Utente 178XXX
Sono a chiedervi dopo circa un'anno dalla manifestazione dei sistomi (grazie ai voistri consigli mi sono sottoposto a controllo medico) se ci sono nuove cure stò prendendo una pastiglia al dì di vitamina E (peyronex) e applicando l'olio vea nel pene massaggiandolo ho comperato anche una spece di tirapene ma per motivi di lavoro non lo uso di frequente però da una leggera inclinatura verso sx adesso è più centrato ma presenta la classica incurvatura verso l'alto e un restringimento a circa metà più pronunciato a dx mi consigliate altre cose da fare? tra circa un mese ho la visita di controllo ma non è poco una volta all'anno? non ho dolore nei rapporti ma qualche volta ho usato il levitra 0.5 perchè avevo dei cali di erezione (ma non sempre) nel ringraziarvi anticiparamente per la vosra attenzione vi sauto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,sul Peyronie nessuno fa miracoli e l' importante è fermare la malattia. Sono stati scritti fiumi di inchiostro su cause e terapia con risultati presenti ma non paragionabili agli sforzio, essendo che il Peyronie viene solo agli umani e la sperimentazione animale è quindi impossibile. Questo per dire che nessuno ha bacchetta magica. Personalmente valuterei il volume della placca prima e dopo terapia con visita e ecodoppler basale e dinamico del pene, in maniera da avere dati obbioettivi. La sola curavatura è un data, ma di secondaria importanza a quanto detto.
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
caro dottore prima di tutto grazie per il suo sollecito interessamento, che già avevo avuto modo di apprezzare, quello che lei ben capirà è la volontà di fare da parte mia tutto il possibile ed avere oltre che una parola di speranza anche l'indicazione di qualche nuova terapia magari da proporre ed effettuare capisco la sua correttezza nel tenere un profilo professionale e che ad oggi ben poco si sà ma se mi volesse indicare le ultime che uno staff come quello di cui fà parte lei sicuramente saprà ne sarei molto grato anche per avere un'argomento da proporre al mio medico curante di nuovo grazie
p.s. per ora ho effettuato solo l'ecografia con il pene a riposo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Personalmente a firenze conosco il dr. Beretta. Ed a Perugia il dr. Biagiotti. L' urologia dell' ospedale di arezzo è ok a livello pubblico.
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Caro dr. Cavallini grazie per il consiglio penso che prenderò un'appuntamento con uno dei medici che lei mi ha gentilmente indicato visto che la leggera curvatura a sx si è modificata con una verso l'alto centrale ma più accentuata con una specie di stozzatura (come ci avessi messo un'elastico) più accentuata a dx e al tatto ho l'impressione che le palline o placche non siano diminuite anzi... a tal proposito vorrei tentare qualcosa di diverso dal prendere vitamina E (peyronex) e mettere sul pene l'olio vea! Ho letto di piccole punture settimanali da fare direttamente sulle placche (cortisone?) e mi vorrei sottoporre ad una ecografia peniena ma non a pene a riposo come ho fatto, insomma caro Dr. vorrei tentare di fare il possibile per mantenere anche una vita sessuale che, a parte all'inizio dove ho avuto problemi di presa di coscenza del problema ai quali ho ovviato con il levitra 0,5, al momento è molto soddisfacente
la saluto cordialmente e le farò sapere gli sviluppi
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Lasci stare e si affidi ai professionisti del settore, che quel Morbo sta facendo strada. Personalmente eviterei farnaci erettogeni pche il problema eserettile potrebbbe essere legato sì a Peyronie ma anche ad altri fattori. Così copre tutto.