Utente 381XXX
Salve dottori,
Sono un ragazzo di 27 anni e ormai sono 5 mesi che soffro di questa infiammazione:BALANITE. Mi è stata diagnosticata 1 mese fà dal dermatologo con la seguente visita: con una specie di lente mi ha visto il glande e mi ha detto in due secondi : si si tratta di balanite. I miei sintomi erano prurito che si manifestava in qualunque momento della giornata(come se qualcuno mi pungesse per 2 o 3 secondi) e inoltre la screpolatura della pelle sopratutto quando mi masturbavo. Da premettere inoltre che il mo ultimo rapporto sessuale lo ho avuto a giugno dell'anno scorso, mentre questa "malattia" mi è comparsa a fine settembre.
Il dermatologo ha attribuito la causa della balanite al 90% al fatto sessuale(anche se gli ho spiegato che erano passati ben tre mesi!).
Io invece insistevo sul fatto che frequento molto luoghi come piscine, doccie di palestre e quindi a contatto con funghi ecc...Inoltre per lavoro sono sempre in giro e quindi nei wc degli alberghi e degli autogrill.
Alla fine mi ha dato questa terapia: travocort per una settimana da usare mattina e sera e in + per due settimane, la pomata eutrodin, da utilizzare solo il pomeriggio.
Bene ho fatto come lui mi ha detto, ottendendo benefici per un mese solo. Ora mi ritrovo con gli stessi sintomi.
Lui mi ha detto che nel caso in cui si ripresentava, dovevo ripetere la stessa cura.
Quello che volevo chiedervi e se tutto ciò può essere corretta come cosa e se magari invece di essere una balanite, poteva anche essere una dermatite da contatto(se ne sarebbe accorto)?Oppure se questa terapia che mi ha dato, poteva andar bene anche nel caso in cui la causa non fosse attribuita ai fattori sessuali.
Non so davvero cosa fare, nel frattempo sto applicando una pomata a base di vitamina E.
Chiedo aiuto. Devo ripetere il ciclo ti travocort come ha detto il dermatologo?
Ma non farebbe male? E' una pomata a base di cortisone o sbaglio?
Grazie mille per le vostre evenutali risposte.
Distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
eseguirei un tampone dopo un periodo di almeno 10 gg di astensione dalla terapia .Facci sapere .
saluti
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Salve
Questa sera ho avuto una visista da un altro dermatologo. Ero davvero scovviato della mia situazione emi sono rivolto ad un altro dottore. Insomma alla fine questo dermatologo mi dice che nn ho assolutamente nessun tpo di infezione e che il mio fastidio è dovuto ad uno stato si secchezza generale della mia pelle. Dopo avermi visto il pene, mi ha visto i gomiti poi la faccia e le mani. Mi ha detto vedi la tua pelle è molto secca. Io cmq gli ho dwetto che fin dalla nascita ho avuto un problema di pelle secca. Poi sono biondo con gli occhi celesti. Ed era la rpima volta in assoluto che mi capitava una cosa simile. Insomma alla fine mi ha prescritto un bagnosciuma oleato e una pomata idratante da mettere sul glande! Sinceramente non so davvero cosa pensare. Come è possibile che uno mi dica una cosa e l'altro un'altra ancora? Voi cosa ne pensate? Come mai il primo mi dice balanite el'altro mi dice che è solo una secchezza della pelle?
Il tampone che mi ha detto di fare nn me lo avrebbe dovuto prescrivere questo secondo dermatologo o il primo visto che credeva avessi preso questa balanite?
Grazie ancora per la vostra disponibilità
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Vittorio Crobeddu
24% attività
0% attualità
8% socialità
NOCI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Caro amico,come suggerito dal collega,anch'io suggerisco di effettuare ,comunque, un tampone per escludere una infezione micotica o batterica di fondo;non escluderei nemmeno l'ipotesi di una dermatite seborroica del glande,una psoriasi minima o una dermatite da contatto.Si affidi ad un dermatologo che le faccia fare gli accertamenti e le cure del caso.
[#4] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Grazie ancora per le risposte. Non vorrei sembrare insistente, ma questa visista che ho fatto era già la seconda. Il secondo dermatologo mi ha detto che se di infezione si poteva trattare c'è ne saremmmo accorti! Ora non posso andare da un altro dermatologo e dire che mi voglio fare un tampone. Cmq lo farò certamente nel momento in cui queste semplice crema idratante nn porti benefici...
[#5] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Scusate ancora se continuo a inserire post in questa discussione, ma il problema lo sto sentendo sempre di più. Dunque quello che vorrei chiedervi è: se percaso avessi dermatite da contatto, psoriasi ecc...avrei sicuramente manifetsato dei sintomi. Oppure se c'èrano dei funghi, batteri, avrei avuto dei sintomi. Ora quello che dice anche il secondo dermatologo che ho contattato, ma me ne sarei accorto anche io ad occhio nudo, è che non ho alcun sintomo:macchie bianche, puntini rossi, difficoltà ad urirare. Niente di tutto ciò. Solo del prurito che viene all'imporvviso e che dura due secondi e la scepolatura del glande e del prepuzio ogni qual volta che mi masturbo. SOno due giorni che applico la crema idratante e in ogni modo lo avevo già fatto con lichtena crema. Ma niente da fare, anzi mi sà che la cosa sta peggiorando. Ora se volessi fare un tampone, che tipo di tampone devo eseguire. Chi è che mi dovrà eseguire questo tampone? Non so più cosa pensare....
Grazie mille per la vostra disponibilità.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Ti posso solo dire che la psoriasi in genere non da' siontomi soggettivi, la drematite da contatto da prurito, la candidosi prurito e bruciore.
saluti
[#7] dopo  
Dr. Vittorio Crobeddu
24% attività
0% attualità
8% socialità
NOCI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Innanzitutto,rasserenati!!Le tue paure sono immotivate,perche' qualunque sia l'origine del tuo problema e' risolvibile!Premesso cio',non ti consiglio di continuare a cambiare dermatologo sperando di trovare la pomata giusta..affidati ad uno collega e fatti seguire nel percorso diagnostico e terapeutico che sapra' consigliarti.Saluti
[#8] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le Pz
Premesso che se e' difficile far diagnosi direttamente sul pz e'ancor piu' difficile fare una diagnosi telematica,posso solo ricordare che balanite e' termine generico che indica l'infiammazione della parte(faring-ite,laring-ite,polmon-ite,fleb-ite,e cosi' via.Necessita dunque dire:balanite di origine pres. infettiva,traumatica,allergica,etc etc.Non sempre la clinica(cioe' l'esame obiettivo )e' dirimente;si vede in pratica solol'effetto finale senza individuare con certezza la causa,cioe' cio' che ha scatenato la infiammazione che vediamo.Si richiedono come aiuto i vari esami.E' giusto farli;non ci sono effetti dannosi nell'eseguirli e permettono di escludere qualcosa.
Segua un solo medico di cui abbia minimamente fiducia:e' la regola d'oro
Cordialita'
.
[#9] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Grazie mille dottori per i vostri consigli e sopratutto per il vostro incoraggiamento. Volevo chiedervi un'ultima cosa. Se percaso venisse da voi un paziente che ha problemi come quelli miei e cioè:prurito tipo pizzicore di due o tre secondi durante la giornata e la cosa più strana e imbarazzante, la pelle che inzia a seccarsi appena inzia la masturbazione! Allo stato flaccido questa secchezza non c'è affatto. Ecco, voi cosa potreste diagnosticare?
Grazie mille e scusate ancora per il mio disturbo.
[#10] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro amico,
probabilmente hai la pelle secca e facilmente irritabile.
prova con qualche buona crema lenitiva non cortisonica(tipo dermoflan crema o biafin crema) e soprattutto cerca di non irritare troppo la superficie cutanea. tranquillizzati che il tuo problema si risolverà!!
Dr Marcello Stante
[#11] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Grazie Dottor Stante per la sua risposta.
Le creme lenitive le ho usate parecchio in questi 5 mesi: lichtena crema e un'altra prescrittami dal secondo dermatologo. Ora invece sto usando eutrodin crema eutrofica cutanea a base di ossido di zinco e diossido di titanio. Diciamo che questa è l'unica che
mi fà passare quel pizzicore/prurito che avverto durante la giornata, ma il problema della pelle secca durante la masturbazione rimane. Ora queste eutrodin la usai anche un mese fà per due settimane, ma appena sospesi l'utilizzo mi si ripresentò il problema. Davvero sto impazzendo....
Vorrei chiederevi una cosa: mio fratello un tempo si stava curando la candida. Può essere che usando accidentalmente l'asciugamano in comune, mi abbia trasmesso qualche virus? Se così fosse doveva però vedersi qualcosa a occhio nudo sul glande o sul prepuzio? Però purtroppo non ho nessun sintomo, se non quello del pizzicore e della secchezza. Poi addirittura se di secchezza si tratti è possibile che me la porti dietro da 5 mesi?
Grazie ancora per la vostra disponibilità!
Distinti saluti
[#12] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
gentile utente,
la sintomatologia che mi descrivi non è da candida. insisti con creme antiinfiammatorie non steroidee, pasta all'ossido di zinco (prova la pasta di Lassar che ti prepara il farmacista nel suo laboratorio. la uso con successo), prendi la mattina appena alzato un antiistaminico (la molecola è la desloratadina) e la sera prima di coricarti un altro (idrossizina). lavati con olio da bagno (balneum hermal complex) e non irritare meccanicamente la cute del pene per qualche tempo. questa dovrà essere sempre ben spalmata con pasta di Lassar o altra crema che ti ho indicato. indossa biancheria bianca .
seguendo strettamente questi consigli starai molto meglio, vedrai....
a risentirci
Dr Stante
[#13] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Grazie Dottor Stante per i suoi preziosi consigli. Volevo farle due ulteriori domande. La prima riguardava le creme che mi ha consigliato:per quanto tempo usarle? Le dovrei applicare in dei momenti particolari della giornata?Poi è possibile che questa secchezza vada avanti da cos' tanto tempo? Può per esempio essere una allergia al tessuto degli slip(uso slip di cotone bianchi).La seconda domanda riguarda le possbibili analisi:ci sono possibili analisi, appunto, che possa fare?Non so, per verificare la presenza o meno di funghi ecc..,analisi del sangue, sperma, tamponi ecc.?Me le potrebbe indicare?
La ringrazio ancora per la sua cortese disponibilità.
Distinti saluti
[#14] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
usa sempre la stessa crema (es pasta di Lassar) un paio di volte al giorno il pomeriggio e prima di coricarti. talvolta gli eczemi possono essere fastidiosi e perdurare a lungo per poi sparire in modo repentino.
al momento non farei nessuna analisi in particolare ma starei in osservazione per una ventina di giorni durante i quali eseguirai in dettaglio i consigli che ti ho dato
ci riaggiorniamo tra tre settimane
Dr M stante