Utente 222XXX
Gentile Staff..
negli ultimi giorni soffro di un problema diffuso al glande: si tratta di un arrossamento/bruciore cui segue un esteso prurito. ad un'attenta osservazione sembra inoltre che vi siano alcune rugosità alla base del glande. Il problema persiste da un po': il mio medico mi consigliò econazolo nitrato crema (pemaryl) 2 volte al dì e lavaggi con Micoschiuma nonchè esami completi delle urine (coltura batterica e test degli antibiotici) cui fare seguire terapia con claritomicina. Gli esami hanno dato esito negativo e intanto la cura proposta portava ad avere una remissione della patologia. Il medico mi consigliava di ridurre le applicazioni di antimicotico ad una per dì per i successivi 7 giorni ma dopo due giorni di tale trattamento, il problema ritornava con medesimi sintomi seppur più lievi. Il fastidio è comunque persistente e pertanto ho richiesto un tampone e coltura funginea. Frattanto ho saputo che durante un rapporto avuto prima della comparsa dei miei sintomi (la prima volta), la mia ragazza, a seguito del contatto con alcune gocce di sperma, ha sviluppato delle macchioline rosse durate appena 24 ore. Quale potrebbe essere il mio problema e cosa potrei fare? inoltre, potrebbero essere messe in connessione le macchie rosse e questo mio fastidio?

ringrazio anticipatamente per l'aiuto.
cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Ragazzo,
la visita dermatologica è indispensabile nel suo caso per un corretto inquadramento diagnostico dell'affezione. Non ci sono solo "i funghi" che possono dare i sintomi da lei descritti, ma ad esempio una dermatite da contatto, la psoriasi, il lichen, ecc..., ecc... Si deve sempre partire da una diagnosi, per lo meno di sospetto, e lei in questo momento ha bisogno di quella.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
beh adesso che rifletto bene, la prima volta che avvertii i suddetti sintomi ero appena venuto a contatto con un condom contenente lidocaina: non era la prima volta che ne usavo uno ma ricordo d'aver avvertito una sensazione di fastidio quasi fosse una puntura cui segui la perdita dell'erezione e una desensibilizzazione del pene che si protrasse a lungo, almeno finchè non fu soppiantata dagli altri sintomi (probabilmente non feci più caso ad essa alla comparsa dei sintomi).
Chiederò un consulto dermatologico nei prossimi giorni dunque.
Quanto all'arrossamento avvenuto alla mia ragazza? è possibile che sia connesso a ciò che potrei avere o potrebbe esser qualcosa di diverso?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente la invito alla lettura del mio articolo sulle BALANOPOSTITI balaniti.

http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15

Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Esimio Dr. Luigi Laino,
avevo già letto il suo interessantissimo articolo, prima di richiedere un consulto un po' più "specialistico" a Voi. In realtà dalla sintomatologia sembra davvero una BALANOPOSTITE, riscontro infatti tutti i sintomi di quella irritante sebbene non comprendo come, dopo tutto questo tempo lontano dall'agente irritante (supposto lattice e/o lidocaina del condom) il problema rimanga.

ricordo inoltre che la mia ragazza ha contrato l'Herpes sulle labbra 2 giorni dopo il nostro rapporto. ma non so se la cosa sia in connessione.

Lei consiglia una vista dermatologica dunque?
[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
La visita dermatologica nel dubbio è sempre consigliabile, meglio se fatta in coppia.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si confermo e aggingo che è meglio non iniziare nessuna terapie fai da te, la quale potrebbe temporaneamente sovvertire la situazione.

saluti a lei.
[#7] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Esimi Dottori..
seguendi i Vostri consigli, nei prossimi giorni prenoterò una visita presso un dermatologo, cosa che, causa il weekend non ho potuto fare prima.
frattanto avrò l'esito del tampone nella giornata di domani ed eventuale antibiogramma in martedì. Ciononostante la cosa "curiosa" è che adesso il fastidio si è spostato nella zona esterna dei genitali esterni, specie nei testicoli ove si alterna un lieve prurito ad una sensazione di continue punture di "spilli" intermittenti. E' normale tutto cio?! :O
ancor di più, è normale la reazione avuta dalla mia ragazza (macchie rosse) dopo il contatto con il mio liquiido seminale?
Vi manterrò comunque informati.
cordialmente