Utente 210XXX
Buonasera a tutti.

Sono un ragazzo di 26 anni. Da due, tre mesi ormai, provo un prurito concentrato nella zona dell'inguine, dell'interno coscia, dell'ombelico e dietro le ginocchia. All'inizio ho usato creme idratanti pensando che fosse una dermatite dovuta alle esposizioni alle lampade solari ma, vedendo che la situazione non migliorava, mi sono rivolto al mio medico di base. Dopo una visita lui mi ha detto di non preoccuparmi. Non avendo rossore (se non dopo essermi grattato) o bolle, mi ha detto che potrebbe essere una reazione allo stress o forse al sudore, viste le aree interessate. Continuano a passare i mesi ma la situazione non cambia. Il prurito si manifesta comunque principalmente di notte.

Qualcuno può darmi qualche consiglio?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
ci sono condizioni che possono determinare prurito anche in assenza di eritema molto marcato.
Personalmente le consiglio una visita specialistica dermatologica: le localizzazioni del prurito da lei descritte potrebbero - per fare un esempio - essere secondarie a xerosi cutanea in un quadro di lieve atopia.
ci tenga informati se lo desidera.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta. In effetti ho intenzione di fare una visita specialistica, ma volevo prima sapere se il parere del mio medico era corretto. Come ho scritto, mi ha parlato o di reazione "allergica" alle lampade solari (cosa strana dal momento che sono passati dei mesi) o di prurito associato alla sudorazione e/o a un modo sbagliato di asciugarsi dopo la doccia.

Ah, dimenticavo. Tempo fa il mio medico mi prescrisse un antistaminico per il prurito, ma non sortì alcun effetto. Non so se può essere d'aiuto...
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Le possibilità sono numerose: ci tenga informati se lo desidera dopo la visita.
Cordiali saluti