Utente 223XXX
Buongiorno, ho 39 anni, sono in sovrappeso, fumo circa 10-12 sigarette al giorno e sono in cura per: nodulo tiroideo, tachicardia, depressione ansiosa.
Ho eseguito una visita cardiologica (ecg+ecocuore) nel mese di luglio 2011.
Il mio problema è che nelle ultime settimane mi capita di avvertire molto spesso una sensazione di battiti iregolari e piu' veloci, sensazione che si concentra al petto e alla gola costringendomi qualche volta a tossire, come se il mio cuore mi provocasse un colpo al petto e per qualche secondorimanessi senza respiro.
Inoltre mi sento molto affatticata, ogni minimo sforzo mi provoca stanchezza (ho pensato che potrebbe essere data anche alla mia mancanza di allenamento visto che conduco una vita sedentaria e al peso che mi porto dietro 1.70 x 105 Kg).
La visita cardiologica eseguita è risultata tutta nella norma, mi è stato pero' prescritto il sequacor 2.5 mg per la mia tachicardia dovuta al peso e alla mia ansia costante.
Vorrei sapere come potrebbe essere che mi provoca queste fastidiose sensazioni e se è il caso di ripetere la visita cardiologica.
Grazie, buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
più che una visita cardiologica, andrebbe effettuato dapprima un Holter ECG 24h, che permetterebbe poi al collega di valutare meglio la terapia con il b-bloccante prescrittole e le sue eventuali extrasistoli.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2012
Grazie per la gentile risposta, controllandomi periodicamente l'holter l'avevo già messo due anni, tutto nelle norma e pressione tendialmente bassa, ma forse è il caso di ripeterlo.
Potrei, secondo Lei, soffrire di extrasistole?
Ma cosa sono di preciso e soprattutto sono pericolose ?
[#3] dopo  


dal 2012
Ho fatto la visita, il cardiologo mi ha fatto descrivere quello che sento, ha voluto sapere i farmaci che assumo e poi mi ha visitato: misurata pressione (127/80) palpato addome, misurata ossigenazione (97%) , ascoltato il cuore e fatto l'elettrocardiogramma.
Questa la diagnosi: Assenza di cardiopatia.Polsi periferici presenti e simettrici, non soffi sui vasi del collo, azione cardiaca ritmica normofrequente, non soffi patologici. Profilo di rischio c.v. sostalziamente basso. Sintomatologia riferibile ad aritimia extrasistolica priva di significato clinico molto verosimilmente in relazione al meteorismo ed alla sovraelevazione del diaframma. Tassativo calo ponderale. Su richiesta della paziente si emette certificato di idoneità non agonistica per inizio attività (acquagym) in palestra.
A questo punto dovrei stare tranquilla credo
Nonostante questo è mezz'ora che avverto di nuovo il mio cuore in subbuglio ... cerco di non pensarci e stare traquilla ma non è così semplice ........ domanda perchè non mi ha fatto anche l'ecocuore ???
[#4] dopo  


dal 2012
Peccato non aver ricevuto piu' nessun parere, volevo solo essere tranquillizzata cmq ci provo ancora un ultima volta.
Le mie extrasistole non sono sparite.
Hanno pero' preso una andamento costante che mi appare strano.
Trascorro le mie mattine tranquilla senza disturbi, poi dopo pranzo schiaccio un pisolino, intorno alle 15.30 faccio uno snack e prendo un caffè il piu' delle volte dek ed infine mi reco in ufficio. ed è proprio da quel momento che il mio cuore entra in subbuglio, sensazione di battito nel petto, sfarfallio, dispnea ecc. , il tutto dura fino all'ora di cena per poi sparire durante la serata.
A questo punto forse la strana sono io o c'è una spiegazione a questa sintomatologia ?
Faccio presente cmq di aver già prenotato una visita da un dietologo nutrizionista e di essermi iscritta in palestra.
Spero in una risposta, cordiali saluti e grazie.

[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
E' molto probabile che la sua sintomatologia sia legata alla fase digestiva. Il cambiamento di dieta e il calo ponderale dovrebbero ridurre la sua sintomatologia. Stia serena. Saluti