Utente 214XXX
Mi rendo conto dell'oggettiva difficoltà del consulto, ma gradirei avere un parere in materia di trigliceridi e colesterolo alti. Nonostante una dieta (a mio parere) equilibrata, mi trovo ad avere trigliceridi a 249 e colesterolo a 229. Vorrei sapere, in particolare, se oltre ad alimentazione e sedentarietà vi possono essere altre cause per valori del genere (ad esempio tiroide, problemi di fegato, stress, ereditarietà) e cosa, in particolare, sarebbe opportuno eliminare dalla dieta quotidiana.
Ad esempio, seppur non grande bevitore, consumo un bicchiere di vino (o birra) ad ogni pasto.
Cerco di evitare la carne riducendone il consumo a massimo 2 volte la settimana, preferendo pasta, pane, riso, pesce, verdure (cotte e crude) e frutta. Uso molto l'olio extra vergine d'oliva e pochissimo burro.
Quanto agli zuccheri, cerco di evitarli il più possibile (ho eliminato le bevande gasate e zuccherate - evito di zuccherare te e caffè, mi concedo a fine pasto qualche dolce fatto in casa).
Per questo non riesco a comprendere a pieno i risultati degli esami.
Età: 37 anni
Peso: 70 kg circa
Altezza: 178 cm
Non fumatore (mai stato). Vita abbastanza sedentaria (lavoro d'ufficio 8-10 ore al giorno, poca attività fisica).
Grazie in anticipo.


[#1] dopo  
Dr. Carmelo Di Perna
20% attività +20
0 attualità +0
8 socialità +8
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Buona Sera,
i passaggi da lei evidenziati rispecchiano in pieno quelle che possono essere le principali cause di una dislipidemia mista ( trigliceridemia e colesterolemia entrambi elevati ). Non sapendo se quello di cui parla è un valore riscontrato per la prima volta, e se sono state intraprese terapie nutrizionali e farmacologiche, mi limiterò a darLe qualche semplice consiglio soprattutto di igiene alimentare. Ha menzionato il vino piuttosto che l'alcol che influenzano ( e non poco ) soprattutto il valore dei trigliceridi, ecco perchè resta fondamentale un consumo quantomai attento ( anche mezzo bicchiere ai pasti potrebbe già andare bene ); così come per i trigliceridi bisognerà limitare il quantitativo del pane della pasta e della frutta ( massimo 3 unità die e soprattutto di quella non troppo "zuccherina" per intenderci ). Per il colesterolo anche un uso smodato dell'olio d'oliva ( parliamo comunque di un grasso ) è controindicato! Così come di un'assunzione troppo frequente di formaggi e carni rosse. Cosa mangiare allora?!
Di sicuro aumentare l'apporto di fibre ( verdure e legumi ) così come il consumo di pesce azzurro e di carni bianche...e poi tanto movimento.Se tali accorgimenti dietoterapici non dovessero sortire alcun effetto, sarà plausibile considerare una dislipidemia di tipo familiare e un'eventuale terapia farmacologica.
Distinti saluti.