Utente 193XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un parere prima di procedere sul da farsi. Sono una donna di 46 anni che ha avuto fino a gennaio, dopo 2 gravidanze, un aborto spontaneo e una gravidanza extrauterina, un ciclo mestruale normale e regolare, giorno più giorno meno. Dopo qualche sporadico episodio di ciclo irregolare, in anticipo sui 28 giorni o in ritardo di 10 giorni, a maggio ho incominciato ad avere dei ritardi anomali:
- primi di maggio ciclo
- giugno assenza del ciclo
- primi di luglio ciclo con durata più lunga del normale (10 giorni)
- agosto assenza del ciclo
- primi di settembre..... è dal 4 c.m. che ho piccole perdite ematiche continue, a volte rosine, a volte più scure, un paio di volte abbondanti per 1/2 ore, un paio di
volte, assenti per 12 ore....
Eseguo il pap test e mammografia una volta l'anno, l'ultimo circa 10 mesi fa, negativo. A breve prenoterò una visita ginecologica. Mi chiedevo se fosse il caso di fare degli esami del sangue con conteggio ormonale, e, quanto possono ancora durarmi queste fastidiose perdite.
Premenopausa?
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Potrebbe trattarsi di un periodo di premenopausa vista l'irregolarità.
Se ha vampate o altri sintomi menopausali puo' essere utile eseguire il dosaggio di FSH (alto in menopausa).
Per il resto e' difficile stabilire quanto durerà. Necessita anche di ecografia transvaginale se non eseguita
saluti
[#2] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività +56
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Cara signora,

prima di tutto c'è da dire che non è possibile prevedere l'andamento delle sue perdite.

Fa bene a prenotare una visita ginecologica, perchè prima di tutto è importante valutare la sua situazione generale, lo stato dell'utero e quello delle ovaie.

Una volta escluse patologie a carico di utero ed ovaie, è opportuno valutare come lei stessa ha accennato la sua situazione ormonale.

Vista l'età potrebbe trattarsi di una fase di tipo premenopausale, e in questi casi ci sono degli esami come l'FSH, l'LH ed altri che ci possono dare indicazioni in proposito, ma è importante valutare anche altre cose, la funzione della tiroide per esempio.

Tutto questo però è bene che lo valuti il suo ginecologo di fiducia che la conosce e avrà l'opportunità di fare un accurata valutazione della sua situazione.

Ci tenga aggiornati.

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno, finalmente sono riuscita ad effettuare una visita medica e ginecologica!
Allora, responso della visita ginecologica: " utero av scleroipertrofico - annessi regolari - es sopeculare ectropion" . La ginecologa mi ha richiesto un'ecografia tv nella prima fase del ciclo. Già prenotata.
Mi ha detto che la richiesta di tale ecografia è legata al fatto di poter escludere ogni patologia, come ad esempio i polipi . Mi ha prospettato, per cercare di regolarizzare il ciclo e/o spotting, una blanda terapia ormonale, ma solo dopo l'esito dell'ecografia. Mi ha inoltre detto che probabilmente si tratta della fase premenopausa, anche se ho solo 45 anni. Il mio medico di base nel frattempo mi ha prescritto i seguenti esami del sangue: estradiolo (E2) - LH (luteotropina) - prolattina (PRL) - FSH (follitropina) - progesterone. Vorrei sapere se oltre a ciò dovrei fare altro.
Resto in attesa di un vostro riscontro. Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Ritengo che quanto richiesto dai colleghi sia sufficiente (aggiungerei i dosaggi tiroidei, se non eseguiti di recente)
Riporti l'esito delle analisi
Saluti
[#5] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Buona sera, ecco di seguito l'esito delle analisi:
-prolattina - 9.8
- orm. luteinizzante (LH) - 4.3
- orm. follicolostimolante (FSH) - 2.4
- estradiolo - 350
- progesterone - 0.30

Come li devo interpretare?
Il giorno 5/12/2011 farò l'ecografia interna. Mi è stato chiesto di farla nel periodo subito dopo il ciclo mestruale, ma anche ora ho perdite ematiche + o - consistenti, e decisamente non mi ci raccapezzo più!
[#6] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
I valori appaiono nella norma (l'FSH non e' alto)
Utili, come già detto, i dosaggi tiroidei
Saluti
[#7] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dr. Sergio, eccomi con l'esito dell'ecografia trans-vaginale pelvica.
"Utero antiverso flesso di aspetto sceloipertrofico, sulla parete anterolaterale sinistra in sede corporale si nota fibroma a sviluppo intramurale/sottosieroso di diamentro 18 x 20 mm.; sulla parete anterolaterale sinistra in sede fundica nodo intramurale di diametro 9 mm. circa. Isterometria: diametro longitudinale 10,6 cm.; antero-posteriore 54mm.; trasverso 71 mm. Endometrio di aspetto iperplastico, spessore 20,8 mm., profilo lineare, ecostruttura disomogenea finemente vacuolizzata. Ovaio destro di dimensioni 30 x 13 mm., ecostruttura apparentemente nella norma. Ovaio sinistro di dimensioni 39 x 24 mm., sede di una formazione liquida a contenuto transonico di diametro 26 x 19 mm. ( residui di cisti disfunzionale?). Non liquido libero nel Douglas.
Si consiglia controllo ecografico dopo lo sfaldamento endometriale a giudizio del medico curante."
Bene, e ora? Chi mi ha eseguito l'ecografia, mi ha comunicato che la situazione è riscontrabile frequentemente in pre-menopausa e mi ha anticipato che lo sfaldamento dell'endometrio può avvenire anche tramite terapia farmacologica e non solo tramite intervento. Lo sfaldamento endometriale mi ha detto che è assolutamente da eseguire, perché in caso contrario le perdite ematiche continueranno. La mia domanda è: "è consigliabile la terapia farmacologica visto che ci sono un fibroma e un nodo?" Che peraltro non ho idea di cosa comportino. Nel referto ci sono parecchi termini a me sconosciuti, vorrei quindi un suo parere in merito.
Attendo una sua risposta.
Cordialmente.
[#8] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Il problema e' legato all'aumento di volume dell'utero (diametro longitudinale di 10 cm) e alla presenza dei fibromi. Sarebbe opportuno bloccare il sanguinamento con terapia medica ed eseguire una isteroscopia o sonoisterografia per vedere l'interno della cavità uterina. A giudizio del curante puo' essere utile una biopsia endometriale.
Ritengo che non sia nulla di grave, ma legato appunto alla fibromatosi uterina, curabile anche con terapia medica
Sulla mia pagina troverà diversi articoli in merito
Saluti
[#9] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Eccomi di nuovo. Buon giorno Dott.Sergio, l'aggiorno sulla mia situazione.
Dopo quanto riferito in precedenza, e visto che le perdite ematiche ormai non si fermavano più, anzi erano diventate più consistenti, ho deciso di tornare nuovamente dalla mia ginecologa, la quale mi ha visitato, e rifatto un'altra ecografia transvaginale. Qui sotto il responso:
"iperplasia endometriale. Al controllo ecografico l'endometrio appare iperplastico, vacuolizzato di 22mm." Lo spessore dell'endometrio è quindi aumentato!
Mi ha prescritto una terapia farmacologica a base di Primolut nor / 1 comp. al giorno, per 10 gg., per interrompere le perdite ematiche. Dopo tale periodo, mi ha detto che entro 3/4 giorni, riavrò, in modo abbondante, un nuovo ciclo. La rivedrò il giorno 5 gennaio per eseguire una nuova ecografia, sperando che:
- l'endometrio di sia ridotto
- il flusso ematico non diventi un'emorragia, in tal caso mi ha detto di andare in pronto soccorso.
- riuscire a vedere possibili presenze di polipi
Il fatto è che ho mal di schiena, zona lombare, e che mi sembra di avere un melone nella pancia. Ho una sensazione di gonfiore e fastidio/dolore, al basso ventre. Vorrei sapere se è normale, se le sensazioni che provo sono dovute, oltre che alla situazione del mio endometrio, anche all'assunzione di tale farmaco.
Mi ha inoltre prescritto altri esami, Qui sotto i valori:
- ferro 96
ematologia
- glob. bianchi 4.5 - glob. rossi 4.10 - emoglobina 13.4 - ematrocito 39.7 - vol. medio 97
- cont. medio emoglobina 32.7 - conc. media emoglobina 33.8 - ind. dist. glo. rossi 11.8
- ind. dis. glo. rossi 42.0
Form. leucocitaria
- gran. neutrofili 50.3 - gran. eosinofili 2.0 - gran.basofili 0.7 - linfociti 39.5 - monociti 7.5
neut. conta ass. 2.28 - eosin. conta ass. 0.09 - basof. conta ass. 0.03 - linfo. conta ass. 1.79
mono.conta ass. 0.34
valutazione piastrine
conteggio 212.
volume medio 11.5
trombocrito 0.24

immunometria - beta HCG totale <1
tireotropina riflesso 1.44
ferritina 31
In attesa di una sua risposta le auguro Buone Feste e la ringrazio ulteriormente.
[#10] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
La terapia ed il programma proposto dalla sua ginecologa appare corretto. E´ importante capire cosa c´e´all´interno dell´utero. I sintomi possono essere dovuti al farmaco se appunto sono stati esclusi fibromi esterni all´utero
Le analisi sono nella norma
Riporti le novita´ e Buone Feste!
[#11] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Buon anno Dr. Sergio, ecco l'aggiornamento sulla mia situazione. Nei 10 giorni che ho assunto Primolut nor, le perdite si sono del tutto fermate, lasciandomi una sensazione di pesantezza e gonfiore al ventre (avevo l'impressione di avere un melone nella pancia!). Dopo 3 giorni dall'interruzione del farmaco, mi è arrivato il ciclo....abbondantissimo, e durante la prima nottata anche molto doloroso (ho assunto un antidolorifico perché impossibilitata a dormire). Cambiavo l'assorbente ogni 2 ore circa. Il ciclo, fortunatamente, come previsto, è andato a ridursi costantemente, e il giorno 5/1/2012 ho rifatto visita ed ecografia ginecologica. L'endometrio si è ridotto da 22mm. a 4mm. In previsione dell'assunzione della pillola anticoncezionale, per riequilibrare il tutto, mi sono stati richiesti ulteriori esami del sangue, dei quali sto aspettando il responso. Nel frattempo, sotto consiglio della mia ginecologa, sto facendo un tentativo di terapia alternativa, che durerà 3 mesi, assumendo ogni giorno una compressa di "Cyclodynon forte", il quale potrebbe aiutarmi a ristabilire un corretto ciclo mestruale. Ovviamente se in questo periodo dovessi avere disturbi analoghi al precedente, passerò alla pillola anticoncezionale. Speriamo!
Avrei ora un'altra questione da sottoporle, riguarda mia figlia tredicenne.
Non ha ancora avuto il primo ciclo (io l'ho avuto a 12 anni + o -), l'anno scorso ha praticato basket a livello agonistico con allenamenti tre volte a settimana, oltre allo sport a scuola, molto intensi. Ora prosegue in questo sport con due allenamenti alla settimana, ma in più gioca un paio d'ore anche a pallavolo. Il suo peso era, dopo l'esame medico sportivo, a settembre del 2010, di Kg. 47 per un'altezza di 153 cm. Nel settembre 2011, dopo lo stesso esame, Kg. 41,700 per un'altezza di 156 cm. Il medico sportivo, dopo aver eseguito tutti i test non si è detto preoccupato. Ora però, il ciclo non è ancora arrivato e la ragazza pesa Kg.38 per un'altezza di 158cm. La mia dottoressa di base, dopo averle fatto fare gli esami del sangue (tra cui quello specifico per amenorrea) e delle urine, i quali sono risultali pressoché perfetti (aveva sospettato anche la celiachia) mi ha detto di pesarla una volta alla settimana, di controllare che il peso non scenda ulteriormente, di somministrarle, per il momento betotal e pappa reale; in più di controllare i pasti. Non so davvero cosa pensare.... Ieri ad esempio, dopo brioche e spremuta a colazione, ha mangiato una porzione di lasagne a pranzo, e a cena un bel piatto di risotto giallo + pane + coppa di macedonia. Certo, mi sono accorta che mia figlia è attenta a non mangiare fuori pasto, a non mangiare troppo pane; si controlla molto nell'abbigliamento che predilige attillato, ma a parte questo, per il momento segue quello che le dico, ovvero se le dico di mangiare una fetta di pane e nutella prima del basket non fa storie. Che fare? La ringrazio anticipatamente per la risposta e le auguro buona giornata.
[#12] dopo  
Dr. Marcello Sergio
60% attività +60
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Ritengo che l'assenza del menarca sia dovuto al basso peso, per cui dovrà stare attentissima a questo problema. Nel momento in cui metterà qualche kg, il ciclo si presenterà. Concordo con i consigli del suo medico, se pratica attività agonistica per ora non c'e' da preoccuparsi lasciando il tempo alla ragazza di aumentare di peso con gradualità
Saluti