Utente 446XXX
Salve,
avrei bisogno di avere risposta in merito ad un problema sorto da un paio di giorni. In pratica avverto delle fitte alla parte sinistra del petto, non forti, leggermente gravative, della durata di 5-10 secondi ad intervalli di 5-10 minuti non regolari, che spesso mi provocano un leggero dolore all'ascella ed un indolenzimento alla parte inferiore dell'avanbraccio, come se fossero coinvolte delle fasce di nervi. Ho eseguito recentemente holter ecg, ecg normale e da sforzo ed ecocardio per altri motivi e tutti negativi Analisi del sangue negative.
Spero di avere una risposta in merito e Vi ringrazio anticipatamente per l'atttenzione.
Saluti
Salvatore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve,
sono un Medico Frequentatore di un Reparto di Cardiologia e, visto che i miei colleghi specialisti non hanno ancora avuto modo di prendere in considerazione la sua richiesta, mi permetto di intervenire io per primo, vista la particolare situazione.

Innanzitutto potrei già rassicurarla perchè la sintomatologia che ci descrive non combacia quasi per nulla con patologie cardiache, quantomeno non gravi per la salute.

Gli esami che ha citato essere negativi, li ha eseguiti nel periodo della sua richiesta riguardante il referto dell'Holter?

Pur restando ottimista, e in attesa di consulti da parte di specialisti del mio prossimo settore, le darei un paio di consigli da tenere in considerazione:
- se le dovesse tornare il dolore, si rechi in pronto soccorso e si faccia fare un ECG sul momento. Abbiamo così più possibilità di confermare la NON causa cardiaca.
- Con più calma riesegua l'holter, e aggiunga anche un holter pressorio...sono già stati documentate misurazioni di pressione alta e talvolta il dolore al petto, anche se fugace, può essere causato da questa (mi riferisco sempre a ipotesi inferiori all'1% soprattutto in un soggetto giovane come lei, escludendo altri problemi di salute).
Terzo, ci tenga informati e, se non ci sentiamo a breve, le auguro una buona fine dell'anno.

messaggio aggiunto postumo: leggo solo ora il riscontro di una possibile tiroidite (anticorpi anti-TPO). Assume già farmaci per questa? Le è stata fatta una diagnosi di ipotiroidismo? Ha più controllato i valori tiroidei?
Ci faccia sapere, grazie.
[#2] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
innnanzitutto la ringrazio per aver risposto, soprattutto in questo periodo in cui anche voi medici avreste bisogno di pausa e pace.
Sono stato ieri al pronto soccorso ed hanno seguito sia un ecg che il test degli enzimi. Entrambi negativi. Avevo già pesato di eseguire un holter pressorio, perchè è l'unico esame che non ho eseguito. Purtroppo, fra il mal di testa e questi fastidi è davvero difficile certe volte. Attualmente assumo due farmaci per la cefalea, levopraid 25 prima di pranzo e limbitryl alle 21 e non vorrei che fossere questi la causa di questi piccoli dolori. Avendo eseguito un ecg da sforzo da poco tempo e dato il risultato negativo che ho riferito al medico del pronto soccorso, mi è stata consigliata una scintigrafia miocardica per escludere in modo assolutamente definitivo problemi di origine cardiaca.
Non prendo alcun farmaco per la tiroide e dovrei ripetere gli esami a breve per controllarne l'evoluzione.
Ah, tutti gli esami cardiologici, comprese 2 visite specialistiche, sono state effettuate nel mese di ottobre ed il mio dubbio riguarta la possibile evoluzione, in tempi così brevi, del precedente quadro clinico.
Grazie ancora e auguri per questo nuovo anno.
Salvatore.
[#3] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Mah, due mesi sono pochini per valutare la possibile evoluzione di un qualcosa al cuore...
Faccia l'Holter Pressorio e, nell'attesa, nell'arco di una settimana, segni giornalmente la pressione (se riesce a misurarla a casa subito) quando ha questi doloretti al petto o quando le aumenta il mal di testa, in modo da capire che tipo di correlazione può esserci tra questi segni e sintomi, poi ce li comunicherà.
L'ecocardio fatta ad ottobre escludeva qualsiasi minimo vizio valvolare?