Utente 215XXX
Salve dottori, cercherò di essere il più breve possibile.

Due anni fa è iniziata la mia lotta contro il bruxismo, cosa che, anche per via dell' incapacità degli specialisti che mi hanno visitato a capire il problema di fondo, mi hanno portato a un' ipertrofia masseterina (non molto alta, ma c'è e fa anche male).

Dopo due anni sono andato da uno gnatologo (specialista che non avevo mai sentito nominare né i dentisti mi avevano accennato) che mi ha detto che il mio problema sussiste nel fatto che io, per via di un' errata ortodonzia in età pre-adolescenziale, ho i denti frontali leggermente inclinati verso l' interno bocca, cosa che non permette alla mia mascella un ampio spazio di movimento e che quindi mi ha portato al problema sovradescritto.

Quindi in sostanza la cura migliore sarebbe (ancora in fase teorica) una nuova ortodonzia.

Il problema è che quando ho fatto la visita lo gnatologo mi ha detto testuali parole: "non credere di avere un ritorno estetico alle origini! I masseteri si sgonfieranno sensibilmente ma non torneranno mai più piccoli come prima". Potete ben capire che mi è preso un tuffo al cuore all' udire di tali parole!

Mi sono poi informato su internet e ho notato due differenti soluzioni al mio problema:

- il botox
- la riduzione chirurgica

Ora passo a chiedervi:

- per quanto riguarda il botox, non c'è il pericolo che possa perforare il muscolo e arrivarmi in gola? O cmq ci sono rischi abbastanza rilevanti a riguardo? Una "versione" permanente non esiste, e quindi dovrei fare la seduta ogni 6 mesi? Per ultimo, ma più importante: funziona davvero?

- sulla riduzione chirurgica del massetere invece, ho letto che vi sono dei rischi, ma sono limitati alle percentuali e cosneguenze di tutte le soluzioni chirurgiche, oppure è una pratica sempre sconsigliata? Lo specialista mi ha inoltre accennato che è molto più difficile agire sui tessuti molli che sulle ossa.. Quindi nel mio caso sarebbe il caso di ridurre l' ampiezza dell' osso mandibolare?

Ci sono anche altre soluzioni che possano farmi tornare il viso ovale come prima e non squadrato come ora?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Se non ho capito male il suo problema attuale è esclusivamente estetico. E' sicuro che il problema non esistesse anche prima di cominciare a bruxare, magari in forma più attenuata?
Indipendentemente da tutto direi di riequilibrare l'occlusione con un buon ortodontista, solo in seguito prenderei in considerazione l'ipotesi di trattare il problema residuo.
Sicuramente è necessaria un'accurata visita per capire se il problema è solo muscolare o anche osseo.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Intanto la ringrazio per la celere risposta dottore.

In ogni caso, inizialmente ero rivolto a risolvere il problema funzionale, che secondo la mia logica avrebbe conseguentemente portato alla risoluzione del fattore estetico.

Il punto è che io già sono insicuro di me stesso, se ci aggiungo un fattore estetico che è stato attestato che si tratta di una conseguenza del bruxismo, la cosa diventa problematica. Oltretutto consideri che se il massetere sinistro si gonfia di 1, quello destro si gonfia di 4, ergo il massetere destro è un pò piu gonfio.

Io ho consultato anche un chirurgo maxillo-facciale, che nelle mie ossa facciali ha riscontrato un' asimmetria del mento (precisamente la parte anteriore della mandibola destra è poco più sviluppata della sinistra in altezza) di circa 1,8 mm, cosa che mi ha sconsigliato di operare considerando che non da problemi né funzionali né estetici.

Sempre secondo tale chirurgo l risoluzione al problema esteticofunzionale non risiederebbe in una nuova ortodonzia ma nell' estrazione dei denti del giudizio; perché in pratica mentre a sinistra li ho entrambi (sopra e sotto), a destra mi è nato solo sopra perché sotto non c'è spazio, e dato che tale dente destro non aveva appoggio è divenuto più lungo degli altri.

Ha anche affermato che l' estrazione dei denti porterebbe ad un miglioramento della mandibola, ma alla cosa personalmente non credo molto.

Quindi nelle visite è stato assodato che il problema risiede puramente nei muscoli masseterini e quindi nel bruxismo.

In tal caso, quindi, sarebbe opportuno se contattassi un chirurgo per chiedere un' operazione di riduzione masseterina o di riduzione ossea?
[#3] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Come le ho già detto è impossibile dare risposte concrete, senza avere visto le rx e/o tac ed una buona visita clinica.
Non esiti ad andare da un altro chirurgo se il primo non lo ha convinto.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Certo dottore, e difatti non chiedo una diagnosi, ma chiedevo semplicemente, in termini generici, il tipo di possibili complicanze conosciute riguardo all' operazione di riduzione masseterina o della mandibola per "ingentilire" il viso. Quando l' ho chiesto al chirurgo che mi ha visitato si è limitato a dirmi "secondo me per te non serve", e su internet c'è solo scritto che è un' operazione rischiosa, ma non il perché.