sono gli esami da fare oltre a spermiogramma e spermiocultura?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

sempre su indicazione del suo medico curante o del suo andrologo, le indagini altre da fare potrebbero essere delle valutazioni ecografiche sulle vie uro-seminali ad esempio ma ora senta in diretta il suo specialista di riferimento.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.