Utente 218XXX
oggi il mio ortodontista mi ha diagnosticato una terza classe scheletrica compensata,
che mi ha provocato diastemi. la spinta della lingua per deglutizione atipica insieme alla crescita mandibolare mi ha aumentato l'overjet sia sopra che sotto.
mi ha sconsigliato la terapia ortodontico chirurgica essendo una terza classe lieve,
dicendo che il mio problema è risolvibile con apparecchio ortodontico e con la logopedia per sistemare a lingua.
ma se la mia è una terza classe compensata, vuol dire che anche la mascella è cresciuta anormalmente insieme alla mandibola?
dato anche che l'altezza facciale è aumentata, se io volessi optare per la chirurgia al fine di avere un aspetto facciale più armonico, che rischi potrei correre?

Grazie per la disponibilità buona serata.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Novelli
20% attività
4% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Fermo restando che è necessario valutare il caso specifico, se il trattamento ortodontico-chirurgico è ben programmato i rischi sono relativi.
E' chiaro che è previsto un' intervento chirurgico che ha possibili complicanze come qualsiasi altro intervento chirurgico. Il consiglio è quello di Avere un colloquio anche con un chirurgo maxillo facciale per chiarire questi aspetti.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Fermo restando le possibilità di correzione chirurgica, "terza classe compensata" indica che il compenso è dato dai denti che compensano la differente crescita tra parte mascellare e mandibolare