Utente 223XXX
Gentili Dottori, sono un ragazzo di 25 anni che martedì 27 settembre ha subito un (secondo) intervento di circoncisione in anestesia generale. A circa 3 giorni dall'intervento sui due lati dell'asta del pene, vicino ai testicoli, si sono formati dei rigonfiamenti che sembrano pieni di liquido; da notare che sono comunque "lontani" dalla cicatrice.
- Mi devo preoccupare o sono normali nel decorso? Ho una visita di controllo fra 10 giorni, il chirurgo non può ricevermi prima. Farei bene a rivolgermi momentaneamente ad un altro urologo per una visita?
- Ho notato oggi che, pur con un'erezione non piena, la pelle è molto tesa tirando verso l'alto lo scroto e dandomi una leggera sensazione di nausea. La pelle tenderà comunque a riallungarsi col tempo o sarà un'ulteriore problema?
Vi ringrazio per l'attenzione. Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente un gonfiore in seguito all intervento è normale così come la sensazione di dolore, per quanto riguarda il controllo personalmente ne consiglierei cmq di farne uno dopo 5 gg dall intervento
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta. E per quanto riguarda la tensione della pelle in erezione? Si riallungherà comunque con il passare del tempo? Ovviamente non pretendo un nuovo prepuzio!!! Vorrei semplicemente sapere se almeno si distenderà quel poco che sarebbe ufficiente a non tirare i testicoli vicino all'asta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Pazienza e poi si ricordi sempre di riconsultare in diretta il suo urologo.