Utente 224XXX
buongiorno,vorrei un suo parere.ho 34 anni ,da quando ne avevo 19 soffrivo da tachicardie e aritmie con episodi di mancamento,fatti tutti i controlli non risulta nulla,ho un leggero prolasso della mitrale e hanno detto che probabilmente era lo stress e l'emotività.ora da circa 2 anni le tachicardie sembrano passate è anche vero che sono a casa dal lavoro perchè in maternità,quindi meno stressata.Mi è rimasto però il problema delle aritmie,mi "salta il battito" normalmente dalle 3-4 volte al giorno ma arrivo anche a 5-6,in uno stato normale,se sono sottoposta a forti emozioni sia di gioia che di dolore invece me ne vengono anche varie di fila(a volte succede anche durante il rapporto e la cosa è davvero molto fastidiosa).faccio ecocardio quasi tutti gli anni proprio perchè la cosa mi preoccupa,per fortuna continuano a dirmi che il cuore va bene ,però vorrei sapere da lei se posso fare qualcosa per diminuire il numero di questi episodi,magari fare holter,fino ad ora quando l'ho messo non ho mai beccato l'aritmia,è sempre cosi...la ringrazio per la sua disponibilità,a presto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se l'extrasistolia è connessa alla sua emotività e se gli esami Holter cui si è sottoposta non hanno evidenziato particolari aritmie, deve necessariamente farsi capace che dovrà convivere con queste "bizze" (non patologiche) del suo cuore. Le consiglio, ove mai non lo avesse ancora fatto, di controllare la funzionalità della tiroide ed eventuali stati anemici. Abolisca caffè e fumo.
Saluti