Utente 197XXX
Buongiorno,
Io e mia moglie (33 e 29 anni) stiamo provando da diversi mesi ad avere un bambino.
Ho eseguito uno spermiogramma e questi sono i risultati:
LIQUIDO SEMINALE
Volume: 4.5 ml
colore: biancastro
aspetto: torbido
viscosità: normale
ph: 8.0
coagulazione: completa in circa 30 minuti
fluidificazione: completa in circa 30 minuti
numero nemaspermi: 1140 mmc
nemaspermi anomali: 25% le anomalie riguardano prevalentemente la coda
nemaspermi mobili a 2 ore: 11
CLASSIFICAZIONE NENASPERMI MOBILI A 2h:
7% dotati di motilità lenta
2% dotati di motilità discinetica
2% dotati di motilià in situ
INDICE DI MOBILITA': 3
Si consiglia controllo su nuovo campione

Premetto che dopo questo esame sono stato operato di stenosi uretrale bulbare con uretrotomia endoscopica laser per cui pensavo che poteva essere questo il problema.
A distanza di 3 mesi ho effettuato una flussometria per verificare miglioramenti e, in effetti, cosi è stato. Questi i risultati della flussometria.

Qmax:012.6 ml/s
Qave:8.2 ml/s
Vvoided:501 ml
TQ:61 s
T100: 63 s
TQmax: 14 s
Acc.: 0.9 ml/s+s
Cor.Qmax: 0.5

A questo punto ho effettuato altri due spermiogrammi, in due centri diversi per evitare errori ma, purtroppo, i risultati sono nettamente peggiorati. Entrambi con questo risultato:

giorni di astinenza 4
ESAME MACROSPOPICO
volume 5
colore biancastro
ph 7.8
viscosità normale
ESAME MICROSCOPICO
mobilità complessiva *
di cui mobilità progressiva *
numero/ml *
test di vitalità *
spermatozoi normali *
*: presenza di rari spermatozoi (3 per c.m.) immobili. Si rilevano inoltre numerosi leucociti.
Ma cosa sta succedendo?Sono diventato sterile?
Potete consegnarmi un buon andrologo in zona Novara?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

molto probabilmente lei non ha ancora superato i problemi post-operatori, legati anche all'utilizzo penso di buone dosi di antibiotici, antinfiammatori ed altro.

Ora bisogna riconsultare il suo medico di fiducia e a lui chiedere in diretta l'indicazione per dove fare una attenta e completa valutazione con esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Beretta,
la ringrazio prima di tutto per la sua disponibilità.
Per quanto riguarda l'uso di dosi di antibiotico non penso sia per quello in quanto l'ho assunto solo per 5 giorni dopo l'intervento e si trattava del Tavanic.
La cosa che mi spaventa è questo peggioramento improvviso e anche questa presenza di leucociti.
Mi potrebbe consegnare un buon centro di andrologia anche su Milano?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senta per l'ultimo quesito da lei posto il suo medico di fiducia e poi, se lo desidera, in altra sezione sempre del nostro sito, può avere ulteriori consigli mirati.