Utente 220XXX
Buongiorno,
volevo avere un vostro parere su a chi mi devo rivolgere per il mio problema.
Ad aprile dopo una lunga giornata di lavoro,inizio ad avere un fortissimo prurito ad entrambe le braccia.Lavoro in un discount,e quel giorno(come in tanti altri) mi ero graffiata con i cartoni,il prurito è iniziato proprio da quei graffi.Dopo qualche giorno inizio ad avere forte prurito anche alla gamba destra.L'aspetto era tale e quale alle braccia,bollicine rossicce, ispessimento della pelle e a furia di grattarmi vere e proprie abbrasioni,tanto da dovermi fasciare braccia e gamba prima di andare a letto.
Dopo 2 settimane provando pomate,vado dal medico che mi prescrive un antistaminico.Niente dopo altre 2 sett. vado da un dermatologo,all'apparenza gli sembra un'eczema da inalazione,mi prescrive una pomata cortisonica e un antistaminico più potente.Al termine della terapia avrei dovuto far passare un mese e fare le analisi del sangue allergologici.Tutto fatto ma i rusultati non dicono niente di che,solo una lievissima allergia al pelo di gatto ed a una sostanza del latte,le IgE sono regolari.Quando rivado dal dermatologo la pelle è sempre un pò spessa e il prurito è più sopportabile.Mi dice quindi di prendere l'antistaminico all'occorrenza.
Ora il prurito sta riniziando ad essere insopportabile,ho la visita dall'allergologo prenotata a fine ottobre.
Nel frattempo è bene che io faccia qualche altro esame,a vostro parere?
Ah dimenticavo ogni tanto soffro di psoriasi,localizzata dietro la nuca, sono celiaca e seguo regolarmente la dieta priva di glutine.
Grazie per l'attenzione
Distinti Saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo senza una visita diretta non è possibile fare una diagnosi. Potrebbe integrare gli esami con i patch test, funzionalità renale, epatica e se necessario una biopsia delle lesioni.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Fatti i pacht test 2 mesi fa.Evidenziata allergia forte al nichel,e più lieve ai perabeni,al disperso blu e al cobalto. Ho cercato di ridurre al minimo l'assunzione di nichel attraverso l'alimentazione, ma niente da fare il prurito persiste. Si è placato solo una settimana dopo essermi quasi scorticata la gamba durante la notte.
Cosa mi consigliate?
Non ne posso veramente più.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
con le allergie da contatto che le hanno riscontrato il prurito è la regola, oltre a ridurre l'assunzione di nichel con l'alimentazione io darei importanza (anche superiore rispetto a quella della assunzione alimentare) al contatto con il nichel e gli altri metalli che sono presenti in tantissimi oggetti ed indumenti di uso comune. La prevenzione è la prima terapia per le dermatiti allergiche da contatto, saluti