Utente 526XXX
Salve,
Ho 21 anni e presento un iposviluppo della mandibola con denti superiori sporgenti.Accuso disturbi all'orecchio con la presenza talvolta di fischi,dolori nella parte destra della mandibola,che a volte si blocca e fa rumore,accuso altresì sintomi quali cefalea,senso di nausea,e vertigini. Dopo alcuni anni di trattamento con apparecchietto fisso sia di sopra che di sotto, non ho risolto il mio problema. Quale potrebbe essere il trattamento più efficace e risolutivo di questo tipo di problema? Cosa è consigliabile fare?
In attesa di una vostra risposta vi porgo i miei ringraziamenti e i più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
per definire "il trattamento più efficace" è necessaria una valutazione specialistica accurata, sia clinica che radiologica, per verificare che la Sua malocclusione possa essere effettivamente trattata mediante un apparecchio ortodontico (apparecchietto fisso).
Potrebbe anche trattarsi di una malocclusione su base scheletrica, di indicazione chirurgica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gentile Signora,
da quello che lei riferisce, lei è probabilmente affetta da malocclusione di seconda classe scheletrica con sindrome disfunzionalew articolare.
Non è possibile, in sede di consulenza telematica, dire molto di più.
Le consiglio una valutazione congiunta maxillofacciale-ortognatodontica, con adeguata documentazione radiologica, per inquadrare correttamente il suo caso.

distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
12% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Mi scusi, il problema irrisolto tramite ortodonzia fissa, qual'è?
Giusto per poter capire meglio e poterLa aiutare con delle risposte mirate.
Grazie e arrisentirci
[#4] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Cercherò di spiegarmi come meglio posso,il problema irrisolto tramite ortodonzia fissa è sostanzialmente lo spazio,la distanza,che intercorre tra l'arcata superiore e quella inferiore,spazio che era diminuito grazie all'ortodonzia fissa,ma che adesso è ritornato ai livelli di prima;Adesso stanno crescendo anche i denti del giudizio sia di sopra che di sotto;E al problema dello spazio si è aggiunta anche una malocclusione che mi porta dolori alla mandibola del lato destro e all'orecchio.I dentisti presso i quali mi sono recata mi hanno detto che ho un morso profondo di seconda classe scheletrica,e ad oggi dopo diversi consulti vi riprongo quanto mi è stato detto da ogniuno:
-togliere due denti dell'arcata superiore e spostare i denti indietro tramite apparecchietto fisso.
-Portare un bite sull'arcata superiore per circa due anni per allungare i denti ed aprire il morso per poi procedere all'estrazione di due denti dell'arcata superiore e di due denti dell'arcata inferiore.
-Mi è stato consigliato di portare un bite per alleviare i disturbi di malocclussione.
L'ultimo dentista presso il quale mi sono recata giusto ieri mi ha detto,(ripropongo in sintesi le sue parole) che non è vero che il bite può allungare i denti ed aprire il morso ad una certa età ,che lui i denti di sotto li risparmierebbe(ammonendo quanto detto dal precedente dentista).Mi ha detto che si potrebbero levare i due denti dell'arcata superiore,ma a livello estetico sarebbe un disastro perchè la mia facccia risulterebbe schiacciata e il naso di dimensioni più grandi e non risolverei il problema del clic cloc della mandibola,che mi porterò a vita.A questo punto gli ho chiesto se un intervento chirurgico potrebbe essere una soluzione migliore,e lui mi ha detto che sotto un punto di vista estetico l'intervento chirurgico è la migliore cosa,ma a livello funzionale provoca dei danni, e questi danni sono peggiori rispetto all'opportunità di togliere due denti.L'intervento chirurgicho provoca dei danni in quanto spostando la mandibola, inserendo due viti,succede che i tendini non sono abituati a questa nuova posizione della mandibola e cedono, facendo ruotare la mandibola, o facendola ritornare indietro,e chi avrà tendini più forti avrà meno problemi di chi li ha meno forti,ma che questo non si può sapere prima dell'intervento, che è quindi a basso livello di riuscita,e che per tutti questi motivi lui non consiglia. Ha aggiunto anche che in Italia non si è esperti per questo tipo di interventi che risultano essere inferiori a 10 negli ultimi anni;non si è ancora esperti perchè ancora non si è riusciti a sperimentare qualcosa in grado di contrastare i muscoli; E che invece si è esperti per l problema inverso,ovvvero quello in cui è la mandibola inferiore ha essere più sviluppata.Infine per quanto riguarda il problema del clic cloc della mandibola,della malocclusione,egli attribuisce la causa ad un dente che per come è posizionato fa slittare la bocca da un lato;ha detto che potrei procedere alla devitalizazzione di questo dente per togliergli la punta, e tenere la mia bocca così per com'è,e poi forse vedere se devo togliere i denti del giudizio che mi stanno crescendo nell'arcata inferiore. A breve farò delle radiografie ,una paronamica e una di profilo,( quest'ultimo dentista mi ha detto di non fare il profilo,perchè si fa solo per i bambini,e che ha una certa età il profilo non va più visto perchè non c'è niente da fare per esso)e vi scriverò il relativo referto. Ad oggi sono veramente disperata e non so cosa fare,pagherei oro per aver risolto il mio problema.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Cara paziente, l'unico suggerimento che mi senti di darle è di star lontana dal dentista che le ha detto di non fare la radiografia di profilo perchè si fa solo ai bambini, e che ad una certa età non c'è più nulla da fare.
Il fatto che l'ortodonzia abbia fallito nel passato significa solo che la cura ortodontica che le hanno fatto A LEI non ha funzionato.
Esistono cure "giuste" e cure "sbagliate".
Perchè è fallita e per responsabilità di chi è fallita è, per quanto ne posso sapere, da accertare.
L'uso di un bite in caso di disordini craniomandibolari con sintomi mi sembra invece doveroso come primo approccio, senza pretendere che sia necessariamente risolutivo.
Il referto del radiologo è in genere inutile per una valutazione, perchè scritto appunto da radiologi non competenti nel campo specifico.

Le occorre una visita gnatologica, per valutare la disfunzione dell'articolazione temporo-mandibolare.
proprio a causa di questa patologia che lei accusa dovrebbe essere, per mio parere, lo specialista di riferimento, che dovrà indirizzarla (radiografia di profilo OBBLIGATORIA) alla terapia giusta, che potrà essere maxillo-facicale, ortodontica, protesica, o le varie cose miscelate insieme in un cocktail unico e irripetibile su nessun altra persona.

E' un problema di "scelta del profesisonista competente", quindi.

Dove sono questi "gnatologi"?

Un elenco parziale sul sito dell'associazione Italiana Gnatologia www.aignatologia.it
[#6] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
Come da suggerimento ho cercato uno gnatologo nella mia città,ho fissato un appuntamento e a breve effettuerò la visita.
Intanto ieri ho ritirato il referto degli esami( Rx ortopantomografia,Rx telecranio L.L.);Riporto quanto scritto nel referto:
Esame radiografico eseguito con tecnica digitale e stampato su pellicola in dimensioni reali.

38 incluso e mal posto
Areola di osteosclerosi all'apice radicolare di 46.
48 parzialmente incluso

Si invia al collega ortodonzista la teleradiografia del cranio per le opportune valutazioni cefalometriche.
Sella turcica nei limiti di norma.

Il contenuto di quanto scritto nel referto è a me poco chiaro,vi sarei molto grata se mi fareste luce su quanto scritto; inoltre mi sembra che non ci siano indicazioni riguardo la mia malloclusione.
vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Praticamente i referti dicono che i due denti del giudizio inferiori sono cresciuti poco e male, e che c'è un area di osso più denso intorno ad un molare inferiore, che probabilmente non ha nessun significato di malattia.

Le valutazioni cefalometriche sono quelle che farà il suo gnatologo, e giustamente il radiologo non si è espresso perchè non di sua competenza.

Altro non sta scritto.

Ci faccia sapere l'esito della visita
[#8] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
la ringrazio,appena effettuata la visita verso la fine di febbraio,vi farò sapere senz'altro.
[#9] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Ciò che le ha detto l'ultimo dentista presso il quale si è recata circa i problemi muscolari che possono conseguire ad un intervento chirurgico è generalmente condivisibile. Nel caso particolare, però, mi sembra che lo stato attuale della sua muscolatura non sia normale.E che si trovi in uno stato di ipertonia a causa di una mandibola costretta da qualche ostacolo a stare troppo indietro. In questo caso il ricorso alla chirurgia ortognatica potrebbe essere preso in considerazione. E' necessaria però un'attentissima valutazione gnatologica con monitorizzazione dello stato dei suoi muscoli. L'eventuale trattamento ortognatico prechirurgico (ortotico, ortodonzia prechirurgica) è condizione imprescindibile. Il Dr. Giuseppe Nocera, a Palermo, è un professionista di sicura affidabilità.
[#10] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
giusto ieri ho effettuato la visita da un dottore consigliatomi dall'associazione Italiana Gnatologia.
Il dottore presso il quale mi sono recata ha detto che si potrebbe gingure ad una soluzione funzionale atraverso l'estrazione di due denti superiori,portando il tutto indietro;Ma attuando questa soluzione la sua paura è che a livello estetico il risultato finale potrebbe essere quello di un naso troppo prominente;Invece se voglio ottenere il massimo a livello estetico dovrei sottopormi ad un intervento chirurgico mandibolare, anticipato da un trattamento ortodontico. Mi ha sconsigliato di effettuare tale intervento a Palermo,e di cercare un bravo chirurgo al nord,in città come Milano.
Vi sarei grata se vi fosse possile suggerirmi qualche medico chirurgo compente e specilizzato.
Ho parlato al dottore altresì del mio click mandibolare,e dei problemi che mi crea all'orecchio,e dei miei continui mal di testa; Mi ha consigliata di effettuare un'assiografica (che nel caso effettuerà lui stesso;della quale non mi ha spiegato come viene effettuata),per l'eventuale utilizzo di una placca,la cui funzione dovrebbe essere quella di cercare di correggere i problemi articolari, riposizionare la mandibola,e nel vedere se questa placca è in grado di provocare un piccolo avanzamento mandibolare;In caso negativo sottopormi ad un intervento chirurgico.
Adesso sono molto confusa,non so se che fare,quale strada intraprendere,e soprattutto mi chiedo se l'utilizzo della placca posso essere utile o se è solo l'ennesimo buco nell'acqua.
[#11] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Le estrazioni superiori (temo i premolari) non mi piacciono affatto: se ci troviamo in presenza di una dislocazione posteriore della mandibola che facciamo, invece di pensare ad avanzare inferiormente arretriamo superiormente? Oltre che ritrovarsi un profilo appiattito, se non addirittura concavo, non risolverebbe i suoi problemi funzionali, anzi, potrebbero aggravarsi per riduzione dello spazio funzionale per la dinamica linguale. Prima di prendere in considerazione l'eventuale chirurgia ortognatica dovrebbe fare chiarezza diagnostica sulla sua situazione: mi sembra che nel suo caso ci troviamo di fronte a varie ipotesi di piani di trattamento più o meno contraddittori tra di loro in assenza di una diagnosi corretta! Prima di pensare al chirurgo "non palermitano" si faccia fare una diagnosi! In quanto al "buco nell'acqua" molti casi simili al suo beneficiano totalmente , sul piano della sintomatologia, di un riposizionatore mandibolare (bite,placca,ortotico,come preferisce) ben confezionato sulle direttive di una diagnosi corretta.
Cordialità.

P.S. Mi permetto di darle un ulteriore consiglio: si faccia controllare la deglutizione
[#12] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, mi sembra che lo gnatologo abbia impostato il suo caso con correttezza.
Mi sembra corretto anche non aver fornito una diagnosi conclusiva in sede di prima visita, mancando altre documentazioni fondamentali come l'axiografia.
Mi chiede cos'è:
E' la registrazione dei movimenti della bocca mentre lei la muove, mentre parla, deglutisce, mastica...
Da delle informazioni importantissime circa l'anatomia della sua articolazione temporo-mandibolare, e circa i movimenti che lei fa durante la funzione.
Penso che abbia bisogno delle visite di approfondimento per giungere alla definizione del suo quadro clinico.
[#13] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
vi ringrazio per le vostre informazioni,non potete sapere quanto mi sono utili;Ho trovato questo sito per caso e devo dire che rappresenta qualcosa di importante,una guida utile per utenti disorientati, poco informati, e ignari di determinate vie da poter e da dover seguire.
Ci tenevo a fare una precisione,perchè quello che ho scritto nel precedente post quasi sicuramente è stato oggetto di fraintendimento;Io sono palermitana,nata e cresciuta a Palermo e mi sono sempre rivolta "ai palermitani" senza alcun tipo di problema;
"Un palermitano" presso il quale ho effettuato pochi giorni fa "una visita" mi ha consigliato di effettuare tale intervento chirurgio al nord,in quanto lì sono "più specializzati in questo tipo di interventi"; Se Questo é vero,o non è vero...non lo so,non entro in merito,non è di mia competenza dirlo perchè non ne sono a conoscenza,nella vita studio per curare altro nelle persone e lei mie domande sono sempre dettate da una conoscenza nulla,dal buio più totale circa tali ambiti medici.
[#14] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Se lo gnatologo ha impostato il mio caso con chiarezza,e dunque le soluzioni possibili sono solo due: estrazione di due denti dell'arcata superiore oppure intervento chirurgico mandibolare,mi chiedevo.. a cosa servono questi ulteriori esami?..servono forse come pre-esami per l'intervento chirurgico mandibolare?
[#15] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Caro paziente, gli ulteriori esami servono a conoscere l'anatomia, come muove la bocca, come mastica, lo stato dei suoi muscoli, i "trigger point" doloranti, a fare delle simulazioni di terapia, e tante altre cosette necessarie per poter arrivare prima ad una diagnosi e poi a una o più proposte terapeutiche.
Circa un'oretta di lavoro con lei alla poltrona e altrettanti di studio e analisi in sua assenza.
Tutto questo lavoro non può essere programmato in sede di prima visita, ma solo successivamente.
Non lo so se le soluzioni possibili siano due o più, e se siano quelle indicate.
Intendevo dirle che il metodo con cui è stato visitato mi è sembrato corretto e il discorso da lei riportato ha una logicità.
[#16] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gli esami strumentali possono essere di grande aiuto, affiancati all'esperienza del clinico, per formulare una diagnosi corretta. Che è la base da cui partire per impostare il piano di trattamento, sia che questo preveda l'approccio chirurgico, sia altre strade. Penso anch'io, come il dr. Formentelli, che abbia bisogno di ulteriori approfondimenti per chiarire meglio il suo quadro clinico.
[#17] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
vi scrivo perchè ogni dentista presso il quale mi reco mi riferisce informazioni completamente diverse e contraddittorie fra loro,e ad oggi sono molto confusa,vi sarei grata per quanto possa possibile per via telematica,se poteste far luce su alcuni aspetti a me per niente chiari.
Ieri parlando con una mia amica che presenta il mio stesso problema dentario,(questo lo ha detto il dentista che la tiene in cura e che ha visitato anche me mesi fa,in particolare quel dentista di cui ho parlato nel mio precedente intervento che voleva mettermi un byte per poi procedere all'estrazione di due denti inferiori e due superiori); Questa mia amica mi ha riferito che il dentista presso il quale è in cura gli ha detto che per come si stanno muovendo e per come si muoveranno ancora i denti con il byte che porta da mesi nell'arcata superiore, forse non c'è bisogno di toglierle i due denti dell'arcata superiore( a lei non ha detto di togliere due denti inferiori perchè per motivi congeniti non le sono cresciuti i due denti del giudizio dell'arcata inferiore).
Questa mia amica compirà a breve 26 anni e presenta un morso profondo dove i denti dell'arcata superiore coprono completamente quelli dell'arcata inferiore; Per quello che mi è stato detto la funzione di questo byte dovrebbe essere quella di portare avanti ovvero raddrizzare i denti inferiori che si trovano inclinati e nell'allungarli perchè sono troppo corti.
Il dentista le ha detto che siccome non è più una bambina la sua plasticità non è paragonabile a quella di un bambino, ed è per questo che ci vorrà molto più tempo affinchè i denti si spostino.
Un dei tanti dentisti presso i quali mi sono recata ha detto che impossibile un byte il cui utilizzo possa portare ad allungare i denti o ad aprire il morso a quest'età,intanto questo è quello che sta facendo questa mia amica che molto probabilmente risolverà il suo problema senza dover ricorrere all'estrazione di due denti superiori.
(Io non so se recarmi anch'io in cura da questo dentista,perchè mia ha detto di togliere anche due denti dell'arcata inferiore;una cosa che mi è stata detta di non fare assolutamente da tutti i dentisti presso i quali mi sono recata).
Mi trovo difronte a delle dichiarazioni contrastanti,vi sarei grata per quanto è possibile di far luce su questi aspetti o quantomeno rendermeli più chiari.
A breve effettuerò l'axiografia. cordialmente
[#18] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il suo caso non è detto che sia uguale a quello della sua amica.
Se nel caso della sua amica il trattamento è stato impostato in quel modo, significa che c'erano le indicazioni cliniche.

Se lei si reca da tanti dentisti, otterrà solo una grande confusione.
In primis perchè il Signore quando ha diffuso la competenza fra i dentisti ha fatto un pò di economia, e in secundis perchè diverse strade possono portare allo stesso risultato.

Ha presente le ricette per risollevare le sorti dell'Italia?
Ogni partito le racconta con chiarezza cosa va e cosa bisogna fare.
Peccato che sembrano dei paesi diversi.

Si affidi ad un professionista di solide referenze (dimostrabili), e che, "a sensazione", le ispiri fiducia.


[#19] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
Sapete darmi qualche informazione cirla la tecnica MEAW (Multiloop Edgewise Arch-Wire)?...in particolare la mia domanda è la seguente: questo tipo di trattamento prevede l'estrazione dei molari o premolari come uno dei passi da seguire nei casi di II classe scheletrica?...Cordialmente
[#20] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
Sapete darmi qualche informazione cirla la tecnica MEAW (Multiloop Edgewise Arch-Wire)?...in particolare la mia domanda è la seguente: questo tipo di trattamento prevede l'estrazione dei molari o premolari o di qualche altro dente come uno dei passi obbligatori da seguire nei casi di II classe scheletrica?...Cordialmente
[#21] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Attenta a spostare i denti in presenza di dolore, perché questo potrebbe peggiorare. La cosa migliore è quella di fare un corretto bite, ortotico, placca da un bravo gnatologo per risolvere prima il dolore. Di solito non è difficile trovare la soluzione del problema. La cosa diventa (talvolta) più complessa quando alla malocclusione è associato il bruxismo. Anche alcuni farmaci antidepressivi (nel caso Lei li prendesse) possono essere associati ad insorgenza di bruxismo e peggiorare il quadro doloroso. Altri regolarizzano i centri motori trigeminali e migliorano la situazione bruxista. Il Prof Marcello Brunelli ha messo a punto un particolare tipo di bite che impedisce l'esecuzione "dell'ordine motorio del bruxismo" che è scritta nei nuclei motori trigeminali. L'associazione della terapia farmacologica con questo particolare tipo di bite ci sta dando buoni risultati quando il bite tradizionale non funziona.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#22] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
credo proprio che dopo una lunga corsa io mi sia fermata..grazie ad internet,a questo sito ed ad altri siti che mi hanno coadiuvata,pilotata e informata,oggi ho scelto il trattamento da seguire tra i tanti che mi sono stati proposti..si perchè nel mio lungo pellegrinare di dentista e dentista ho imparato che ogniuno dice la sua..ho sentito idee,pensieri e metodi di trattamento"di compromesso" contrastanti tra di loro..Questo trattamento mi sembra efficace e mi ispira fiducia,poi il dentista presso il quale mi sono recata mi è sembrato competente..dopo aver scattato diverse foto ha eseguito su di me diversi esami tra i quali: axiografia,Pedana stabilometrica ,postura,deglutizione ecc..per poi infine farmi compilare un questionario..La tecnica prevede l'estrazione di tutti e 4 i denti del giudizio( nel mio caso i due denti del giudizio inferiori sono cresciuti poco e male) e l'utilizzo della tecnica MEAW..La mia perseveranza nella ricerca continua di una soluzione oggi mi ha portato a questa scelta..che questa sia la scelta migliore da seguire sarà il tempo a deciderlo,..ad oggi mi sembra la strada più convincente da seguire,uno spiraglio di luce per la risoluzione di un problema che vedeva solo nell'intervento chirurgico( a parere di molti dentisti)una soluzione ottimale..un problema che oltre ad arrecare disturbi funzionali,assila la mia mente da anni ormai..un problema che mi ha creato diversi complessi..
[#23] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Da quello che dice si capisce che è un collega scrupoloso. Io non conosco la tecnica MEAVV, ma è un problema di ignoranza mia.
In bocca al lupo
Daniele Tonlorenzi
[#24] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio..ma una domanda ho dimenticato di porre..l'estrazione dei denti del giudizio comporta a delle modificazioni nell'aspetto estetico?..
[#25] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Decisamente no.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#26] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
ho il dente inferiore del giudizio incluso..è perfettamente sdraiato e poggia sul nervo mandibolare...so che estrarlo è un'intervento delicato perchè si potrebbe ledere il nervo mandibolare,ed è per questo che tale intervento deve essere effettuato da un bravo chirurgo,ma io non conosco nessuno;Vi sarei grata se poteste indicarmi un bravo chirurgo di solide referenze che opera a Palermo; inoltre volevo chiedervi se mi consigliate di effettuare tale operazione in un'ospedale piuttosto che da un privato.
Poi volevo aggiungere che l'altro dente del giudizio inferiore è semiincluso,ma per questo dente l'estrazione dovrebbe essere meno complicata e pericolosa?
In attesa delle vostre risposte vi porgo i miei più cordiali saluti.
[#27] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Come Le ho già detto, prima di sottoporre la bocca a "cose nuove" (sia ortodonzia che estrazioni) sarebbe meglio togliere il dolore. Un bite, serve un bite. Ben fatto. Stare a bocca aperta a lungo facendo fulcro nelle zone posteriori di una bocca (estrazione ottavo) che presenta dolore, può essere pericoloso (peggioramento sintomi). Il mio consiglio è di farsi fare un bite per togliere il dolore. Il dentista che sarà in grado di farlo doveà avere la Sua massima stima e Lei dovrà seguire (con fiducia) ciò che dirà.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#28] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
il dentista sta già provvedendo a fare un bite.....bite che ritirerò tra 3 settimane circa...i denti del giudizio inferiori non mi fanno male..ma li devo togliere per motivi ortodontici..perchè fungono da ostacolo per il lavoro che deve attuare il dentista..il bite per quello che ho potuto capire servirà per il click clock della mandibola...
[#29] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ha capito perfettamente i motivi per cui viene allestito il bite.
[#30] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Nel mio studio non tolgo i denti del giudizo in presenza di sintomi. Stare a bocca aperta a lungo con una situazione di fulcro nella parte posteriore della bocca nella mia esperienza può far peggiorare i sintomi. Personalmente preferisco fare prima il bite e POI SCOMPARSA LA SINTOMATOLOGIA fare un atto che richiede l'apertura (forzata) della bocca.
Saluti
Daniele Tonlorenzi